Terry Brooks sulla fine della saga di Shannara

Alla fine degli anni '70, il primo libro di Terry Brooks, La spada di Shannara , è stato rilasciato al clamore generale dei lettori affamati di fantasia che erano alla disperata ricerca della prossima saga fantasy epica da leggere dopo aver terminato Il Signore degli Anelli . C'erano altri libri fantasy là fuori, ma i lettori accaniti di fantasy ne avevano già letti la maggior parte, e tutti stavano aspettando la prossima grande novità del fantasy.

Quelli erano i giorni in cui qualsiasi lettore desideroso poteva leggere tutto ciò che usciva sotto un determinato genere. Al giorno d'oggi, ovviamente, non puoi nemmeno iniziare a leggere tutto ciò che esce in un sottogenere, figuriamoci in un genere molto popolare come il fantasy epico.

Ma nel 1976, Terry Brooks ha offerto ciò che i lettori di fantasy epico volevano: La spada di Shannara , un libro biblico con copertina e illustrazioni interne del famoso Tim e Greg Hildebrandt. I lettori che stavano pregando per ulteriori avventure di Frodo e Aragorn potevano ora ottenere la loro correzione epica fantasy leggendo la storia di Shea Ohmsford e Menion Leah. E da allora, per oltre tre decenni, Brooks è stato più che buono con i suoi fan. Con 17 Shannara e 5 pre- Shannara romanzi, 1 graphic novel, 5 racconti e una versione annotata di La spada di Shannara stampato finora, Brooks ha soddisfatto i suoi fan.



Brooks era a Montreal il 7 novembre per leggere il suo prossimo libro e parlare di ciò che accadrà nel mondo di Shannara. Brooks ha letto un breve passaggio da La lama del grande druido , il primo libro della Difensori di Shannara trilogy, in uscita nei negozi a marzo 2014. I fan hanno apprezzato la lettura e hanno avuto un'anteprima di altre storie in arrivo nel mondo di Shannara. Ma ai fan è stato ricordato che tutte le cose belle devono finire. Brooks ha detto che questa prossima trilogia è la preparazione per la conclusione dell'intero Shannara saga.

“Ho intenzione di concludere. Lo sto facendo per un paio di motivi. Uno, mi sto stancando un po'. E due, penso che le persone abbiano paura che morirò prima di poterlo finire, e che qualche altro scrittore lo finirà - e non voglio che ciò accada. Quindi, per prevenire ciò, scriverò il finale nei prossimi cinque anni. Ho tanta voglia di fare altre cose. Anche se gli editori e un sacco di fan dicono 'non puoi farlo'. Devi continuare a scrivere Shannara ,' ma non posso più farlo. Devo fare altre cose'.

Anche se questa notizia ha colpito Shannara fan davvero accaniti, Brooks ha aggiunto che non esclude la possibilità di tornare in quel mondo, eventualmente − per scrivere della “preistoria” di quella saga, e di alcuni altri “luoghi” [nel Shannara mondo]. La saga in sé, però, finirà nei prossimi cinque anni.

Brooks ha continuato dicendo che ha lavorato su qualcos'altro, di nascosto. 'Probabilmente in violazione del mio contratto', ha scherzato. Non avrebbe detto molto, tranne che erano libri non collegati in alcun modo con nient'altro che avesse scritto prima. (Quindi le storie non sono ambientate Il Cavaliere del Verbo , Shannara o Magic Kingdom in vendita − Venduto! impostazioni.) Brooks ha detto che ci sono già tre libri del genere là fuori e che ha scritto sessanta pagine di ciascuno finora. Ha detto di voler tornare a quelli nel prossimo futuro e pubblicare qualcosa di totalmente diverso. Brooks vuole alleviare la sua tensione artistica e allontanarsi da qualcosa in cui è stato impantanato – anche se lo ama – e che pensa sia diventato una specie di ripetizione.

Brooks sente di aver raggiunto un punto epifanico in cui il Shannara saga è preoccupata. Ovviamente vuole risolvere l'arco narrativo complessivo che ha iniziato nel 1977 con l'uscita di La spada di Shannara . Negli ultimi romanzi, il conflitto tra magia e tecnologia ha progressivamente assunto un ruolo centrale nelle storie.

Shannara i fan saranno confortati nel sapere che il 2014 non vedrà l'uscita di uno, ma di due Shannara libri. (Brooks lo ha fatto anche nel 2013, per la gioia dei suoi fan). Il bambino oscuro , il secondo libro della trilogia, è previsto per il rilascio più avanti nel 2014. Non è stata annunciata una data di uscita per il terzo, ultimo libro della trilogia ancora senza titolo.

