I migliori film horror inquietanti

Creepy non è la stessa cosa di spaventoso.

Ovviamente i film horror possono essere spaventosi semplicemente usando rumori forti e movimenti improvvisi per far sobbalzare il pubblico, ma inquietante è più difficile da realizzare. Per essere effettivamente inquietante, un film deve creare una certa atmosfera; ha bisogno di attirarti e farti interessare. Ha bisogno di darti qualcosa a cui pensare quando stai cercando di addormentarti la notte; per farti chiedere se quel rumore scricchiolante nel corridoio fosse solo l'assestamento della casa o qualcosa in agguato nell'ombra. Creepy rimane con te. Ti fa venire la pelle d'oca.

Ecco 85 dei migliori film horror (in nessun ordine particolare) per raffreddare le ossa. Goditi gli incubi.



Jordan Peele

Noi (2019)

Il seguito di Jordan Peele al suo vincitore del premio Esci è un altro orrore sociale. Anche se potrebbe non essere così completo o coerente come Esci (la fine è un po' un casino) Noi è probabilmente più spaventoso di Esci mentre una famiglia che soggiorna in una casa per le vacanze si ritrova tormentata da repliche malvagie di se stessa. È un film che ti tiene costantemente al passo con le interpretazioni del cast principale - Lupita Nyong'o, Winston Duke, Shahadi Wright Joseph ed Evan Alex - assolutamente perfetto e mai meno convincente come versioni buone e cattive di se stessi.

Viene di notte (2017)

Viene di notte (2017)

Sebbene il materiale di marketing fosse in qualche modo fuorviante, con il tizio dall'aspetto spaventoso sopra (che in realtà non è affatto una parte importante del film), Viene di notte , dal regista Trey Edward Shults è un claustrofobico a combustione lenta che aumenta insidiosamente il fattore di creep . Joel Edgerton interpreta il patriarca di una famiglia rintanato in una capanna nel bosco per sfuggire a un virus diffuso senza nome. Ma quando un uomo, sua moglie e il loro bambino arrivano in cerca di un riparo, la sua vita familiare viene sconvolta. Un horror di formazione con uno dei finali più cupi in circolazione.

Il signor Jones (2013)

Il signor Jones (2013)

Nessuno sa chi sia il signor Jones. L'artista è un recluso, ma le sue bizzarre sculture lo hanno reso famoso in tutto il mondo. Quando un documentarista e la sua ragazza si imbattono in quello che sembra il suo laboratorio, diventano ossessionati dallo scoprire la verità su Mr. Jones, ma la verità non è particolarmente facile da digerire.

Uno dei film di filmati trovati più eleganti che tu abbia mai visto, i produttori conoscono le regole del genere abbastanza bene che quando le infrangono, si aggiungono alla storia piuttosto che sminuirla. Inoltre, quegli spaventapasseri sono pietrificanti.

Film horror - Sotto l

Sotto l'ombra (2016)

Ambientato nella Teheran dilaniata dalla guerra alla fine degli anni '80, Sotto l'ombra vede un aspirante dottore combattere le forze del male per sua figlia (e la sua sanità mentale) anche se tutti intorno a lei fuggono verso un terreno più sicuro. La giustapposizione di minacce terrene e soprannaturali rende questo film terrificante e unico, e Shideh (Narges Rashidi) è un'eroina meravigliosamente complessa e simpatica. Non molti film potrebbero rendere terrificante un foglio di tessuto stampato, ma Sotto l'ombra lo gestisce.

Luce a gas (1940)

Luce a gas (1940)

Bella (Diana Wynyard) pensa che stia perdendo la testa. Continua a perdere cose e le luci di casa sua sembrano tremolare, anche se suo marito Paul (Anton Walbrook) le dice che non riesce a vedere nulla di sbagliato. Inoltre ci sono quei passi al piano di sopra... Solo da quella descrizione, potresti pensare che Gaslight Gas si rivelerà essere una storia di una casa stregata , ma la vera spiegazione per tutte le stranezze è molto più sinistra di così. Walbrook è sinistro come nessun altro.

Il Babadook (2014)

Il Babadook (2014)

Un personaggio di un terrificante libro per bambini prende vita per perseguitare una madre single (Essie Davis) in lutto per la perdita del marito in questa bellissima e dolorosa meditazione sulla depressione e la disperazione. Mr. Babadook con il cappello a cilindro con il suo orribile, terribile sorriso è ovviamente inquietante come tutti, ma Noah Wiseman come il suo bambino bisognoso e incontrollabile gli dà una corsa per i suoi soldi in inquietudine .

Il chiaroveggente (1934)

Il chiaroveggente (1934)

Maximus, King Of The Mind Readers (Claude Rains) esegue incredibili prodezze di chiaroveggenza sul palco ogni sera davanti a un pubblico adorante. Il problema è che è falso: la lettura della mente avviene attraverso un codice segreto che Maximus ha inventato per comunicare con la sua assistente moglie, Rene (Fay Wray). Ma una notte incontra Christine (Jane Baxter) e le sue abilità diventano reali. Può davvero predire il futuro. Se hai già indovinato che si rivelerà più un peso che un regalo, hai ragione. Girato magnificamente, recitato meravigliosamente, questa è una delizia inquietante.

Film horror - Dormi bene (2011)

Dormi bene (2011)

Il secondo film di Jaume Balaguero in questa lista è desolante e terrificante come il primo: Dormi bene vede un portiere irrompere di nascosto nelle case delle persone che dovrebbe servire per cercare di renderle infelici come lui. Quando Cesar (Luis Tosar) scopre che un inquilino è più difficile da turbare rispetto agli altri, il suo comportamento si intensifica fino a commettere crimini inimmaginabilmente grotteschi contro la povera ragazza. Il finale ti farà rabbrividire al tuo posto.

Lago Mungo (2008)

Lago Mungo (2008)

Questo strano film trovato dall'Australia prende il formato di un mockumentary incentrato sulla famiglia di una ragazza morta che pensa che ci siano avvenimenti soprannaturali che circondano la loro casa. Ha un debito con Cime gemelle nella sua strana atmosfera di quartiere, e la trama tortuosa riserva molte sorprese, poiché il film spiazza il pubblico più e più volte. È inquietante per tutto il tempo, ma quando finalmente scopri cosa sta succedendo non è solo terrificante ma anche emotivamente devastante .

