Song Of The Sea: come è stata realizzata una chicca animata

Camminando lungo la spiaggia di Ventry nell'isola sud-occidentale, è facile vedere come un regista potrebbe essere ispirato dal paesaggio spettacolare: le dolci colline e le rocce scoscese, l'aria travolgente di tranquillità. Ma l'ispirazione per il nuovo film dell'animatore Tomm Moore, il candidato all'Oscar Canzone Del Se per, è stato ispirato da un'esperienza tutt'altro che tranquilla.

Circa un decennio fa, Moore era in vacanza nella vicina città di Dingle e ha visitato la spiaggia di Ventry con suo figlio di 10 anni. Con loro orrore, trovarono la spiaggia disseminata di corpi di foche grigie morte. Rapporti al momento ha suggerito che i pescatori locali, che incolpavano le foche per la diminuzione degli stock ittici, erano responsabili dell'abbattimento.

'Stavo parlando con una signora del posto ed eravamo disturbati dal fatto che stavamo vedendo uccidere queste foche sulla spiaggia', ricorda Moore. 'La vecchia signora da cui stavamo affittando il cottage diceva che non era qualcosa che non sarebbe successo anni fa.'



Una guida turistica locale, che conosceva tutto il folklore legato alla regione, era d'accordo. 'La guida diceva che ci sono storie collegate a ogni aspetto del paesaggio', ha detto Moore. 'Stava dicendo che i sigilli sarebbero stati rispettati - sarebbero stati visti come i Selkie, contenenti le anime dei morti - le persone che si erano perse in mare'.

Come una fotografia che si sviluppa lentamente, l'idea di una nuova storia ha cominciato a prendere forma nella mente di Moore. Pensò ai racconti popolari locali, ai miti e alle leggende che un tempo venivano tramandate di padre in figlio, le storie che legavano le persone al loro ambiente e che rischiavano di svanire dalla cultura irlandese.

'Mi sono reso conto che queste erano storie che stavamo perdendo: quella connessione con il paesaggio, quel folklore, stava scomparendo', dice Moore. 'Speravo di fare un film che rinvigorisse il folklore per i bambini della generazione di mio figlio, e ho pensato che un film d'animazione sarebbe stato un veicolo ambizioso per farlo'.

Il patrimonio dell'animazione irlandese

Il primo lungometraggio di Moore era altrettanto ricco di storia e leggenda irlandese. Rilasciato nel 2009, Il segreto di Kells era una fantasia colorata e disarmantemente tenera basata sul Libro di Kells, un manoscritto medievale miniato ora conservato presso la Biblioteca del Trinity College di Dublino. Candidato all'Oscar, Il segreto di Kells ha portato Moore e il suo studio Cartoon Saloon all'attenzione mondiale.

Improvvisamente, questa piccola casa di animazione con sede a Kilkenny è stata menzionata allo stesso tempo di Pixar e Disney - un risultato considerevole, dato che Il segreto di Kells ' La caratteristica animazione 2D è stata creata con un budget di circa 7 milioni di dollari. Per metterlo in prospettiva, Pete Docter's Su , che in realtà ha vinto l'Oscar per il miglior film d'animazione nel 2010, è stato realizzato per $ 175 milioni.

Il successo di Cartoon Saloon ha dato una spinta alla piccola ma vivace scena dell'animazione irlandese, che risale agli anni '70. Jimmy Murakami, il veterano animatore che ha diretto il pupazzo di neve e Quando soffia il vento , ha creato due studi in Irlanda: Quateru Films nel 1971 e Murakami-Wolf Films nel 1989 – quest'ultimo ha prodotto il primo Adolescenti tartarughe ninja mutanti serie animata. L'ex animatore Disney Don Bluth ha fondato uno studio a Dublino nel 1979, dove film come Il segreto di NIMH e Una coda americana sono stati creati.

Il fatto che un'intera industria dell'animazione fosse sorta in Irlanda è stata un'ispirazione per Moore, che era cresciuto in Irlanda con la passione per il disegno, il cinema e l'animazione. Ma dopo aver studiato animazione al Ballyfermot College di Dublino, Moore scoprì che gli studi intorno a lui stavano gradualmente scomparendo; Lo studio di Bluth era fallito nel 1995 a seguito di una serie di fallimenti commerciali, mentre la Murakami Wolf Films era scomparsa alla fine del decennio.

'C'era l'idea, suppongo, tra tutti, che potevi lavorare al Don Bluth, oppure potevi andare a Parigi e lavorare per la Disney', ci dice Moore. “Durante i quattro anni in cui sono stato al college, quegli studi si stavano effettivamente esaurendo, finendo. Fondamentalmente, quando ho chiamato i Disney Studios di Parigi, era quasi finito: non si trattava più di assumere. Stavano finendo Tarzan . Lo studio di Don Bluth era tornato in America a Phoenix'.

