Recensione dell'episodio 1 di Pretty Little Liars stagione 6: Game On, Charles

Questa recensione contiene spoiler.

6.1 Partita iniziata, Charles

Il mistero non è il punto. Sento che è una cosa particolarmente importante da ricordare a noi stessi quando entriamo in questa penultima stagione di Piccole graziose bugiarde . Non importa chi finisce per essere A, perché A non è il nostro protagonista. Questo spettacolo riguarda i Liars titolari, che siano i nostri quattro core di Aria, Spencer, Hanna ed Emily, o quelli introdotti in seguito come Alison e Mona o anche Ezra e Toby.



Questo spettacolo si presenta come uno spettacolo misterioso, ma si maschera anche da dramma adolescenziale. Non è nessuna delle due cose alla base, ma direi che il motivo per cui è stato in onda così a lungo e mantiene così tanta della sua popolarità su Twitter è perché è così disposto a piegarsi a quei generi mentre racconta la sua storia .

È anche uno spettacolo horror, una storia d'amore, una commedia e un dramma psicologico. È un commento sul posto delle giovani donne nella società e su come vengono percepite. È un amorevole omaggio alla storia del cinema. È sia una sciocchezza usa e getta che una creazione completamente sovversiva e in continua evoluzione a sé stante. C'è molto di più oltre al mistero.

Ma detto questo, se sei uno di quegli spettatori che è stato completamente coinvolto nello scoprire l'identità di A, o anche solo leggermente curioso, allora scommetto che ti sei preso una bella scossa da Gioco su Charles . Anche il nome dell'episodio è un grido di battaglia, una dichiarazione di intenti, e ragazzo, questa premiere non si è tirata indietro sulle promesse fatte durante la pausa. Questo è il nostro #SummerofAnswers, fan pazienti, e questa volta credo che li avremo davvero.

L'episodio in sé non era così fantasioso come Benvenuti nella casa delle bambole , forse a causa della novità di una location nuova di zecca che era svanita, ma non era meno contorta e molto più oscura. Che questo sia permesso di andare in onda su ABC Family in prima serata, con un pubblico composto principalmente da ragazze adolescenti, è un'assoluta meraviglia.

Iniziamo da dove abbiamo finito, con le ragazze che corrono fuori dalla casa delle bambole e nell'area recintata. C'è una piccola differenza, però: la stiamo guardando dalla prospettiva di una terza bambola Ali, che in seguito si è rivelata essere Sara Harvey, l'ape regina di una città vicina che Emily ha incontrato nella quarta stagione.

Probabilmente è stata laggiù da quando Alison è scomparsa anni prima, e l'episodio ti lascia solo con quel pensiero inquietante: un altro dettaglio orribile per accompagnare il compendio degli orrori che ci è servito nel corso di un'ora.

È piuttosto distrutta, quindi, ed è un destino che attende i nostri bugiardi se non riescono a fuggire. Questa è la struttura generale di questa premiere insolitamente ricca di azione: le ragazze devono scappare, devono assicurarsi che tutte e cinque scappino, e fuori le altre si radunano per impedire che anche Alison venga presa.

Vediamo i Liars lasciati fuori dal complesso per un periodo di tempo non chiaro (forse giorni?), discutendo di quanto tempo gli esseri umani possono sopravvivere senza cibo e acqua e, quando finalmente gli viene permesso di tornare dentro, vengono drogati e Mona è prese. Si svegliano in un obitorio improvvisato, spogliati dei loro abiti da ballo e accolti da Mona che finge di essere Alison per il bene di Charles.

Guardandoli farsi strada lungo il corridoio verso le loro stanze indossando solo lenzuola bianche, i capelli e il trucco rimossi dai giorni trascorsi nel fango e nella pioggia, le loro identità espresse attraverso l'apparenza completamente spogliate, seguendo qualcuno che finge di essere Alison DiLaurentis mentre indossa i vestiti in cui avrebbe dovuto essere morta, mi chiedevo seriamente perché Piccole graziose bugiarde non è considerato uno dei migliori programmi televisivi.

Entrano nelle loro stanze dei fantasmi per una 'sorpresa' e, quando si separano, tutto ciò che sentiamo sono le loro urla lontane prima di un passaggio al nero e 'Tre settimane dopo'.