Morto di notte (1945)

Morto di notte (1945)

Probabilmente la migliore antologia horror mai realizzata, questa produzione di Ealing Studios include cinque storie individuali e una narrativa avvolgente. Il wrap-around vede un consulente arrivare in una casa di campagna solo per scoprire che riconosce tutti gli ospiti della casa: li ha visti tutti in sogno.

Spaventati, gli ospiti iniziano a raccontare le proprie storie del perturbante, ognuna più snervante dell'altra. Bene, tranne quello sui giocatori di golf, ma quello è lì solo per un leggero sollievo prima che il film ti colpisca con il manichino del ventriloquo più spaventoso mai impegnato in un film. Semplicemente eccellente, a tutto tondo.

Ereditario (2018)

Ereditario (2018)

Uno dei film più strazianti degli ultimi anni è ereditario , il lungometraggio d'esordio di Ari Aster . Toni Collette interpreta una madre che cerca di tenere insieme la sua famiglia all'indomani di una tragedia, mentre intorno a lei le vicende soprannaturali iniziano a intensificarsi.

ereditario è stato chiamato L'esorcista per una nuova generazione, anche se è molto di più. In effetti a volte, ereditario è quasi troppo spaventoso, così opprimente è l'angoscia e il terrore crescenti. Questo è puro cibo da incubo.

Film horror - Nina per sempre (2015)

Nina per sempre (2015)

Rob (Cian Barry) non riesce a dimenticare la sua ex ragazza. Nina (Fiona O'Shaughnessy) è morta in un incidente d'auto, il che è già abbastanza grave, ma quando inizia provvisoriamente una relazione con la sua collega, Holly (Abigail Hardingham), si ritrova perseguitato da Nina. Letteralmente. Si materializza nel suo letto ogni volta che lui e Holly fanno sesso – potrebbe essere morta, ma non si lascia andare.

'Creepy' non sembra una parola abbastanza forte per descrivere questo film - 'devastante' potrebbe farlo. È un ritratto sensibile e orribile del dolore, con un senso dell'umorismo oscuro come l'interno delle tue palpebre e un po' di sangue estremamente sconvolgente. Geniale, ma non per i deboli di cuore.

Pettirosso (1970)

Pettirosso (1970)

Quando si trasferisce da Londra in un minuscolo cottage di campagna, Norah (Anna Cropper) si aspettava che il cambiamento fosse un po' strano, ma non così strano come alla fine si è rivelato. Quando conosce la gente del posto, si ritrova spinta verso una relazione con Rob (Andrew Bradford), amante del karate, e mentre inizialmente è un gioco, scopre presto che le sue scelte vengono fatte per lei. È un po' uomo di vimini , un po Il bambino di rosmarinoma , e un sacco di inquietudine.

Segue (2014)

Segue (2014)

Ispirato da un incubo ricorrente che il regista David Robert Mitchell ha avuto in gioventù, Segue è una versione intelligente e bizzarra del film slasher , con, beh, un fantasma trasmesso sessualmente. Maika Monroe interpreta una giovane donna perseguitata da uno spettro mutaforma dopo un incontro sessuale che lentamente ma inesorabilmente la segue ovunque – il film gioca con il pubblico abilmente, facendoci indovinare se i personaggi di sfondo potrebbero davvero essere il mostro. Ultra moderno e molto efficace, questo ti lascerà saltare nell'ombra molto tempo dopo il lancio dei titoli di coda.

La maschera della morte rossa (1964)

La maschera della morte rossa (1964)

Un proprietario terriero tirannico è afflitto da, beh, una vera e propria piaga nell'adattamento di Roger Corman di una storia di Edgar Allan Poe. Vincent Price interpreta il principe satanico Prospero, che governa il suo villaggio con pugno di ferro, condannando a morte le persone per la più lieve offesa e rapendo qualsiasi donna che gli piaccia, ma tutti i suoi mali tornano a perseguitarlo quando lancia un palla e la morte si presenta. Opportunamente, ha la qualità allucinogena di un sogno febbrile, e le varie incarnazioni della Morte sono meravigliosamente inquietanti.

Come sopra, così sotto (2014)

Come sopra, così sotto (2014)

Un gruppo di esploratori si dirige nelle profondità delle catacombe di Parigi, solo per scoprire che sono andati un po' troppo in profondità e sono incappati in una dimensione alternativa che potrebbe effettivamente essere l'Inferno. È un concetto brillantemente esagerato e il modo in cui si svolge è incredibilmente inquietante. Sì, si tratta di filmati trovati, e sì, è un po 'sciocco - lancia citazioni da Dante e alcuni troppi fantasmi dalla faccia triste - ma alcune delle paure lungo la strada sono davvero spaventose. Sospendi la tua incredulità e lascia che ti spaventi .

L

L'occhio (2013)

Undici anni fa, Alan (Rory Cochrane) ha comprato uno specchio antico... e poi è morto, insieme a sua moglie. Secondo la polizia, sono stati assassinati dal figlio di 10 anni. Secondo la loro figlia, lo specchio è infestato e qualcosa di soprannaturale ha causato la loro morte. Ora che Tim (Brenton Thwaites) è uscito di prigione, Kaylie (Karen Gillan) vuole dimostrare che era innocente conducendo un esperimento sullo specchio... Ma inavvertitamente mette di nuovo entrambi in pericolo.

È agghiacciante. Il modo in cui il regista Mike Flanagan gioca con la realtà, costruendo un'incertezza insopportabile attraverso angolazioni di ripresa e falsi ricordi, rende questo film incredibilmente spaventoso e incredibilmente triste .

La strega (2015)

La strega (2015)

Dopo essere stata scacciata da una piantagione del New England per non aver interpretato le scritture allo stesso modo degli anziani della colonia, una famiglia si mette in proprio e scopre presto quanto possa essere inospitale il loro nuovo paese d'origine sconosciuto. La strega è un pezzo d'epoca , e il linguaggio è opportunamente arcaico, ma non lasciarti scoraggiare: è un ritratto brillantemente agghiacciante della vita puritana , dove la fede può fare la differenza tra la vita e la morte, e l'orrore è sempre solo un raccolto fallito.

