Recensione di Pitch Perfect 3

Il Intonazione giusta franchising ha fatto molta strada dai suoi giorni felici di stazioni radio universitarie e concorsi collegiali a cappella, ma la crescita non è senza i suoi dolori. Passo perfetto 3 vede i Barden Bella riunirsi ancora una volta per un tour USO, mentre le scuse per riunire queste donne ormai adulte per cantare i numeri musicali necessari diventano sempre più stravaganti.

Nel Intonazione giusta , Beca di Anna Kendrick è alla disperata ricerca di fuggire dalla torre d'avorio per recarsi a Los Angeles e iniziare la sua carriera come produttrice musicale. All'inizio di Passo perfetto 3 , lei è un produttore musicale, ma la realtà non è all'altezza delle aspettative, e così Beca lascia il lavoro e si dirige in Europa con la sua banda eterogenea di cantanti strambi per intrattenere le truppe. È il papà militare di Aubrey (Anna Camp) che ottiene il concerto delle ragazze, tuttavia, e questo ti dice molto sulla posta in gioco qui. È difficile fare il tifo per un gruppo a cappella per ottenere un posto tanto ambito come atto di apertura del prossimo tour di DJ Khaled quando non sembrano mai esercitarsi, esibirsi o comunque lavorare verso il loro apparente obiettivo come musicisti seri .

Quando le Bellas sfidano gli altri musicisti USO, una rock band di ragazze di nome Evermoist e un DJ di nome DragonNuts al loro caratteristico Riff Off, è difficile non provare sentimenti per gli altri musicisti che vogliono solo fare il loro sound check e probabilmente fare un pisolino prima inizia la loro esibizione.



Non è solo la competizione che è costruita a malincuore qui. La posta in gioco è così fugace e senza senso da non significare quasi nulla in Passo perfetto 3 . Beca avrà a che fare con il famoso produttore musicale britannico? Chloe (la sempre solida Brittany Snow) si unirà al bel soldato americano? Il film non pretende di interessarsi. È tutta una scusa per le Bellas per vestirsi con abiti militaristi e/o nazionalisti e cantare alcune canzoni. Ma nessuno si fa vedere Intonazione giusta per la trama, e il film stesso sembra saperlo. A un certo punto Chloe esclama: 'Sapevo che ci sarebbe stata una competizione!' come se la sceneggiatura avesse sentito il precedente lamento delle Bellas sul fatto che non ce n'era uno e l'avesse creato a metà film per dare alle ragazze un obiettivo tangibile.

Come con i film precedenti, le parti migliori della narrazione e dello sviluppo del personaggio hanno poco a che fare con una competizione o potenziali interessi amorosi, ma nella famiglia ritrovata che è il Barden Bellas. Considera quanto sia dannoso altrimenti che due dei principali interessi amorosi dei film precedenti siano scritti con una conversazione casuale nel primo atto. Nessuno se ne accorge, ed è improbabile che a qualcuno del pubblico interessi.

È anche un peccato allora Passo perfetto 3 sente il bisogno di aggiungere personaggi maschili più completamente irrilevanti per prendere il loro posto. Piuttosto che concentrarsi esclusivamente sulle relazioni delle Bellas o dare ai personaggi di colore del film più cose da fare oltre l'occasionale scherzo razzista, Passo perfetto 3 invece gira le ruote con il suddetto amore del tizio, o altre tangenti indesiderate come l'introduzione di John Lithgow come padre estraniato di Fat Amy (Rebel Wilson). Mentre il personaggio di gangster australiano di Lithgow è completamente inutile e stranamente fuori luogo in questo film che parla apparentemente di donne che cantano, porta a una scena d'azione che coinvolge Wilson su uno yacht che è allo stesso tempo completamente ridicolo e assolutamente delizioso. Non sono sicuro se Passo perfetto 3 sarebbe stato un film migliore se fosse andato all-in sul fronte dell'azione, ma so che voglio vederlo.

Purtroppo, quella versione della puntata finale dell'aca-triogia non era mai stata pensata per essere. Incrociamo le dita per l'inevitabile revival che probabilmente verrà annunciato tra pochi anni. Nel frattempo, questo è il presunto canto del cigno per la popolare trilogia. Vieni per le battute, i numeri di canzoni e balli e il cameratismo femminile. Resta per... beh, per quelle cose. Questo è ciò che questo film ha da offrire.