Tamzin Merchant riporta indietro il mistero del pilota di Game of Thrones non messo in onda e Daenerys

Game of Thrones avrebbe potuto essere una serie molto diversa. In effetti, non sarebbe mai potuto diventare uno. Questa è una lezione familiare per chiunque abbia seguito la saga della serie di punta della HBO e uno dei più grandi fenomeni della moderna cultura pop. Eppure vale la pena ricordare quando così tante persone sembrano respingere la serie, o i suoi creatori, dopo la controversa stagione finale del 2019 di Game of Thrones .

Ed è qualcosa che ci viene in mente di nuovo con Tamzin Merchant, più di 10 anni dopo, che ha finalmente rotto il silenzio sulla strada non intrapresa quando è stata brevemente scelta come Daenerys Targaryen.

Prima del Game of Thrones le riprese del pilot nel 2009, Merchant era già una star televisiva emergente, irrompendo nei panni di Katherine Howard, una delle mogli del re Enrico VIII, in Showtime's I Tudor . Ma interpretare uno dei ruoli principali nella grande scommessa della HBO nell'alta fantasia aveva la promessa di un grande cambiamento di vita. Sfortunatamente, quando HBO ha finalmente dato il via libera al progetto, lo ha fatto con la clausola che il pilot sarebbe stato quasi interamente rigirato e riconfigurato da cima a fondo... e con diversi rifacimenti chiave, incluso il ruolo della Madre dei Draghi. Quando la serie ha debuttato nel 2011, è stato con Emilia Clarke come Dany.



È una situazione sfortunata, e una di quelle che non puoi invidiare a Merchant che deve rispondere alle domande per il decennio successivo, incluso il lavoro su altri spettacoli come WGN's Salem e di Amazon fila di carnevale . In effetti, è stato mentre promuoveva un nuovo progetto in un mezzo completamente diverso, il suo lavoro di debutto come romanziere per giovani adulti in I fabbricanti di cappelli , quel commerciante ha finalmente risposto a domande approfondite sulla perdita del ruolo.

Parlando con QUELLO 'S Game of Thrones studioso James Hibberd, Il commerciante ha detto , “Girare il pilot è stata una grande lezione. Era un'affermazione sull'ascoltare i miei istinti e seguirli, perché ho cercato di tirarmi indietro da quella situazione e, durante il processo contrattuale, ho fatto indietro. Sono stato riportato in esso da alcune persone persuasive. Poi mi sono ritrovato nudo e spaventato in Marocco e a cavallo che era chiaramente molto più eccitato di essere lì di quanto lo fossi io'.

È una risposta sincera, e un commerciante ha ampliato notando che pensa che Clarke sia stata grandiosa e abbia reso il ruolo iconico, cosa che Merchant sembra suggerire che potrebbe non essere stata in grado di fare perché non era entusiasta 'nel profondo' della serie . Ma ha anche notato la stranezza di 'andare alle audizioni sugli autobus con la faccia di Emilia Clarke sopra'.

È una situazione difficile in cui trovarsi, che Merchant gestisce con grazia, sottolineando come sia più creativamente soddisfatta ora rispetto a più di dieci anni fa. Tuttavia, è un promemoria di quanto possano essere fragili questi sforzi creativi, anche se i fan e le aziende dei media li inondano di lodi e aspettative, trasformando le collaborazioni in marchi monolitici.

Nei 18 mesi da quando Game of Thrones conclusa, una narrativa in crescita nei media suggerisce che gli showrunner David Benioff e D.B. Weiss non poteva prendere una decisione difficile, o almeno intelligente. L'implicazione è che il successo dello spettacolo è attribuibile esclusivamente agli straordinari romanzi di George R.R. Martin. Mentre è vero che il genio narrativo della serie viene da Martin, gran parte di ciò che rende qualcosa di attraente o inebriante per la cultura dei fan deriva da scelte effimere (e spesso dolorose) fatte nel bel mezzo della battaglia creativa. Gli elementi che hanno fatto Game of Thrones un colosso culturale non è stato tramandato completamente formato sulla pagina, e lo spettacolo avrebbe potuto essere molto diverso, o non funzionare affatto, dall'inizio.