L

L'orrore di Amityville (1979)

L'orrore di Amityville è il storia della casa stregata. Se dovessi guardare solo un film sulla casa stregata, dovrebbe essere questo, perché questa è la storia archetipica: una famiglia si trasferisce in una casa dove sono avvenuti orribili omicidi, e poi gli accadono cose brutte. Riesce in un sacco di cose che gli imitatori in seguito non hanno fatto, ovvero che dà un senso alla decisione dei Lutz di acquistare la casa, e costruisce anche l'orrore lentamente, così che quasi non si accorgono quando le cose vanno male in casa passare da problemi fastidiosi a un vero e proprio orrore. Se hai cambiato casa di recente, questo ti colpirà dove fa male.

L

L'evocazione (2013)

Se dovessi guardare solo due film sulla casa stregata, il secondo dovrebbe essere sicuramente l'evocazione . L'ode all'horror degli anni '70 di James Wan ha molto in comune con L'orrore di Amityville , ma ha anche molte idee proprie - e almeno una mezza dozzina di momenti che ti faranno saltare il cuore in bocca.

Le riprese, la musica, i bambini carini bloccati nel mezzo di un'epica guerra spirituale... tutto si aggiunge a un'esperienza completamente terrificante. Probabilmente dovrai dormire con una luce notturna per una settimana dopo.

Il mutante (1980)

Il mutante (1980)

George C. Scott interpreta il Dr. John Russell in questa classica storia di fantasmi, una delle preferite di Gli altri regista Alejandro Amenabar. Dopo la tragica scomparsa di sua moglie e suo figlio, il dottor Russell si trasferisce in una disordinata villa vittoriana per comporre musica e raccogliere i pezzi della sua vita. Viene presto svegliato da implacabili suoni rimbombanti provenienti dall'impianto di riscaldamento, precisamente alle 6 del mattino ogni giorno... Poi c'è il vecchio trucco dell''apparizione nella vasca che si riempie da solo' (in realtà, questa potrebbe essere la prima volta che accade sullo schermo, ma sicuramente non sarà l'ultimo).

Questo è uno di quei film che centrano tutti i cliché: la gente va in soffitta buia e lugubre per cercare indizi, e in biblioteca per cercare vecchi archivi di notizie sulle microfiche; visitano il cimitero e, infine, tengono una seduta spiritica (che è estremamente inquietante). La colonna sonora inquietante e l'abile narrazione si traducono in un film che rimuove lentamente i suoi strati misteriosi per un finale soddisfacente.

Il dono (2015)

Il dono (2015)

Se scendi nel bosco oggi, assicurati di non rubare o rompere nulla, altrimenti il ​​Dono ti prenderà. Il chirurgo degli alberi Adam e la sua famiglia si trasferiscono in un'antica fattoria per iniziare a valutare il terreno per gli sviluppatori e si scontrano rapidamente con le creature soprannaturali in agguato tra gli alberi, il che si rivela davvero una pessima idea. Questo film ha tutto: mitologia inquietante, grottesco orrore del corpo e la linea più sorprendente di dialoghi premonitori che tu abbia mai sentito.

Il non invitato (1944)

Il non invitato (1944)

Una coppia di londinesi in vacanza in Cornovaglia si imbattono in una splendida casa abbandonata sul lungomare e decidono immediatamente di volerla acquistare. Il proprietario, un vecchio colonnello scontroso, è felice di venderglielo sul posto, ma sua nipote è riluttante. Si scopre che la casa ha dei segreti e, sì, un fantasma. Il dialogo in questo film è incredibile in un modo molto anni '40, e il tono può essere occasionalmente accusato di allegria, ma ha anche i suoi momenti di inquietudine adeguata. Da gustare con un bicchiere di sherry.

Saint Maud A24 ottiene la versione teatrale

Santa Maud (2019)

Uno dei migliori film dell'anno, il primo lungometraggio di Rose Glass è uno studio su una giovane infermiera di cure palliative che inizia a credere di essere in missione da Dio per salvare l'anima del suo paziente morente.

È un film sui conflitti tra mente, corpo e anima, ma la porta in un territorio di genere mentre Maud (Morfydd Clark) sente Dio che le parla direttamente e punisce il suo stesso corpo nel tentativo di sentirsi più vicino al suo lato spirituale, mentre il cancro la crivellata Amanda (Jennifer Elhe) celebra il suo corpo mentre la delude. Girato a Scarborough di tutto santa maud è spiazzante fino all'indelebile finale. Assolutamente da guardare.

Picco cremisi (2015)

Picco cremisi (2015)

direttore Guillermo del Toro insiste che Picco Cremisi non è un film horror ma è, invece, un romance gotico. Ciò non significa che non sia inquietante come tutto, però. Quando l'aspirante autrice Edith Cushing (Mia Wasikowska) incontra l'affascinante baronetto Thomas Sharpe (Tom Hiddleston), si innamora perdutamente e accetta di tornare nella sua casa ancestrale, Allerdale Hall, alias Crimson Peak. Ma la casa è in rovina e piena di fantasmi, e nemmeno la sorella di Sir Thomas sembra molto amichevole...

L'estro visivo di Del Toro è in pieno effetto qui, e ogni fotogramma di questo film (anche quelli spaventosi) è straordinariamente bello da guardare. È un piacere.

Baskin (2015)

Baskin (2015)

Un gruppo di poliziotti risponde a una chiamata dal nulla e inconsapevolmente inciampa in qualcosa che può essere descritto solo come 'un incubo' in questo horror turco che striscia sulla pelle. Abrasivo, aggressivo e volutamente difficile, questo è il tipo di film che ti scava in profondità nel cervello, solo per riemergere in seguito nel peggior momento possibile. Poi di nuovo, quando sei bloccato in mezzo al nulla con solo colleghi morti e Silent Hill mostri in stile per compagnia, probabilmente non hai bisogno dei ricordi di un film horror per spaventarti.

Casa sua

La sua casa (2020)

Un film Netflix che potrebbe lasciare il segno nella stagione dei premi, il debutto alla regia di Remi Weekes, vede una coppia di rifugiati sudanesi cercare un alloggio a Londra solo per ritrovarsi perseguitati dai fantasmi del passato e del presente. Questo è un vero horror ed è inquietante come l'inferno, ma si appoggia anche all'orrore della situazione dei rifugiati con i due emarginati, limitati e trattati come estranei fin dall'inizio: è un orologio potente ma scomodo.

