Supernatural Stagione 15: Dio come il Grande Cattivo

Avvertenza: questo Soprannaturale Stagione 15 l'articolo contiene importanti spoiler per la fine di Soprannaturale Stagione 14 .

Da quando Castiel ha afferrato forte Dean per la prima volta e lo ha sollevato da Perdizione in Soprannaturale Stagione 4, il concetto di libero arbitrio è stato importante Soprannaturale . Il paradiso era una cosa assolutamente reale, non solo un concetto nebuloso, e ai Winchester fu presentato il loro primo profeta, Chuck Shurley, che finì per essere molto più di quanto lasciasse intendere...

In quale direzione prenderà questa esplorazione Soprannaturale Stagione 15? Den of Geek ha parlato con i produttori Bob Berens, Robert Singer, Andrew Dabb e con gli attori Jared Padalecki e Misha Collins per approfondire cosa significa veramente quando Dio è tuo nemico.



L'evoluzione di Chuck

Nell'episodio della quarta stagione 'Il mostro alla fine di questo libro', Sam e Dean si confrontano con Chuck, chiedendogli come sapesse così tanto su di loro. Chuck dice loro: 'Beh, c'è solo una spiegazione: ovviamente sono un Dio. Un Dio capriccioso, crudele e crudele. Intendo le cose che ti ho fatto passare! Solo le percosse fisiche!”

Dopo aver menzionato come Mary Winchester e Jessica siano morte nello stesso modo, Chuck si lamenta: “E per cosa! Tutto per amore della simmetria letteraria! Ho giocato con le vostre vite, le vostre emozioni, per divertimento'. Più avanti nell'episodio, Dean dice a Chuck: 'Perché ho la sensazione che ci sia qualcosa che non ci stai dicendo?'

leggi di più: Supernatural Stagione 15: quali personaggi stanno tornando?

La fine di Soprannaturale La stagione 14 ha presentato Chuck come il cattivo della stagione finale, dimostrando che stava giocando con le vite di Sam e Dean per un altro attacco di simmetria letteraria. Voleva che Dean uccidesse Jack, in stile Abraham, ma quando Dean e Sam si ribellarono, finì lui stesso il ragazzo e iniziò la Fine.

Anche se inizialmente potrebbe non essere stato pianificato in questo modo, le interazioni con Chuck in questo episodio hanno preparato perfettamente il terreno per rivelare che era Dio da sempre, un'evoluzione - da profeta a Dio assente a questo nuovo Dio vendicativo - che il produttore esecutivo Robert Il cantante ci ha parlato.

'Molti dei personaggi che compaiono nello show, quei personaggi si sono davvero evoluti', ha detto Singer. “Bobby Singer era unico, Castiel non doveva essere un personaggio fisso, Crowley era unico, ma quando questi personaggi hanno colpito abbiamo iniziato a scrivere per loro e la stessa cosa è successa con Chuck. Andando per l'ultimo anno abbiamo detto: 'Beh, sai, non c'è male più grande di Dio'. '

leggi di più: Jake Abel tornerà nei panni di Adam Winchester nella stagione 15 di Supernatural

Per Singer e gli altri creatori, Chuck era uno di questi personaggi che era troppo grande per lasciar andare, con il potenziale di appoggiarsi al lato più oscuro della performance dell'attore Rob Benedict che diventava sempre più allettante man mano che la serie andava avanti.

'Rob è un personaggio fantastico', ha detto Singer, 'e quando è dolce e gentile, Rob è davvero dolce e gentile... ma può interpretare questo lato oscuro e l'abbiamo scoperto nel tempo. Siamo felici di uscire con lui come nostro principale antagonista'.

Scegliendo Dio come tuo cattivo.

Misha Collins ha detto di essere nervoso per il grande Chuck come Dio rivelato, osservando che scegliere Dio come cattivo potrebbe essere una mossa controversa.

'Quando abbiamo presentato Dio come personaggio per la prima volta, ci è sembrato rischioso perché [lui] era un personaggio imperfetto', ha detto Collins. “I fan lo hanno abbracciato e non abbiamo ricevuto un sacco di respingimenti. Sono davvero curioso di vedere come si comporta con Dio come nemesi perché è una visione diversa delle cose tradizionali giudeo-cristiane'.

E come andranno a finire le cose con Dio come Soprannaturale Il grande cattivo della stagione 15? Berens ha preso in giro: 'Abbiamo appreso che questa cosa enorme su Dio e Chuck e Jack è morto per quanto ne sanno, e questo ha davvero la precedenza sul lato emotivo per loro, penso che il lato avventuroso di questo sia un po' come pulire su quel casino e colpendo quei vecchi successi del passato che abbiamo visto scorci nel finale.”

leggi di più: Le star di Supernatural non sono pronte a chiudere la porta sul Revival

Non è tutto male. Jared Padalecki è pronto per la sfida e non sembra intimidito dal futuro predestinato per il suo personaggio...

“Ora la lealtà [di Sam e Dean] e il loro sacrificio sono ironicamente quasi ancora più significativi, perché ora gli è stato detto da Dio che, “Ehi, è già scritto comunque. Il destino è destino'”, ha detto Padalecki. “Quindi ora se i ragazzi si alzano e continuano a combattere anche se Dio stesso ha detto: ‘Non ha senso che tu combatta. Ho già scritto i libri.' Stanno andando contro probabilità ancora più infinitesimali o altro, quindi per me è quasi ancora più coraggioso e coraggioso.

'Hanno un'agenzia in un modo in cui non hanno mai avuto un'agenzia prima', ha aggiunto il produttore esecutivo Andrew Dabb. “Ma penso che ci fosse anche una domanda se lo fanno davvero o no. E questa è davvero una domanda che si sono posti per tutta la stagione'.

La stagione 15 di Supernatural sarà presentata in anteprima su The CW giovedì 10 ottobre alle 20:00. Leggi di più sull'ultima stagione qui.

Leggi e scarica il Den of Geek SDCC 2019 Special Edition Magazine giusto qui!