The 100 Season 3 Finale Review: Perverse Instantiation Part 2

Questo il 100 la recensione contiene spoiler.

il 100 : Stagione 3, Episodio 16

Dobbiamo essere davvero onesti su quello che è successo in il 100 il finale della terza stagione. Non era molto buono. In effetti, è stato davvero terribile. È facile dare la colpa di questo ai piedi della trama della Città della Luce, che a partire da questo episodio è finalmente, finalmente conclusa. Ma Alie e i suoi scagnozzi con chip non sono completamente in colpa. No, molta colpa per fault il 100 la caduta in disgrazia nella seconda metà di questa stagione è dovuta all'improvvisa partenza di Lincoln dallo show. Non voglio commentare o speculare su ciò che i produttori hanno o non hanno detto all'attore Ricky Whittle dopo aver firmato per divinità americane che lo ha spinto da il 100 . Ma chiaramente l'assenza di Lincoln ha creato un vuoto nella trama che non ha potuto essere superato dagli autori dello show.

L'intera escursione per trovare Luna è un buon esempio di come il suo personaggio fosse il tessuto connettivo che avrebbe trasformato questa strana deviazione verso la sua piattaforma petrolifera in un momento più pienamente realizzato non solo per Clarke, ma per la serie stessa. Se rimuovi l'aspetto di Luna da questa stagione, il risultato rimarrebbe lo stesso. Luna stessa dice che Lincoln non avrebbe mai portato Clarke ad incontrarla. E se ricordi, lo scopo di quell'incontro era convincere Luna a sottoporsi a una cerimonia dell'Ascensione. Alla fine, Clarke si sottopone lei stessa alla cerimonia. Una volta che la Fiamma si è impadronita del suo corpo, Clarke prende un chip per entrare nella Città della Luce. Questo dà il via a una serie di eventi che sono quasi troppo ridicoli per essere creduti. Ma ne parleremo più avanti tra un po'.



In quest'ultima metà di 'Perverse Instantiation', vengono combattute battaglie su tre fronti: la sala del trono a Polis, ad Arkadia e nella stessa Città della Luce. Ovviamente, tutte e tre le battaglie si riducono a un obiettivo comune: trovare il kill switch di Alie e usarlo per abbattere la maligna A.I. Non succede molto ad Arkadia, però. Raven e Monty trascorrono del tempo fissando lo scorrimento del codice su alcuni monitor mentre Jasper li minaccia attraverso una porta chiusa a chiave. Ad un certo punto, Monty riesce a sparare a Jasper alla gamba. Oltre a ciò, Raven è in grado di creare una vera e propria via di fuga attraverso la quale Clarke può strisciare, ma non prima di aver blasonato detto portello con il segno di un corvo che mi ha ricordato moltissimo il simbolo della Ghiandaia Mocking di Katniss dal Giochi della fame film.

Questa via di fuga è solo uno dei pochi improbabili momenti di deus ex machina nell'episodio. Il più eclatante di questi è Lexa che si presenta per assistere Clarke contro la folla inferocita di Alie. Certo, ha senso che Lexa sia in agguato nel codice da qualche parte, ma la loro riunione non è gioiosa o romantica. È strano nella migliore delle ipotesi, con Lexa che alterna tra parlare a malapena e sputare spiegazioni utili su ciò che Alie è in grado di fare a Clarke ora che l'intelligenza artificiale sa che è stata scheggiata.

I miei problemi con la Città della Luce vanno oltre l'intrinseca stupidità di scavare troppo in scenari di realtà virtuale mal costruiti. Il primo Matrice il film ha gestito magistralmente questo tipo di costruzione del mondo. Il due Matrice sequel, Ricaricato e Rivoluzioni , Non così tanto. Più abbiamo appreso del Matrice in quei sequel, meno reggeva al controllo. Lo stesso vale per il 100 's City of Light, che si appoggia pesantemente non solo sul Matrice sequel per ispirazione, ma su inizio anche. Eppure, invece di essere ispirata da questi film, l'incursione di Clarke nella Città della Luce risulta forzata e stupida. Anche Jasper, felice (e inconsapevolmente), mangiare un cono gelato non aiuta molto.

Per quanto riguarda Lexa, anche se potrebbe essere bello per gli spettatori rivedere Alycia Debnam-Carey, il suo tempo nello show è sprecato. Alla fine, si sacrifica valorosamente alla folla inferocita in modo che Clarke possa fuggire attraverso il suddetto portello fornito da Raven. Prima che Clarke attivi il kill switch di Alie, che è raffigurato come un vero interruttore, il suo corpo fisico incontra alcuni problemi nel mondo reale. Ed è qui nella sala del trono che l'episodio prende davvero una brutta piega.

Nella prima parte del finale, Pike e compagni distrussero qualsiasi mezzo per accedere alla sala del trono. Ma come scopriamo, questo non impedisce a Kane e alle altre persone con il chip di scalare l'esterno della torre. E se ciò non bastasse, affinché la cerimonia dell'Ascensione di Clarke funzioni, deve ricevere una trasfusione di Sanguenero. Bene, sono disposto ad accettare la comodità che Ontari sia a portata di mano per questo, anche se il suo personaggio, che irrompe nello show con tanta ferocia, è ridotto a una sacca di sangue. Ma gli scrittori non si accontentano di lasciare le cose lì. No, a quanto pare, la trasfusione inizia a fallire, il che mette a serio rischio Clarke di vedersi sciogliere il cervello dalla Fiamma. Quindi Abby fa quello che chiunque altro farebbe in quella situazione: allarga la cassa toracica di Ontari in modo che possa iniziare a massaggiarle il cuore per pompare il sangue nella figlia.

A questo punto devo pensare che il 100 ha toccato il fondo. Il che significa che può succedere una delle due cose. Uno, il 100 torna più forte che mai nella quarta stagione per superare i danni causati dalla trama della Città della Luce. O due, lo spettacolo ha ufficialmente saltato lo squalo. Anche se può sembrare che mi diverta a criticare questo spettacolo, spero davvero nell'opzione uno. mi piacerebbe vedere il 100 tornare al suo antico splendore. Sapere che i reattori nucleari del mondo sono collettivamente sull'orlo di una catastrofe catastrofica è intrigante, ma sarà sufficiente per riportare gli spettatori all'ovile la prossima stagione? Il tempo lo dirà.

Un pensiero conclusivo:

Octavia ha finalmente la sua vendetta uccidendo Pike. È un momento veloce, ma è stato anche il più catartico. La vita di Lincoln era importante, per Octavia e per lo spettacolo stesso.

Unisciti ad Amazon Prime: guarda migliaia di film e programmi TV in qualsiasi momento: inizia subito la prova gratuita