La fondazione di Cartoon Saloon

Di fronte alla scelta di trasferirsi negli Stati Uniti per trovare lavoro o creare il proprio studio, Moore ha optato per quest'ultimo, fondando Cartoon Saloon con il collega animatore Paul Young nel 1999. Lo studio ha rapidamente costruito un impressionante corpo di lavori commerciali e cortometraggi . Dalle tenebre , un cortometraggio del 2002 diretto da Nora Twomey, è un primo esempio della fusione distintiva di Cartoon Saloon di tecniche di animazione tradizionali e digitali.

Quell'approccio ibrido ha definito l'aspetto di Il segreto di Kells e viene spinto ancora più in là Canzone del mare . A partire da disegni al tratto su carta e sfondi ad acquerello, Canzone del mare ' L'animazione di s è ulteriormente impreziosita dalla computer grafica, un approccio che, semmai, rende il film ancora più simile a un dipinto in movimento. Mentre in passato gli animatori erano in gran parte limitati a dipingere ogni fotogramma su celle trasparenti e sovrapporle su uno sfondo dipinto a mano, il team di animatori di Moore non aveva limiti al numero di livelli che potevano inserire in ogni fotogramma o ai tipi di dettagli che potevano mettere in loro.

'Animazione tradizionale: adoro il suo aspetto e cerco di mantenerlo perché penso che abbia un'atemporalità, ma era limitato alla tecnologia dell'epoca', spiega Moore. “Potresti avere solo così tanti cel prima che inizino a annullarsi a vicenda e diventino davvero scuri. Doveva sembrare colori piatti su uno sfondo dipinto. Mentre ora siamo in grado di utilizzare quasi tutte le tecniche: possiamo animare una linea a carboncino'.

'Siamo riusciti a far muovere le nuvole, gli strati dell'acquerello', aggiunge Paul Young, il produttore del film. “Sarebbe stato incredibilmente difficile da fare [senza un computer]. Non potresti mettere l'acquerello su una cella.'

'Sì, siamo stati in grado di dipingere su strati successivi di carta per acquerello', concorda Moore. 'Quasi non sembrava molto di per sé, ma quando li metti tutti insieme sul computer, si uniscono come una sorta di effetto di un libro pop-up'.

Il risultato è un film che brilla positivamente di colori e dettagli; la sua qualità geometrica, spesso onirica, che risuona con la storia stessa: una fantasia gentile, divertente e talvolta commovente su una famiglia che affronta la perdita di una persona cara. Come la sua animazione, Canzone del mare è un'unione perfetta tra il tradizionale e il moderno, intrecciando i miti irlandesi su fate, giganti e creature marine con un delicato dramma ambientato ai giorni nostri. ('La prima bozza ha cercato di utilizzare le fasi del lutto di Elizabeth Kubler-Ross come struttura, ma era troppo pesante', rivela Moore.)

Dagli schizzi all'animazione finita

Canzone del mare ' L'ambientazione di questo film è ispirata al paesaggio della penisola di Dingle che ha ispirato Moore per la prima volta più di dieci anni fa: le dolci colline, le spettacolari rocce scoscese che sporgono dal mare. È una location che ha attratto diversi registi in passato; regista David Lean girato La figlia di Ryan nell'area e persino costruire un intero villaggio (l'attore Robert Mitchum ha detto della produzione, 'Lavorare con Lean è come costruire il Taj Mahal con gli stuzzicadenti'). Ron Howard ha girato parti della sua storia d'amore del 1992 Lontano e lontano dentro e intorno alla penisola di Dingle.

All'inizio Canzone del mare 'S produzione, Moore ha portato il suo team di artisti in una spedizione di ricerca intorno all'area per dare loro un assaggio dello scenario unico della zona, che poi ha restituito all'opera d'arte che hanno prodotto: una fantastica prospettiva a occhi di bambino dell'Irlanda sudoccidentale, dove le rocce prendono vita, le fate vivono sotto le rotatorie e i mari agitati pullulano di creature incantate.

Canzone del mare ' senso di meraviglia ricorda il lavoro di Hayao Miyazaki, e Moore professa apertamente il suo affetto per film come La città incantata e il mio vicino Totoro – sia in termini di uso del folklore locale sia per l'universalità dei loro personaggi e storie.

'Torno sempre ai film di Hayao Miyazaki', dice Moore. “Non era necessario conoscere la mitologia giapponese per accedervi, gli dava solo un sapore. Potevi sentire che c'era un intero sistema di credenze dietro a cui stavano attingendo. Più ne sapevi, più il film ti si apriva - La città incantata , il mio vicino Totoro .

“C'è uno strato di profondità, perché stava attingendo alla sua stessa cultura. Ed essendo abbastanza creativo con esso; i Totoro sono stati completamente inventati, ma sembravano qualcosa di quel modo animista di guardare il mondo… non so se ha a che fare con i piccoli paesi, ma ogni parte diventa sacra, c'è un nome per ogni campo, c'è un storia per ogni angolo del campo. Quel genere di cose. Le antiche culture dell'isola sembrano costruire questa sorta di modo animista naturale di vedere le cose, perché viviamo così strettamente in relazione all'ambiente”.