Ospite

Ospite (2020)

L'orrore che definisce il 2020 - scritto, girato, montato e pubblicato su Shudder in sole 12 settimane - Ospite è molto più di una trovata per il lockdown. Seguendo un gruppo di amici che decidono di fare una seduta spiritica tramite una chat Zoom, questo ingegnoso film si basa sulle amicizie della vita reale del cast e della troupe e sull'assoluta ubiquità del software video durante l'isolamento. È anche seriamente inquietante, utilizzando visioni nell'ombra ma in seguito alcune acrobazie davvero impressionanti. Il regista Rob Savage e lo scrittore Jed Shepherd hanno firmato per un contratto di tre film da Blumhouse sulla forza di questo film che deve assolutamente essere visto.

L

L'ossessione (1963)

Da non confondere con il remake del 1999, questo gioiello retrò retro non solo presenta alcune sequenze classiche di eventi spettrali, ma una visione filosofica del paranormale. Come dice John Markway, 'Il preternaturale è qualcosa per cui non abbiamo alcuna spiegazione naturale in questo momento, ma che probabilmente avremo un giorno: il preternaturale di una generazione diventa il naturale della successiva. Gli scienziati una volta ridevano dell'idea dell'attrazione magnetica; non potevano spiegarlo, quindi si sono rifiutati di ammettere che esiste.

Il dottor Markway (Richard Johnson) sta indagando sulla misteriosa Hill House, i cui abitanti spesso muoiono in circostanze strane. Con lui ha Luke (Russ Tamblyn), il cinico erede della casa, il sensitivo Theo (Claire Bloom, troppo figo per la scuola) e Julie Harris nei panni di Eleanor, che ha alcuni fantasmi ma immagina un soggiorno gratuito in un la villa è il più vicino possibile a una vacanza. Markway è lieto che le donne non abbiano fatto alcuna ricerca sulla cattiva reputazione della casa 'Tanto meglio. Dovresti essere innocente e ricettivo.” (Il vecchio cane.) Questa è una grande storia incentrata sui personaggi con un senso dell'umorismo asciutto e un'eroina misteriosa che si sente stranamente a suo agio con il soprannaturale.

Non amico (2014)

Non amico (2014)

Un ammonimento sui pericoli del cyberbullismo, non amico raggiunge l'apparentemente impossibile e riesce a rendere terrificanti gli effetti sonori standard dei programmi per computer di tutti i giorni. L'intera storia viene raccontata attraverso il desktop di un personaggio, quindi puoi guardarla mentre parla su Skype con i suoi amici, pubblica su Facebook o sceglie qualcosa da ascoltare su Spotify. I dettagli sono affascinanti ed è geniale come i realizzatori riescano a esprimere così tanto su un personaggio attraverso i segnalibri del suo browser e i messaggi che digita, ma non invia. Una volta che l'orrore entra in gioco, però, sarai troppo spaventato per notare molto di più dell'intelligenza.

Otturatore (2004)

Otturatore (2004)

Jane (Natthaweeranuch Thongmee) sta tornando da un matrimonio con il suo fidanzato Tun (Ananda Everingham) quando colpisce una ragazza – in preda al panico, lasciano il corpo disteso sulla strada e cercano di andare avanti con le loro vite. Cominciano a sentirsi scossi quando la fotografia di Tun è rovinata da ombre nebbiose ed entrambi soffrono di una strana allucinazione che sembra mostrare che la loro vittima mordi e fuggi (Achita Sikamana) non sta riposando in pace.

Dove sarebbero i film horror senza camere oscure fotografiche? Anche nell'era digitale, la fioca luce rossa e le immagini che emergono lentamente rimangono i classici strumenti di terrore. Per non parlare della stanza con file di vasi contenenti animali in salamoia, e l'omaggio a sorpresa a Psicopatico . Questa storia ha tutto. Ci sono anche tocchi di umorismo oscuro in tutto (la mantide religiosa è un motivo ricorrente) e una delle scene più agghiaccianti ha un esilarante payoff.

I registi Banjong Pisanthanakun e Parkpoom Wongpoom creano abilmente personaggi reali e hanno la capacità di comunicare alcuni dei momenti più potenti ed eloquenti senza dialoghi. Il mistero si infittisce man mano che vengono alla luce prove più sinistre e il climax è davvero agghiacciante. Questo è uno che rimarrà con te molto tempo dopo Halloween.

bambino ragno (1967)

bambino ragno (1967)

I bambini Merrye vivono in mezzo al nulla, con solo l'altro e il loro autista di famiglia, Bruno (Lon Chaney Jr) per compagnia. Il che è meglio così, perché sono tutti afflitti dalla maledizione della famiglia, una bizzarra stranezza della genetica che fa sì che i membri della famiglia Merrye inizino a de-evolversi una volta raggiunta una certa età. Quando alcuni parenti lontani vengono a trovarci, con l'intenzione di sfidare il diritto dei bambini a rimanere in casa, le cose si guastano velocemente. È una commedia horror, questa, ma se non sei un po' spaventato da Virginia (Jill Banner), lo Spider Baby del titolo e il suo gioco di ragni, beh, buona fortuna a te.

Cosa c

Cosa c'è sotto (2000)

Robert Zemeckis dirige Michelle Pfieffer e Harrison Ford in questo patinato thriller soprannaturale, con risultati prevedibilmente di alta qualità. Clare e Norman Spencer vivono una vita perfetta, specialmente ora che la loro figlia è partita per il college e si stanno godendo la sindrome del nido vuoto. Ma i vicini stanno causando qualche preoccupazione, specialmente quando la moglie scompare e Claire crede che stia cercando di comunicare con lei 'dall'altra parte'.

Zemeckis ha ammesso che questo è il suo omaggio a Hitchcock e, fedele alla forma, la suspense cresce deliziosamente lentamente. Quando Claire inizia a vedere facce nella vasca da bagno (dove altro?) va a parlarne con uno psichiatra. Una sessione con una tavola Ouija dimostra che qualcuno sta cercando di contattare Claire, e non passa molto tempo prima che rubi i ricordi di genitori in lutto e legga libri con capitoli intitolati 'Evocazione dei morti'.

