Paddington 2 Recensione 2

C'è una tendenza con i sequel, forse soprattutto quelli per famiglie, a ripetere la storia che era così popolare nell'originale. Ma niente paura, amici umani e orsi. Non c'è segno di sequel-ite in Paddington 2 .

Questa non dovrebbe essere una sorpresa per chi l'ha visto Paddington . L'adattamento (per lo più) live-action dei libri di Michael Bond su un orso e la sua famiglia probabilmente avrebbe potuto telefonare e fare una discreta quantità di denaro solo grazie al riconoscimento del nome e alla nostalgia. Invece, Paul King ha usato l'adattamento per raccontare una storia divertente, commovente e visivamente inventiva sull'esperienza degli immigrati, la vitalità di una città multiculturale e la flessibilità della famiglia.

Paddington 2 si basa sui temi del primo film e utilizza lo spazio narrativo extra per non evitare di ripetere la stessa storia; espande anche la sua attenzione dalla famiglia alla comunità. Raggiungiamo Paddington (doppiato da Ben Whishaw) e il resto della famiglia Brown poco tempo dopo il primo film. Paddington si è stabilito nella famiglia e nella comunità di Windsor Gardens.



Tuttavia, non sono solo i Browns ad aver accettato e beneficiato della sua presenza. È anche la donna che dà a Paddington un passaggio in bicicletta in cambio di un panino alla marmellata; il netturbino Paddington aiuta a studiare in cambio di un passaggio sul suo camion; il cane lupo randagio, chiamato affettuosamente “Wolfy”, che Paddington lava e tiene compagnia. Nei dettagli piccoli e grandi, il film fa un buon lavoro mostrando le relazioni reciproche che fanno parte di ogni quartiere sano.

Mentre Paddington potrebbe aver trovato una nuova casa a Londra, pensa ancora alla sua casa nel Perù più oscuro, e soprattutto a sua zia Lucy (doppiata da Imelda Staunton). Come apprendiamo da un flashback che inizia il film, zia Lucy e zio Pastuzo (Michael Gambon) stavano pianificando di visitare Londra proprio prima di portare Paddington, un cucciolo smarrito e bisognoso, nella loro famiglia. Con un giovane a cui badare, Lucy e Patuzo hanno dovuto sospendere il loro viaggio. Quindi ora, con l'avvicinarsi del centesimo compleanno di zia Lucy, Paddington è alla disperata ricerca del regalo perfetto per mandare sua madre adottiva a rallegrare il suo tempo alla Casa degli orsi in pensione, e forse alleviare il dolore della sua assenza. Paddington decide di acquistare un antico libro pop-up di Londra che trova nel negozio di Mr. Gruber (Jim Broadbent). Paddington è stato il motivo per cui zia Lucy non ha mai potuto visitare Londra, quindi Paddington dovrà portare Londra da zia Lucy.

C'è solo un problema: il libro pop-up costa un sacco di soldi. Quindi Paddington deve trovare un lavoro, provando la sua zampa in tutto, dal barbiere al lavavetri e dando al film la possibilità di allungare le sue costolette comiche. Paddington ha quasi risparmiato abbastanza soldi quando il libro viene rubato dal negozio, e Paddington incastrato per il crimine dal nefasto attore Phoenix Buchanan (interpretato da un deliziosamente diabolico Hugh Grant, che si basa sull'eredità di Nicole Kidman di eccellente Paddington Cattivi). Paddington finisce in prigione e si mette inavvertitamente dalla parte sbagliata di Nuckles McGinty (Brendan Gleeson), dove le sue buone maniere potrebbero non essere sufficienti per tirare avanti.

Paddington 2 ha tutto l'ottimismo, la speranza e l'immaginazione del film precedente, con un focus leggermente più ampio sul perché la comunità è importante, se quella comunità è il quartiere multiculturale dell'alta borghesia di Windsor Gardens o i detenuti sfortunati di Portabello Prigione. Per Paddington e Paddington 2 , non c'è differenza. Ognuno merita di essere trattato come un essere umano, comprese le nostre popolazioni più vulnerabili, che siano immigrati o prigionieri.