Emergono come versioni da bambola di se stessi: Spencer l'atleta preppy, Emily nei suoi costumi da bagno, Hanna vestita di rosa e femminile e Aria la pseudo-gotica completa di strisce rosa tra i capelli. Sono tutti d'accordo nel non parlare mai di quello che è successo loro in quelle stanze, un'affermazione molto più efficace del vedere effettivamente quali orrori accadono dietro quelle porte.

Me? Potrei fare a meno di saperlo: la nostra immaginazione molto probabilmente sta inventando qualcosa di molto più atroce di qualsiasi cosa che possa essere pronunciata sullo schermo. Mi aspetto di scoprirlo nelle prossime settimane, ma per ora cerchiamo di non pensarci troppo. L'implicazione è molto più potente.

All'esterno, abbiamo la squadra dei sogni di un Ezra Fitz con la barba lunga e Caleb Rivers altrettanto trasandato, aiutati da un ufficiale sotto copertura Toby mentre cercano di trovare le ragazze. Non vediamo genitori, né Paige né Mike Montgomery. Ci si sente deludenti (o come un necessario sollievo comico) per un momento, fino a quando non ci rendiamo conto che Alison ha guidato le indagini per tutto il tempo, proprio sotto il naso di Tanner.

Devo ammettere che ho provato un brivido nel vedere la polizia che effettivamente tentava di trattare con A per una parte dell'episodio, ma ha anche perfettamente senso che quelli toccati da A si frantumino da soli. Le menti ordinarie non possono comprendere qualcosa come una casa delle bambole sotterranea con camere da letto finte e più Alison, e non dovrebbero doverlo fare.

Non hanno bisogno di pensare agli inseguitori nascosti nelle scarpe e a quante copie di quella maledetta maglietta gialla esistono nel mondo: questo è il lavoro delle menti fratturate addestrate da A a temere per la propria vita minuto per minuto. Ma ora hanno deciso di colpire l'orso, come dice Alison, e, anche se alla fine non riescono a fare nulla di importante, è sempre divertente vederli provare.

Ciò che è molto, molto interessante è che Andrew è già il Most Wanted di Rosewood, il principale sospettato della scomparsa delle ragazze. Anche se possiamo essere sicuri che non sia ChArles (o possiamo?), È una mossa audace per lo show impostarlo in questo modo non appena entriamo nella stagione. Se questa non è una prova che gli scrittori fanno sul serio, non so cosa lo sia. Inoltre, Radley è chiuso? Sembra una storia più lunga.

Le ragazze alla fine scappano da sole, con Spencer che identifica correttamente ChArles come una DiLaurentis con cui ha avuto una sorta di contatto da bambina. Procedono letteralmente a bruciare l'anima del loro rapitore e, se devo essere totalmente onesto, mi sono sentito un po' male per lui/lei/lo. Questo è ciò che ci fa questo spettacolo: avere persone terribili come i nostri amati protagonisti rimuove il bianco e nero dall'equazione.

Quella ruga di simpatia sarà molto probabilmente utile quando tutto sarà rivelato.

Quindi eccoci qui, iniziando una stagione 40+ ore prima della fine della serie con un episodio che butta fuori tutto ciò che sappiamo Piccole graziose bugiarde e lo sostituisce con qualcosa di più orribile e brutto di qualsiasi cosa abbia tentato finora. Questa non è una critica, ovviamente, perché questo spettacolo è al suo meglio assoluto quando elimina le sue tendenze saponose e guidate dalle relazioni e raddoppia i suoi elementi più oscuri.

Sì, è stato bello vedere le Liars riunite ai loro cari (tranne Mona perché, come detto, nessun Mike Montgomery) dopo la loro fuga, ma è con la sensazione che queste ragazze non siano le stesse persone che erano quando sono state rapite . Il trauma e l'identità sono temi che hanno attraversato lo spettacolo ma, con questo, possiamo escludere che vengano esplorati più apertamente di quanto non siano mai stati.

Leggi Caroline recensione del finale della quinta stagione, Welcome To The Dollhouse, qui .

Segui il nostro Feed di Twitter per notizie più veloci e brutti scherzi proprio qui . e sii nostro amico di Facebook qui .