Hibberd ha esplorato questo in profondità oltre a parlare con Merchant. Di recente ha fatto un po' di luce sulla segretezza che circonda il gettato via Game of Thrones pilota nel suo recente libro di storia orale sulla realizzazione dello spettacolo, Il fuoco non può uccidere un drago .

'C'era un pezzo di casting che dovevamo ripensare, [un ruolo] che è stato compromesso', ha detto l'allora presidente della programmazione HBO Michael Lombardo nel libro sul casting di Daenerys. Ma non è stata solo la Daenerys di Merchant a essere ricalibrata. Per esempio, orgoglio e pregiudizio l'attrice Jennifer Ehle è stata brevemente scelta per il ruolo di Catelyn Stark nel pilot, ed è stata molto apprezzata da HBO e dagli showrunner.

Ma in Il fuoco non può uccidere un drago , Lombardo ha anche rivelato: 'L'attrice che interpretava Catelyn Stark ha deciso di non volersi trasferire nell'Irlanda del Nord. Sono come ' Che cosa? ' Poi hai una conversazione con te stesso sull'opportunità di costringerla a rispettare il suo contratto. '

Più che il casting, l'intero aspetto del pilot, dai costumi alle location, era drasticamente diverso. Invece di Irish Castle Ward, Winterfell è stato originariamente girato a Doune Castle in Scozia. E all'interno di questi confini, poco del design di produzione o della regia ha catturato la cupa autenticità che è diventata il punto fermo tonale della serie. (Anche il regista pilota Tom McCarthy è stato sostituito nel primo episodio del reshot.)

L'attore Nicolaj Coster-Waldau ha dichiarato: “Nessuno sapeva cosa stesse facendo o cosa diavolo fosse. Ricordo che durante l'arrivo di re Robert [a Winterfell] trovai l'intera cosa ridicola. L'assurdità di fare questo universo parallelo con questi nobilissimi uomini. È un equilibrio molto sottile tra essere seri e crederci ed essere semplicemente cosplayer. Certamente non c'era la sensazione che questo sarebbe stato un ostacolo per chiunque. Ma ci siamo divertiti molto».

Se quegli elementi fossero rimasti al loro posto, lo spettacolo avrebbe potuto essere qualcosa di più sciocco e forse non valeva l'investimento. In effetti, solo di recente è diventato chiaro quanto vicino Game of Thrones è venuto a non essere preso in serie da HBO. Dopotutto, il pilota è stato originariamente sostenuto dal precedente presidente della programmazione HBO Carolyn Strauss. Ma lei e la sua amministrazione avevano lasciato la HBO quando il pilot è stato girato, e Lombardo aveva motivo di diffidare anche prima che il pilot si combinasse così male.

'HBO era molto indecisa', ha detto Benioff in Il fuoco non può uccidere un drago . “È una cosa tradizionale in qualsiasi studio che i progetti dell'ultimo regime saranno meno attraenti per il nuovo regime. E questo è stato un progetto molto costoso'.

In effetti, il co-creatore Weiss ha dichiarato: 'Sembrava che Mike fosse incline al no. Non era affatto contento, e per una buona ragione. Ha deciso che forse sarebbe stato meglio prendere la perdita su questo. ” Ha descritto l'incontro in cui hanno convinto Lombardo a dare loro un'altra possibilità 'come un film dell'orrore' fissando il volto del dirigente. Strauss, che è rimasto come produttore esecutivo su Game of Thrones , ha detto: 'C'era un sacco di accattonaggio e supplica'.

Chiaramente questa serie avrebbe potuto avere un destino molto diverso rispetto al successo che ha definito il decennio che è diventata, proprio come Daenerys avrebbe potuto essere molto diversa interpretata da Merchant.

Con ogni sforzo creativo, ci sono molti 'e se' sulla strada non intrapresa. Per coloro che hanno tanto apprezzato Game of Thrones ' scelte, almeno per i primi cinque o sette anni, vale la pena ricordare.