Il risultato è un film forte, sia che ti piaccia la storia di fantasmi o l'aspetto di 'Yuppies in pericolo in una bella casa' (e non fa male che Michelle sia luminosamente bella).

Film horror - Cat People (1942)

La gente del gatto (1942)

L'immigrata serba Irena non ha un amico al mondo quando incontra Oliver. È gentile e premuroso e presto si innamorano, nonostante la mancanza di affetto fisico di Irena. È convinta di vivere sotto una maledizione che significherà che si trasformerà in una pantera e ucciderà qualsiasi uomo che baci, e nonostante abbia visto uno psichiatra (profondamente inappropriato), non può scuotere le sue convinzioni. Oliver è inizialmente paziente ma alla fine si ritrova ad innamorarsi della sua collega molto più ragionevole, Alice. Non c'è modo che questo triangolo amoroso possa finire felicemente e, beh, non è così. gente di gatto è triste oltre che inquietante, con un'atmosfera sempre più paranoica esaltata da abili giochi di ombre.

Film horror - Il senza nome (1999)

Il senza nome (1999)

Cinque anni dopo la scomparsa della figlia Angela, presumibilmente morta, Claudia inizia a ricevere strane telefonate. Una voce femminile afferma di essere Angela e implora sua madre di salvarla. Una serie di strani indizi porta Claudia a indagare su uno strano culto... ma quando le cose si incastrano troppo facilmente, sembra che qualcuno possa attirarla in una trappola. Tematicamente, Il senza nome è simile al film successivo di Jaume Balaguero Buio ; c'è una sensazione simile di disperazione e disperazione, un orrore strisciante che non si ferma, condito con un finale orribilmente pessimista. Brrrr.

Film horror - Vicolo cieco (2003)

Vicolo cieco (2003)

La famiglia Harrington sta tornando a casa per Natale quando decidono di prendere una scorciatoia. Ovviamente, si rivela una cattiva idea. Raccogliere un misterioso autostoppista è un'idea ancora peggiore. Senza uscita non è un film particolarmente originale e ha un finale davvero orribile, ma c'è qualcosa nei suoi personaggi, nella sua atmosfera e nel modo in cui racconta la storia logora che è davvero efficace. E inquietante, ovviamente.

Gli altri (2001)

Gli altri (2001)

Ogni storia di fantasmi introduce un elemento di incertezza: queste cose stanno realmente accadendo o sono nella tua testa? Piace Gli innocenti , Gli altri è in parte ispirato dalla novella di Henry James Il giro di vite . Grace (Nicole Kidman) ha trasformato l'essere nevrotica in un lavoro a tempo pieno; i suoi figli apparentemente soffrono di una sensibilità alla luce, il che significa che la dimora gotica in cui abitano deve essere sempre avvolta da spesse tende. Questo rende le cose difficili per i nuovi servitori, che si sono presentati in un modo molto misterioso...

La figlia di Grace ha un compagno di giochi immaginario chiamato Victor; la sua insistenza sul fatto che ci siano 'altre persone' in casa irrita Grace finché non inizia a sentirle anche lei. Un pianoforte che suona da solo, lampadari che scuotono e alcune allucinazioni davvero traumatiche si aggiungono al panico mentre Grace chiede esattamente con chi sta condividendo la sua casa. La tensione raggiunge livelli quasi insopportabili prima di un finale davvero inquietante. Una sceneggiatura intelligente con una svolta superba, recitazione di qualità e un set atmosferico (completo di cimiteri, nebbia e foglie autunnali): cosa si può volere di più in un film inquietante?

Film horror - La notte dei morti viventi (1968)

La notte dei morti viventi (1968)

'Sta succedendo e nessuno è al sicuro'. La notte dei morti viventi presenta alcune delle trasmissioni radiofoniche più brillantemente inquietanti di tutto l'orrore. Quando un gruppo di estranei finisce intrappolato insieme in una fattoria isolata dopo che i morti iniziano a risorgere, nessuno ha voglia di fare amicizia, e sono i propri pregiudizi e la testardaggine che portano alla loro rovina. (Beh, quello, e il fatto che nessuno si rendesse conto che essere morso da un ghoul avrebbe portato alla morte e alla reincarnazione. Oops.)

L'immaginario degli zombi è tra i più inquietanti mai realizzati su un film, con ghoul dagli occhi vuoti che vagano dentro e fuori dall'ombra, masticando parti del corpo smembrate mentre barcollano, costantemente alla ricerca di carne fresca...

Film horror - Candyman (1992)

l'uomo delle caramelle (1992)

Pronuncia il suo nome cinque volte in uno specchio e appare Candyman. Nonostante il suo nome dal suono dolce, non è qualcosa che vuoi davvero fare: Daniel Robitaille era un artista assassinato, punto a morte dalle api in un attacco razzista, e quindi tende a non essere di buon umore quando si presenta. Ambientato in un palazzone urbano, questo film dimostra che l'orrore può colpire ovunque, non solo nelle vecchie dimore spettrali nel mezzo della campagna. È cruento, sudicio e davvero piuttosto inquietante.

Film horror - M (1931)

M (1931)

Un assassino di bambini si aggira per le strade di Berlino e, poiché la polizia sembra incapace di catturarlo, la tensione è alle stelle. Nel tentativo di fermare i raid notturni della polizia, i criminali della città decidono di catturare l'assassino da soli e inizia un frenetico inseguimento. Sebbene non ci sia una vera violenza sullo schermo, Peter Lorre è incredibilmente inquietante nei panni dell'assassino che fischia, e c'è un senso di corruzione che pervade l'intero film. (Dal momento che sia Lorre che Fritz Lang, il regista, sono fuggiti dal paese per paura dei nazisti subito dopo la realizzazione del film, si è tentati di speculare su cosa M potrebbe dire della Germania in quel momento, il che rende tutto ancora più inquietante.)

Film horror - The Blair Witch Project (1999)

Il progetto della strega Blair (1999)

Un primo esempio del genere found footage, Il progetto Blair Witchir è stato imitato e parodiato da tutti e dalla loro nonna , ma c'è qualcosa di inquietante in questo che non è del tutto scomparso. La maggior parte del film è improvvisata; gli attori stanno davvero filmando le scene da soli, partendo da un abbozzo della trama, ma senza sapere in anticipo quali sarebbero state metà delle paure. Quel finale ambiguo ti consente di inventare qualsiasi spiegazione ti piaccia per gli eventi del film, il che significa che qualunque sia la cosa più spaventosa a cui puoi pensare, questo è ciò di cui parla il film.