Una delle scene più toccanti, potenti e sovversive vede la trasformazione di una prigione da un ambiente squallido e istituzionale che scoraggia qualsiasi tipo di comunità o cameratismo a uno spazio accogliente e illuminato dove i residenti condividono le loro ricette di famiglia e ascoltano storie della buonanotte tramite l'interfono ogni notte prima di dormire. Sì, è un'immaginazione semplicistica di come potrebbe essere la riforma carceraria, ma è importante quanto le rappresentazioni grintose volte a sconvolgere il sistema nel cambiamento. Potremmo tutti sopportare di tenere il mondo secondo gli elevati e gentili standard di Paddington.

Visivamente, Paddington 2 è altrettanto sorprendente e fantasioso come il primo. Come il suo predecessore, il film si diletta nell'esplorare diverse forme e formati: animazione disegnata a mano, sequenze in scala di una casa delle bambole, filmati d'archivio, una sequenza musicale e un epilogo di album che accompagna i titoli di coda. La flessibilità della forma spinge a volte il film nella realtà magica, infondendo alla forma lo stesso senso di meraviglia che Paddington sembra vedere nella sua vita di tutti i giorni.

In una sequenza memorabile, un libro pop-up di Londra prende vita. Paddington immagina di mostrare a zia Lucy le attrazioni di Londra non nel mondo come lo conosciamo, ma sotto forma di libro pop-up. Giocano con i piccioni di carta a Trafalgar Square e saltano su un autobus a due piani che sembra colorato con i pastelli. Non sentiamo solo del desiderio di Paddington di condividere questo luogo che significa così tanto per lui con questa persona che significa così tanto per lui; lo vediamo, e quindi lo sentiamo.

Paddington 2 L'obiettivo più ampio ci dà meno tempo da trascorrere con i Brown, ma ciò non significa che non siano parte integrante del film. Piuttosto che cadere nella trappola del sequel di ricostruire lo sviluppo del personaggio dell'originale, Paddington 2 si basa sul legame familiare forgiato nel primo film. Non c'è dubbio che i Browns rinuncerebbero mai a Paddington qui. Famiglia significa che nessuno viene lasciato indietro.

La figlia maggiore Judy ottiene le cose migliori in queste porzioni. Dopo il primo film, ha rotto con il primo fidanzato Tony e ha fondato il suo giornale. Armata del suo registratore audio, penna, taccuino e fotocamera Canon, è parte attiva nella caccia a Buchanan, creando una rappresentazione rinfrescante e ambiziosa di una ragazza adolescente.

Il cast di ritorno - tra cui l'ansioso Mr. Brown di Hugh Bonneville, l'eccentrica e gentile Mrs. Brown di Sally Hawkins, Jonathan di Samuel Joslin, il burbero xenofobo di Peter Capaldi e la signora Bird di Julie Walters - è affiancato da alcuni volti nuovi: Jessica Stevenson interpreta Miss Kitts, il venditore di notizie locale, con tanto di amico pappagallo Feathers. Ben Miller interpreta il colonnello Lancaster, uno stoico uomo di quartiere che soffre di depressione. Sanjeev Bhaskar interpreta il dottor Jafri, un altro vicino di casa appassionato di Paddington. È una storia affollata, una che Paddington 2 gestisce abilmente, ma la storia avrebbe beneficiato di un minor numero di personaggi secondari, lasciando più sviluppo per quelli rimasti.

approfondimenti: I film imperdibili del 2018

E al centro di tutto c'è Paddington, un personaggio la cui motivazione non è egoistica quanto la gloria o la ricchezza, come l'antagonista Buchanan, ma piuttosto un fondamentale desiderio di appartenenza, di far parte di qualcosa di più grande di lui: una famiglia, una comunità, una casa.

Paddington 2 è un capolavoro di benessere, un unguento cinematografico per i pregiudizi dei nostri tempi. Vibrante e gentile, immagina un mondo migliore per tutti noi. È un film in cui il 'superpotere' del personaggio principale non è la capacità di volare o saltare da un edificio con un solo balzo, ma piuttosto una serietà ed empatia che rende anche tutti coloro che circondano Paddington più seri ed empatici.

Sì, Virginia, c'è un Paddington. Possa questo franchise andare avanti per sempre.