Brooks ha ampliato il on Difensori di Shannara trilogia a cui sta attualmente lavorando e che chiama una “trilogia pre-conclusione” per il Shannara saga. La trilogia è ambientata qualche tempo dopo la conclusione del L'eredità oscura di Shannara trilogia in Spettro della strega , uscito la scorsa estate. Brooks ha avvertito che questi libri sarebbero stati diversi: il personaggio principale non è il protagonista, ma l'antagonista, uno stregone di nome Arcanan che apparirà in tutti e tre i libri. 'È un grosso problema', osserva Brooks, noto per aver creato alcuni dei personaggi malvagi più potenti e intriganti del fantasy epico dai tempi di Sauron.

Questo cambiamento di punto di vista mostra ovviamente che Brooks si sta sforzando di evitare di diventare ripetitivo, come temeva che potesse diventare. E questa non è l'unica sorpresa in serbo per i prossimi libri. I fan saranno anche sorpresi di apprendere che i protagonisti non saranno membri della famiglia Ohmsford, che è stata centrale in tutta la saga. Tuttavia, il protagonista principale del primo libro porta un cognome familiare.

Nell'estratto da La lama del grande druido , Brooks ha introdotto il protagonista; un uomo di nome Paxton Leah -tutti i fan di Shannara riconosceranno immediatamente quel cognome familiare. Brooks presenta Paxton Leah come il risultato della caduta da reale a popolana subita dalla famiglia Leah in seguito all'annessione del Regno di Leah da parte della Federazione nei romanzi precedenti. Quindi non è ovviamente un principe, ma un commerciante che usa il dirigibile per trasportare merci in altre città. Vive con sua madre, una vedova, e sua sorella. Non sa di suo padre. Sua sorella è una giocatrice d'azzardo, saltatrice e bevitrice che frequenta le taverne, anche se ha solo sedici anni. È quindi un grosso problema, non grande quanto Arcanan, ma sembra logico che a un certo punto si sia scontrata con lo stregone. Ha fatto una scommessa con Arcanan che non poteva pagare e lui l'ha portata via. Paxton sale su un dirigibile e vola dove è stata portata per tentare di salvarla. Segue un breve confronto in cui Paxton combatte contro Arcanan, sopravvivendo grazie a un vecchio cimelio di famiglia, la Spada di Leah, che improvvisamente si è infiammata nella vita magica, un'immagine che tutti gli amici di Shannara conosceranno fin dal libro conclusivo della trilogia originale di Shannara, The Wishong di Shannara.

Oltre all'interessante cambiamento di punto di vista, Brooks afferma di aver utilizzato anche un approccio diverso in quella trilogia. È una serie di libri collegati dai personaggi, non dalla storia. La storia è diversa in ognuna, ma Arcanan è il personaggio centrale in tutte. Altri personaggi come Paxton Leah entrano ed escono dai libri in punti diversi. “Volevo solo fare qualcosa di diverso che non fosse la stessa cosa. Non abbiamo una fine del mondo sconvolgente, la distruzione del tema delle Quattro Terre in questi libri. Invece, abbiamo una serie di conflitti molto personali tra Arcanan e alcuni altri che devono essere risolti. Alcuni di essi vengono risolti in ogni libro, ma fondamentalmente è una lunga storia su ciò che accade ad Arcanan. Ed è, infatti, se stai leggendo attentamente tra le righe – e prendendo appunti – la configurazione per come andranno gli ultimi tre libri”.

Il secondo libro, Il bambino oscuro , dovrebbe uscire nelle librerie nell'agosto 2014. L'ultimo libro, che Brooks dice di non aver ancora scritto, è previsto per l'uscita nel 2015. Brooks ha quindi intenzione di scrivere libri diversi prima di affrontare il finale Shannara serie.

L'imminente fine del Shannara serie segnerà la conclusione di un'altra serie di base nel genere fantasy epico, dopo la conclusione di Robert Jordan's Ruota del tempo serie (conclude postuma in collaborazione con Brandon Sanderson), e la più recente conclusione del conclusion Cronache di Tommaso Covenan t di Stephen R. Donaldson con l'uscita di L'ultimo buio all'inizio di quest'anno. Quando gli è stato chiesto quale pensasse fosse la prossima grande novità nel fantasy epico, Brooks ha scherzato, dicendo, forse 50 sfumature di Shannara ? Brooks sente che la maggior parte di ciò che è là fuori in questo momento è molto oscuro, molto sangue – in parte è molto buono. Non vede una tendenza in quel campo, ma ne vede una nel fantasy per giovani adulti, con un sacco di giovani scrittrici come Veronica Roth e altre che scrivono di mondi distopici in cui i giovani stanno combattendo contro la malvagia gerarchia degli adulti. Sente che la scrittura molto buona sta accadendo nella fantasia dei giovani adulti in questo momento.