L

L'orfanotrofio (2007)

Laura (Belén Rueda) sta tornando al suo orfanotrofio d'infanzia con suo marito e suo figlio per aprirlo come casa di cura per bambini con disabilità. È impegnata, ma ha ancora tempo per notare che Simón (Roger Príncep) di sette anni ha trovato un amico immaginario, Tomas. Potrebbe avere un sacco sopra la testa, ma cos'è una piccola maschera inquietante tra amici?

Simón viene adottato, quindi è solo un po' strano quando un assistente sociale si presenta senza appuntamento. È leggermente più strano che stia curiosando nel capanno di notte. Durante una festa diurna, Laura ha un incontro tutto suo con un bambino mascherato, e poi vive l'incubo di ogni genitore: Simón è scomparso. Quella che segue è la storia di una madre che porta la ricerca di suo figlio ai limiti della sua sanità mentale. Geraldine Chaplin fa la sua apparizione come la medium che conduce forse la più da brivido di tutte le sedute spiritiche sullo schermo, e ci sono alcuni shock davvero terrificanti durante la ricerca della verità da parte di Laura.

Il regista JA Bayona fa valere ogni inquadratura; il film è visivamente bello oltre che fantasticamente sinistro. È un film horror in buona fede, ma il finale potrebbe farti piangere.

Film horror - Anello (1998)

anello (1998)

Squillare non è un film perfetto È un po' troppo lungo e pesante e c'è un po' troppo misticismo irrilevante lì dentro. Ma in termini di pura inquietudine, è dannatamente efficace. L'idea di una videocassetta maledetta era geniale: chi non aveva miliardi di nastri VHS non contrassegnati in giro per casa in quel momento? – e quella scena culminante in cui l'immagine sullo schermo è passata alla realtà è agghiacciante. Anche subdolo, dal momento che riusciva a suggerire che nessuno era al sicuro. Specialmente non tu, gentile spettatore, perché non hai appena guardato anche tu quel maledetto nastro? Un sacco di persone devono aver tirato un sospiro di sollievo una volta terminata la loro finestra personale di sette giorni.

Film horror - Gli innocenti (1961)

Gli innocenti (1961)

Basato su Henry James Il giro di vite , questo film vede una giovane governante che si dirige verso una vecchia casa isolata per prendersi cura di due bambini piccoli che sembrano nasconderle dei segreti. La loro precedente governante morì, insieme a un altro dei domestici della casa, ma la loro influenza sembra ancora persistere. O è? Proprio come nella storia originale, è possibile leggere i fantasmi sia come autentici spettri che come l'immaginazione febbrile di una giovane donna troppo stressata e senza sesso. In ogni caso, il film è terrificante.

Film horror - La chiave dello scheletro (2005)

La chiave dello scheletro (2005)

In una casa in rovina in una vecchia piantagione, un vecchio sta morendo. Caroline viene assunta come sua badante, ma anche se il suo lavoro dovrebbe essere abbastanza semplice, inizia a sospettare che stia succedendo qualcosa di strano, specialmente quando trova una stanza segreta nell'attico della casa piena di libri di incantesimi e altri oggetti arcani.

Il vecchio è davvero sotto un incantesimo? Perché sembra così terrorizzato da sua moglie? E la stessa Caroline potrebbe essere in pericolo? La chiave dello scheletro è uno di quei film che è molto meglio di quanto abbia diritto di essere; aumenta lentamente la tensione fino a un finale folle e termina con una nota incredibilmente inquietante.

Film horror - Insidious (2010)

Insidioso (2010)

Insidioso usa quasi tutti i trucchi del libro per spaventare il suo pubblico e, per alcune persone, potrebbe sembrare eccessivo. Ci sono mostri in agguato dietro ogni angolo; c'è un bambino in pericolo; ci sono cattiverie dalla faccia sbagliata; e ci sono violini che stridono ogni cinque minuti. Nelle visioni ripetute, la trama non regge del tutto (a metà, il film cambia protagonista, il che è sconcertante) e il sollievo della commedia sembra irritante piuttosto che divertente. Ma l'atmosfera carnevalesca, i cenni ai film muti espressionisti tedeschi, l'aspetto bizzarro del demone, quel fantasma danzante... c'è comunque qualcosa di geniale in questo.

Film horror - Dark Water (2002)

Acqua scura (2002)

Parte dell'ondata iniziale di film di ragazze morte fradicie, Acqua scura è occasionalmente molto sciocco, ma comunque effettivamente inquietante. Yoshimi Matsubara è una divorziata, costretta dalle circostanze a trasferirsi in un condominio fatiscente con la sua giovane figlia, Ikuko. La loro nuova casa non è nella più bella delle zone, ma potrebbe andare bene se non fosse per il soffitto che perde – e, ehm, quella ragazzina raccapricciante che si nasconde nell'ombra, quella che non è mai lì quando ci prendi un secondo Guarda. Diretto da Hideo Nakata e basato su un libro di Koji Suzuki, Acqua scura potrebbe non essere così terrificante come Squillare , ma è ancora piuttosto inquietante.

Film horror - Un incubo in Elm Street (1984)

Un incubo su Elm Street (1984)

Gli effetti sono datati e i sequel hanno completamente ucciso la minaccia di Freddy Krueger, ma il primo Un incubo in Elm Street il film è ancora inquietante, a suo modo. La premessa è sorprendentemente inquietante – un molestatore di bambini morto sta attaccando i bambini nei loro sogni – e, combinata con alcune delle immagini da incubo profondamente strane in questo film, è più che sufficiente per regalare a chiunque alcune notti insonni. Tutti insieme ora: uno, due, Freddy sta venendo a prenderti...

Film horror - Uzumaki (2000)

Uzumaki (2000)

Lentamente, inspiegabilmente, una piccola città viene invasa da spirali. Alcune persone diventano ossessionate; altri vengono uccisi, i loro corpi contorti in posizioni impossibili. Uzumaki è un adattamento live action dell'omonimo manga, ed è incredibilmente strano. Indicibilmente strano. Visivamente, è incredibile, anche se i filtri verdi sembrano meno interessanti di prima a causa dell'uso eccessivo da parte di tutti i film horror e di fantascienza da allora. Tuttavia, la maggior parte dei film non arriva agli estremi che Uzumaki fa.

