Gli scrittori di Battlestar Galactica stanno ancora difendendo quel complotto di Starbuck

Entertainment Weekly ha una sbirciata in Così diciamo a tutti: la storia orale completa, non censurata e non autorizzata di Battlestar Galactica , un nuovo libro che si tuffa in profondità nell'iconica serie di fantascienza. Il frammento si concentra sulla scelta della terza stagione di uccidere temporaneamente il personaggio di Katee Sackhoff, Starbuck, fuori dalla serie, una decisione che è stata uno shock non solo per i fan, ma anche per il cast e la troupe dello show, che inizialmente sono stati lasciati nel oscuro sul fatto che Sackhoff sarebbe tornato alcuni episodi dopo.

Quasi 15 anni dopo, questo scrittore è ancora sconvolto dalla scelta narrativa, che ha portato a una trama incompleta sul destino più grande di Starbuck come una sorta di figura di Cristo, che porta le ultime vestigia dell'umanità sulla Terra. Nel Diciamo così tutti frammenti, gli scrittori cercano di spiegarsi (ha digitato, con amore)…

'Non sapevamo ancora come avremmo pagato le cose, perché era un processo così organico su Battlestar ', spiega lo scrittore e produttore David Weddle. 'Ero pronto per la pre-produzione nei primi due giorni di riprese di 'Rapture' e 'The Eye of Jupiter'. Katee Sackhoff è venuta da me e ha detto: 'Allora, qual è il problema con il mandala? Cosa significa?' Ovviamente non lo sapevo ancora, e ho detto: 'Beh, lo stiamo ancora sviluppando. È un po' prematuro parlarne.' Stavo ballando il tip-tap'.



Sackhoff ha presentato la sua idea. A questo punto, lo showrunner Ronald D. Moore aveva già parlato con Sackhoff del fatto che Starbuck avesse un destino più grande, e Sackhoff si chiedeva se il mandala innescasse un ricordo del mandala nel suo passato che ora interpreta in un modo completamente diverso.

'Sono tornato nella stanza degli sceneggiatori a Los Angeles', continua Weddle, 'e la storia sulla lavagna per l'episodio che avrebbero dovuto scrivere io e Brad. In esso, Lee e Kara stanno orbitando attorno a questo pianeta con molta copertura nuvolosa, e mentre stanno facendo le loro missioni, parlano della loro relazione tesa. Ho detto: 'Beh, l'abbiamo fatto più e più volte. Non possiamo cercare di anticiparlo in qualche modo? Ed ecco cosa ha da dire Katee Sackhoff.'”

Ron l'ha appena afferrato, è corso con esso e ha detto: 'Sì. Facciamolo'. Poi abbiamo avuto l'idea della nuvola intorno al pianeta che iniziava a sembrarle un mandala, e poi tutto questo tema di lei sempre in punta di piedi fino all'orlo della morte. Sai che questo potrebbe essere un veicolo per esplorarlo.

Da lì, alla fine, è arrivata l'idea della morte temporanea di Starbuck, una svolta narrativa che il BSG gli scrittori non avevano in mente una fine precisa per quando il piano è stato ordito per la prima volta. Weddle definisce il piano per uccidere il personaggio di Starbuck 'un'idea incredibile e radicale a cui nessuno di noi avrebbe mai osato pensare'.

Ovviamente, nel tentativo di mantenere segreto l'imminente ritorno dalla morte di Starbuck, gli sceneggiatori di BSG non hanno detto al resto del cast o della troupe della natura temporanea della partenza di Sackhoff.

'Questa è stata una delle cose più stupide che io e David [Eick] abbiamo fatto durante l'intera serie dello spettacolo', racconta Moore. “Sei proprio al culmine dei social media e di Internet che iniziano a scovare spoiler dagli spettacoli. Varie trame vengono mostrate online per la prima volta. Questa sta diventando una cosa con cui nessuno di noi aveva mai avuto a che fare prima. La nostra sensazione era che avrebbe funzionato solo se il pubblico pensava che lo intendessimo e che i personaggi lo intendevano. Cancelleremo il suo nome dai titoli di coda, vogliamo che sia uno shock. Katee sa che sta tornando e le garantiamo il segreto, quindi, ovviamente, diventa un fiasco e Katee dice a tutti che sta per lasciare lo show'.

Edward James Olmos, che interpretava il comandante Adama, era particolarmente contrario alla partenza. Apparentemente, quando ha letto la sceneggiatura, ha dichiarato: 'Lo spettacolo non sarà più lo stesso'. Edward James Olmos è ufficialmente tutti noi.

La resistenza di Olmos all'apparente cambiamento di cast ha portato Sackhoff a dire a Olmos la verità. Si è girato e ha detto all'intero cast, ma, naturalmente, il pubblico è stato tenuto all'oscuro, portando a un'esperienza narrativa che, sebbene impressionante e ammirevole nella sua determinazione a manipolare lo spettatore, non ha mai avuto la sensazione che ne valesse la pena.

Battlestar Galactica rimane uno dei miei programmi preferiti di tutti i tempi e apprezzo il fatto che la stanza degli scrittori sia stata così organica nello sviluppo della sua storia. Non credo che uno show televisivo debba avere un piano dall'inizio, soprattutto considerando quanti elementi della produzione televisiva sono al di fuori del controllo degli sceneggiatori. Detto questo, penso ancora che questa fosse una trama stupida che non aveva senso all'interno della più ampia mitologia dello show che serviva solo a minare il realismo di questo mondo e l'integrità di questo personaggio televisivo oggettivamente meraviglioso.

Nelle notizie correlate, faresti meglio a credere che consumerò ogni pagina di questo libro. Così diciamo a tutti: la storia orale completa, non censurata e non autorizzata di Battlestar Galactica (di i meravigliosi Edward Gross e Mark A. Altman ) è disponibile per l'acquisto a partire da oggi .

Kayti Burt serve come redattore dello staff coprendo libri, TV, film e cultura dei fan a Den of Geek . Amante da lungo tempo di tutto ciò che è fantascienza e fantasy, è un'imperturbabile difensore del potere della narrazione speculativa e una sostenitrice della TV sentimentale. Leggi di più sul suo lavoro qui o seguila su Twitter @kaytiburt .