Quando gli è stato chiesto se si fosse mai immaginato come un romanziere a tempo pieno, Brooks si è sentito straordinariamente fortunato, arrivando nel posto giusto, al momento giusto e con il romanzo giusto. 'La seconda cosa è che devi scrivere più storie', aggiunge Brooks. Anche il libro successivo deve essere buono, o la gente penserà che sia stato un pezzo unico. Brooks dice che Pietre Magiche di Shannara (il suo secondo libro) era un libro migliore. Sente che man mano che invecchi, i tuoi interessi e il modo in cui vuoi affrontare il tuo lavoro cambiano. Quindi devi essere in grado di rotolare con quello. Quando scrivi una lunga serie, il burnout diventa un grosso problema. Quindi devi continuare a sfidare te stesso. Brooks ha evitato questa trappola scrivendo di qualcosa di diverso a volte, il che ha anche aiutato a evitare di cadere in una sorta di solco prevedibile. 'È di quella 'Gabbia d'oro' di cui parlano le persone, perché quando hai scritto un libro come... La spada di Shannara , le persone e gli editori vogliono che tu scriva di più, e di più, perché quelli vendono e alla gente piacciono, ma artisticamente non è necessariamente una buona cosa.

Brooks sente che ci sono troppe serie che si impantanano e non sembrano andare da nessuna parte. Ecco perché gli piace lasciare alcuni personaggi alle spalle e introdurne di nuovi in ​​tempi e luoghi diversi, cambiare un po' le cose. Lo aiuta a sfidarlo e rende interessante per i lettori vedere dove stanno andando le cose. Brooks cita poi la sua lenta reintroduzione della scienza nel mondo di Shannara , un mondo tradizionalmente governato dalla magia, come mezzo per mantenere le cose interessanti e suggerire un'eventuale fine alla competizione tra scienza e magia nei libri a venire. Promette anche un approccio un po' diverso alla magia nel secondo libro della prossima trilogia, Il bambino oscuro , da quello che i lettori hanno visto finora nei precedenti Shannara romanzi.

Brooks è molto preoccupato per la fine di Shannara saga. “La soluzione definitiva per tutto questo è ciò che è importante. Deve sembrare organicamente corretto per il modo in cui la serie è andata. Deve essere grande; deve essere potente. Deve risuonare per tutti i libri a cui ha portato”. Brooks non vuole che i lettori sentano che l'intera serie è stata una perdita di tempo. Dice che lo vede sempre in televisione, scrittori che non sanno come finire una storia. Sente che gli scrittori dovrebbero sapere come finisce una storia prima di iniziare a scriverla, altrimenti scrivono solo nel vuoto. Brooks non vuole che la gente lo dica sulla sua fine.

Brooks ha avuto anche delle novità sul fronte dell'adattamento televisivo. Le Pietre Magiche di Shannara serie (basata sul secondo libro della trilogia originale) sta andando avanti con Sonar Entertainment. Brooks non ha fornito nomi, ma ha menzionato che si erano assicurati un noto regista di lungometraggi il cui lavoro tutti avremmo immediatamente riconosciuto. Anche una rete è interessata a raccogliere la serie ed è attualmente in trattative con Sonar. Brooks ha raggiunto un accordo con Sonar garantendogli il controllo creativo. 'Ho visto alcuni dei lavori preliminari degli sceneggiatori, ed è favoloso.' Ha affermato che le sue richieste di modifica creativa sono state accolte immediatamente.

Brooks attribuisce alle buone trattative e alle persone che si sono assicurati un effettivo controllo creativo su questo progetto. “Non voglio essere un ostruzionista. Hanno apportato alcune modifiche, ma sono buoni cambiamenti. Non mi danno fastidio, e non credo che daranno fastidio alle persone a cui piace Le Pietre Magiche di Shannara .” Alla domanda su chi sarebbe stata la sua prima scelta per interpretare Allanon (il druido/mago e personaggio fondamentale in molti dei Shannara romanzi), Brooks ha risposto che Liam Neeson sarebbe stato perfetto, ma l'idea è stata abbandonata per paura che Neeson chiedesse troppi soldi. Poi Brooks ha suggerito Idris Elba, ma tutti [alla Sonar Entertainment?] sembravano non sapere chi fosse, nonostante l'Elba sia stata una presenza abbastanza presente nei film di genere per diversi anni, più di recente in margine Pacifico e Thor . Brooks ha infine suggerito che avrebbe scelto Allanon da zero con uno sconosciuto, qualcuno che si adatta fisicamente al personaggio e che potrebbe portarlo via. Brooks crede che l'approccio avrebbe avuto successo, ma ha anche detto che non aveva alcun controllo su questo.

La serie dovrebbe arrivare sul piccolo schermo nell'autunno del 2014.

Segui il nostro Feed di Twitter per notizie più veloci e brutti scherzi proprio qui . e sii nostro amico di Facebook qui .