Film horror - La spina dorsale del diavolo (2001)

La spina dorsale del diavolo (2001)

Sì, è un altro film di bambini morti fradici, ma questa volta il bambino è un ragazzo e l'azione è ambientata nella Spagna dell'era della guerra civile. Un giovane ragazzo viene mandato in un orfanotrofio inquietante, dove gli altri ragazzi si spaventano a vicenda raccontando storie sul fantasma residente, Santi, che è stato ucciso quando l'orfanotrofio è stato bombardato. Scritta e diretta da Guillermo del Toro, questa non è la solita storia di fantasmi, è un pezzo da accompagnare Labirinto di Pan , ma è molto più di un film horror rispetto alla sua controparte più nota.

Film horror - The Vanishing/Spoorloos (1988)

The Vanishing/Trackless (1988)

Saskia e Rex sono in vacanza quando Saskia improvvisamente, inspiegabilmente, scompare. Rex dedica il suo tempo a cercarla, ma senza successo. Non può andare avanti, non può vivere con l'incertezza, quindi quando il rapitore di Saskia si rivela e si offre di mostrare a Rex cosa le è successo, la sua curiosità vince. È una storia semplice ma inquietante con un finale assolutamente devastante.

Film horror - Audizione (1999)

Audizione (1999)

Takashi Miike's Provino è più spesso descritto come estremamente inquietante piuttosto che inquietante, ma se riesci a superare quel finale (che, siamo onesti, la maggior parte di noi ha guardato attraverso le dita o da dietro un cuscino mentre gridava 'NO NO NO NO NO' allo schermo ), il resto del film potrebbe spaventarti. Comincia piano: un uomo di mezza età sta pensando di uscire di nuovo, ma invece di cercare di incontrare le donne con i metodi tradizionali, tiene una serie di audizioni false per un film inesistente. Incontra Asami, una timida ballerina, e inizia a corteggiarla, ma Asami non è così dolce e innocente come sembra. Praticamente ogni personaggio di questo film è una persona orribile e il modo in cui si trattano l'un l'altro è inquietante su molti, molti livelli.

Film horror - Una chiamata persa (2004)

Una chiamata persa (2004)

Diretto anche da Takashi Miike, Una chiamata persa è una parodia della serie infinita di film di ragazze morte fradicie realizzati in Giappone all'epoca. Ma in qualche modo è ancora davvero inquietante. La premessa è che, come suggerisce il titolo, gli adolescenti ricevono chiamate perse sui loro telefoni cellulari. Il misterioso chiamante lascia un messaggio vocale terrificante: il suono del proprietario del telefono che urla in agonia. E poiché la chiamata è arrivata dal telefono della persona e sembra provenire da alcuni giorni nel futuro, è chiaramente un segno di morte imminente. Abbastanza sicuro, i bambini muoiono tutti proprio come aveva predetto la chiamata persa. C'è un brutto retroscena sulle bambine malvagie, e un esorcismo televisivo stravagante, e in generale, è un grande film che tu ami o detesti le storie di bambini morti spaventosi.

Film horror - L

L'ultimo uomo sulla terra (1964)

Potresti aver pensato a come sopravviveresti all'apocalisse, ma ti sei mai fermato a considerare se vale davvero la pena farlo? Nel L'ultimo uomo sulla terra , Vincent Price è l'unico sopravvissuto a una misteriosa piaga che ha trasformato il resto dell'umanità in cadaveri ambulanti, affamati del suo sangue. Ogni giorno si prepara ed esce per uccidere le sanguisughe; ogni notte, circondano la sua casa e cercano di ucciderlo. È un modo triste di vivere e un film deprimente e inquietante. Si basa su Il romanzo di Richard Matheson Sono leggenda – quindi salta l'adattamento di Will Smith e guarda invece questo.

Film horror - La storia di due sorelle (2003)

Storia di due sorelle (2003)

In parte dramma familiare melodrammatico, in parte horror psicologico, Una storia di due sorelle è tutto spaventoso tutto il tempo. Quando due sorelle tornano da un ospedale psichiatrico, traumatizzate dalla morte della madre, trovano difficile adattarsi alla loro nuova matrigna. Neanche le visite notturne di un fantasma grondante di sangue aiutano. Ma come sempre in questo tipo di film, niente è come sembra: potresti aver bisogno di una seconda visione per capire meglio il finale.

Film horror - La notte del cacciatore (1955)

La notte del cacciatore (1955)

Robert Mitchum potrebbe aver affermato di non essere interessato ai film o alla recitazione, ma è fantastico in questo. Nei panni di Harry Powell, un truffatore bizzarramente religioso, è terrificante, sia che stia predicando sui mali della fornicazione sia che stia inseguendo i figli della sua ultima vittima in tutto il paese nel tentativo di rubare una scorta di denaro che sa che stanno nascondendo. L'uso di luci e ombre in questo film è semplicemente sbalorditivo; la prima volta che Powell arriva a casa Harper è un momento clou. Anche la voce cantante di Robert Mitchum non è affatto male.

Film horror - Il guardone (1960)

guardone (1960)

Guardone è stato così controverso quando è stato rilasciato che ha effettivamente posto fine alla carriera del regista Michael Powell. È violento, voyeuristico e poiché racconta una storia dal punto di vista del cattivo; è del tutto sgradevole. Ed è meraviglioso. Sembra fantastico, ha una trama incredibilmente contorta (e tragica), e Carl Boehm è brillante nei panni di Mark, lo psicopatico goffo e mite che si sente costretto a uccidere a causa degli esperimenti squilibrati di suo padre. (A proposito, non è uno spoiler, ma se ti dicessi come ha ucciso le sue vittime, potrebbe esserlo.)