C'è una semplicità lirica per Canzone del mare ' s esecuzione che va contro l'approccio adottato dalla maggior parte degli animatori tradizionali. Ma il processo per dare vita al film è stato tutt'altro che semplice; richiedeva infatti il ​​coordinamento di studi in cinque paesi diversi: una parte dell'animazione è stata realizzata in Danimarca. Animazione, sfondi e layout sono stati prodotti in Lussemburgo. Questi elementi sono stati composti in Belgio, mentre la post-produzione, il suono e la musica sono stati completati in Francia.

La supervisione della realizzazione del film ha significato una notevole quantità di viaggi per Moore, ma ancora una volta la tecnologia gli ha permesso di supervisionare la produzione anche tramite il web.

'Con l'appliance della tecnologia moderna e Internet - abbiamo usato Skype, avevamo un sistema per tracciare la produzione e le risorse - Tomm poteva guardarli ovunque si trovasse', ci dice Young. “Niente potrebbe andare avanti senza la sua approvazione. Era un software che abbiamo usato anche su The Secret Of Kells, che mantiene tutti collegati allo stesso animatic, o allo stesso reel, per così dire. Sembra molto ingombrante, ma ci eravamo un po' abituati'.

Questo approccio paneuropeo alla produzione ha permesso a Cartoon Saloon di realizzare film su una scala che da sola non avrebbe potuto sperare di permettersi. In effetti, Moore crede che Canzone del mare non avrebbe potuto essere realizzato con un budget così limitato senza la tecnologia informatica.

'Per quanto possibile, volevamo mantenere quella sensazione organica e disegnata a mano', afferma Moore, 'ma non avremmo mai potuto realizzare il film nel tempo e nel budget che avevamo se non avessimo avuto questo approccio ibrido con i computer”.

Rilascio, acclamazione e il futuro dell'animazione 2D

Da quando ha debuttato al Toronto International Film Festival nel settembre 2014, Canzone del mare ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui una seconda nomination come miglior film d'animazione agli Academy Awards di quest'anno. Questo lo ha immediatamente messo in compagnia di film come Disney's Grande eroe 6, DreamWorks ' Come addestrare il tuo drago 2 e dello Studio Ghibli Il racconto della principessa Kaguya . Mentre i $ 165 milioni Grande eroe 6 vinta alla fine, la nomination all'Oscar premia ancora una volta un piccolo studio a migliaia di chilometri di distanza dalla stessa Hollywood.

'Con la nomination, ho incontrato molte persone come Pete Docter e Henry Selick, e mi è sembrato davvero che l'industria dicesse: 'Oh no, è fantastico. È bello vedere qualcosa di indipendente. Andare avanti. Vediamo di più'', dice Moore. “Ecco come mi sono sentito. Sembrava che l'industria stessa, oi nostri colleghi dell'animazione, approvassero ciò che stavamo facendo. Ed è stato enorme'.

La nomination porta anche la pubblicità tanto necessaria a un film che non ha il budget di marketing multimilionario dei grandi successi del settore.

'Non stiamo cercando quel grande weekend di apertura al botteghino, perché non possiamo', dice Young. 'Non apriremo su 2.500 schermi negli Stati Uniti, sono tipo 15 stati e poi 50 schermi da qualche altra parte'.

Ma lo stato indie di Cartoon Saloon gli consente anche di continuare a realizzare animazioni 2D; come Studio Ghibli in Giappone e Aardman nel Regno Unito, sostiene i tipi di tecniche tradizionali che sono state ampiamente sostituite dal mainstream. Ma lungi dall'essere una forma d'arte in declino, Moore crede che l'animazione disegnata a mano possa ancora prosperare nel 21° secolo.

'Il mainstream è definitivamente passato alla CGI', ci dice Moore. “Non cambierà di nuovo, e desiderare che non lo faccia. E non lo desidero più. Mi sono reso conto che è stata una liberazione per l'animazione tradizionale, essere emarginato, per così dire... Tutto il potenziale che l'animazione tradizionale ha sempre avuto è tornato nelle mani degli artisti piuttosto che delle corporazioni. Le persone non hanno la Disney a cui guardare per copiare, quindi ora devono reinventarsi. Quando è arrivata la fotografia, i pittori hanno dovuto reinventarsi. Hanno inventato l'espressionismo, l'impressionismo, il cubismo e tutto il resto”.

Prima irlandese

A marzo 2015, Canzone del mare ha avuto la sua prima irlandese al Dingle International Film Festival, situato a breve distanza in auto dalla spiaggia dove i semi della sua storia sono stati piantati per la prima volta dieci anni fa.

Non sorprende che la risposta degli spettatori stipati nel cinema intimo della città sia stata a dir poco entusiasta; i membri più giovani del pubblico ridacchiarono alla vista delle fate scontrose in agguato sotto la rotonda. Rimasero senza fiato quando la temibile malvagia Macha si alzò, affiancata dal suo esercito di gufi.

Con Canzone del mare , Moore è riuscito a trasformare un ricordo inaspettato e inquietante in una fantasia più leggera dell'aria, universale e profondamente personale, moderna e senza tempo come il paesaggio che l'ha ispirata.