La bellezza nel finale non convenzionale di La La Land

Questo articolo contiene La La Land spoiler.

Ci sono molte cose che potresti definire straordinarie su La La Land , il musical ha già conquistato la stagione dei premi e sembra destinato a conquistare il titolo di miglior film agli Oscar. C'è la sua sontuosa fotografia a colori primari, la sua colonna sonora da sogno e il suo sfacciato ritorno a una vecchia Hollywood dove i musical erano all'ordine del giorno.

Ma la cosa più notevole, la cosa che è stata più discussa da critica e pubblico dalla sua uscita, è la sua fine.



Come alcuni dei più grandi film di quest'anno ( Rogue One , Arrivo ) i momenti finali del film sconvolgono le aspettative del pubblico proprio all'ultimo secondo, sostituendo la risoluzione prevista con un finale più complicato e agrodolce. La vita è raramente così semplice come ci direbbero i film, dopotutto, e quella verità dietro la fantasia scintillante è La La Land È tutto scopo.

È insolito che un musical così grande e sontuoso finisca con una nota bassa, poiché il genere è stato a lungo caratterizzato dai suoi archi ordinati e dai finali che soddisfano i desideri. Su questo punto molti hanno puntato al musical di Jacques Demy del 1964 Gli ombrelli di Cherbourg . Damien Chazelle lo ha definito uno dei suoi film preferiti, ma la somiglianza di battute tra i due tradisce questo fatto a prescindere.

Nel film di Demy, una coppia un tempo innamorata ma da tempo separata da circostanze al di fuori del loro controllo si incrociano di nuovo e testimoniano le vite che ognuno di loro ha costruito a causa, piuttosto che nonostante, il sacrificio della propria vita insieme. È un momento dolorosamente triste, poiché scambiano chiacchiere piuttosto banali mentre l'immensità di ciò che avrebbe potuto essere è sospesa nell'aria.

Viene immediatamente evocato nella scena finale di La La Land quando Mia e Sebastian incrociano gli occhi sul jazz club che quest'ultimo ha sempre promesso di aprire. Mia prima vede il cartello che ha disegnato tanti anni fa, e poi si siede ad ascoltare Sebastian suonare il loro tema. Non appena inizia, il film passa a un balletto da sogno di tutto ciò che abbiamo visto fino a quel momento, solo con alcune differenze vitali.

Questa volta non sono stati commessi errori e non sono stati messi in atto tradimenti. Sono beatamente innamorati e, dopo il successo dell'audizione di Mia per un lavoro a Parigi, i due si trasferiscono lì insieme per iniziare una vita. In altre parole, possiamo vedere le nostre aspettative iniziali realizzarsi, inclusa una scena chiave mostrata nei trailer che non compare fino ad ora, prima che si presenti una realtà più dura.

Vediamo tutto questo rappresentato da sequenze di danza, giochi di ombre e ricreazioni in stile film casalingo della vita non vissuta. La musica finisce, Mia si alza per andarsene e i due condividono un sorriso d'intesa. È una delle più belle rappresentazioni di rimpianto misto a chiusura che abbia mai visto sullo schermo: uno sguardo un perfetto distillato di ciò che avrebbe potuto essere, ciò che è stato e ciò che è in grado di essere ora a causa di ciò.

Naturalmente, molti film concludono le loro storie d'amore centrali con una rottura, o almeno un addio ambiguo. Prima dell'alba si snoda con i suoi contatti che partono separatamente con la speranza di rivederci tra un anno (che poi apprendiamo in Prima del tramonto non è successo), Luce sempiterna della mente pura postula che una relazione sia utile, anche se sai che è destinata a fallire, e Come un matto finisce con la sua coppia insieme, ma forse dimenticando il motivo per cui hanno combattuto così duramente in primo luogo.

Un altro musical moderno, Una volta , sceglie anche di offrire il proprio finale agrodolce e la versione cinematografica di Gli ultimi cinque anni esplora cosa succede quando due persone creative si scontrano prima di aver trovato il successo e lo scopo individuali.

I musical sono posizionati in modo univoco per esplorare le cose non dette tra due persone e La La Land sfrutta al massimo questo con temi musicali ricorrenti sparsi in tutto. Il balletto dei sogni - una classica convenzione musicale cinematografica - è progettato per riassumere l'intera esperienza della relazione di Mia e Sebastian senza nemmeno una parola pronunciata, in modo che possano finalmente lasciarla andare.

Indipendentemente da ciò che la maggior parte dei piatti di Hollywood potrebbe dirci, non tutti otteniamo l'immagine del lieto fine perfetto, la dissolvenza verso il nero, il lieto fine. La maggior parte di noi si accontenta di una qualche forma di felicità e appagamento che arriva in mezzo al caos e all'incertezza, e quelle arrivano solo attraverso una serie di inizi e finali. Tutti quei pezzi in mezzo sono ciò che ci rende ciò che siamo.

Il resto viene riprogrammato in un ricordo colorato di rosa, i bordi scomodi vengono levigati per il bene di entrambe le parti. Gli ultimi momenti di La La Land inviare un messaggio chiaro: mentre l'unione può sicuramente portare a una bella musica, gli assoli valgono da soli.

***Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta il 19 gennaio 2017.