Film horror - Psycho (1960)

Psicologo (1960)

Fortunatamente, l'altro film degli anni '60 su un serial killer disturbato era meno un killer di carriera. Alfred Hitchcock 'S Psicopatico è meraviglioso, intriso di sensi di colpa e tensione fin dalla scena iniziale. È un peccato che così tanti dei suoi colpi di scena siano così noti ora, perché guardare questo senza sapere cosa sarebbe successo deve essere stato geniale. È ancora fantastico - bello da guardare, sinceramente teso e spesso snervante - ma ha perso parte del suo valore di shock nel corso degli anni. (Inoltre, la parte alla fine in cui lo psichiatra spiega tutto nei minimi dettagli è assolutamente superflua.) La scena finale, nervosa e compiaciuta di Anthony Perkins, è però seriamente inquietante.

Film horror - La città dei morti (1960)

La città dei morti / Hotel dell'orrore (1960)

Sbagliare i tempi di una vacanza può avere conseguenze disastrose, come città dei morti illustra. Nan Barlow è una studentessa di storia che, sotto la guida del professor Driscoll di Christopher Lee, rimane affascinata dalla storia della stregoneria e decide di visitare il luogo di un famoso processo alle streghe... ma arriva in città la vigilia della Candelora, probabilmente la più importante data nel calendario delle streghe. Ehm, ops.

città dei morti viene spesso paragonato a Psicopatico , e ci sono abbastanza somiglianze tra i film che si potrebbe presumere che sia stata una fregatura a buon mercato - ma anche se il ripetitivo campano degli Stati Uniti supporta questa ipotesi, questo è stato effettivamente realizzato prima del chiller di Hitchcock con sede in un motel. È decisamente abbastanza inquietante da valere la pena guardarlo per i suoi meriti.

Film horror - Il villaggio dei dannati (1960)

Il villaggio dei dannati (1960)

Senza una ragione apparente, un giorno ogni essere vivente nel villaggio inglese di Midwich perde conoscenza. Per ore, nessuno può avvicinarsi a Midwich senza svenire. Quando si svegliano, ogni donna del villaggio si ritrova misteriosamente incinta. Ovviamente i loro figli non sono normali e bisogna fare qualcosa per loro... Basato sul romanzo di John Wyndham I cuculi di Midwich , Il villaggio dei dannati è più un film di fantascienza che un film horror, ma è comunque super raccapricciante.

Film horror - Bambole (1987)

Bambole (1987)

Rianimatore il regista Stuart Gordon ha attenuato un po' le cose per questa fiaba inquietante, ma non molto. Quando un gruppo di orribili esseri umani è costretto a passare la notte nella casa di un paio di antichi fabbricanti di giocattoli, presto ottengono la loro punizione per mano di – beh, il titolo lo rivela, non è vero? Non guarderai mai più Toys R Us allo stesso modo.

Film horror - La donna in nero (1989)

La donna in nero (1989)

Quando un'anziana signora solitaria muore in una casa isolata nelle paludi, un giovane avvocato viene inviato a sistemare il suo patrimonio. Ma c'è qualcosa di strano in casa sua, e nemmeno i cittadini sono desiderosi di aiutare a sistemare le cose. La versione televisiva di questo film è molto, molto più inquietante della versione di Daniel Radcliffe; c'è un momento in particolare che si inciderà nel tuo cervello e continuerà a darti i brividi per anni dopo averlo visto...

Film horror - Il profumo della dama in nero (1974)

Il profumo della dama in nero (1974)

Splendidamente girato con un ottimo punteggio, Il profumo della dama in nero è un film onirico e inquietante dove niente è mai come sembra. La meravigliosa Mimsy Farmer interpreta Sylvia, una scienziata perseguitata da malinconia e allucinazioni. Non si è mai ripresa del tutto dal suicidio di sua madre e quando va a una festa in cui i discorsi si trasformano in stregoneria e sacrifici umani, la sua sanità mentale inizia a vacillare. Ma i suoi problemi sono davvero tutti nella sua testa o sta succedendo qualcos'altro? Il film non rivela i suoi segreti fino alla fine, quando tutta quella inquietudine ripaga in modo spettacolare.

Film dell

maggio (2002)

May è sempre stata una bambina strana, e sfortunatamente è diventata anche una strana adulta. Incapace di stabilire relazioni significative con le persone intorno a lei - nemmeno una classe di bambini ciechi che pensa possa essere più gentile con lei delle persone che possono vedere quanto sia strana e goffa - May decide che dovrà accettare questo 'fare un'amica' nelle sue mani. Oscura e contorta e incredibilmente cruenta, Maggio è tanto triste e dolce quanto inquietante. Molto di questo è attribuibile ad Angela Bettis, la cui esibizione è adorabilmente snervante.

Film horror - Nosferatu (1922)

Nosferatu (1922)

In questa presa non autorizzata Dracula , il malvagio Conte non è raffigurato come un antieroe tragico o romantico , ma come un'orrenda incarnazione della peste, con tanto di entourage di topi. Max Schreck fa un vampiro dall'aspetto brillantemente strano, tutto denti, orecchie e unghie; la sua ombra è particolarmente snervante. Sebbene il finale presentato sembri un po' brusco, è concettualmente orribile, così come il fatto che, a causa di una richiesta di copyright presentata dall'eredità di Bram Stoker, tutte le copie tranne una di questo film sono state distrutte negli anni '20.

Film horror - Vampyr (1932)

Vampiro (1932)

In una vecchia locanda spettrale, Allan Gray viene visitato di notte da un vecchio che gli lascia un libro incartato, con le istruzioni per aprirlo solo in occasione della morte dell'uomo. Che si scopre presto. Il libro spiega che la città è infestata dai vampiri e, utilmente, fornisce istruzioni su come ucciderli. Vampiro è uno dei primi film sonori, quindi mentre c'è un po' di suono e un po' di dialogo, la maggior parte delle convenzioni del cinema muto sono ancora in vigore. Ha una linea abbastanza semplice, Dracula -esque storia, ma la trama non è il punto. È un film volutamente strano, pieno di ombre danzanti disincarnate e strane sequenze oniriche; c'è qualcosa di quasi ultraterreno in questo.

Film horror - Dracula (1931)

Dracula (1931)

Bela Lugosi è il Dracula definitivo. Con i suoi occhi inquietanti e il suo accento meraviglioso, è brillantemente minaccioso come l'affascinante Conte, ma nonostante la sua iconica interpretazione qui, non è la cosa più inquietante di questo film. No, quell'onore va al ritratto di Dwight Frye di Renfield, il pazzo mangiatore di ragni sotto il controllo di Dracula. È fantastico, tutto linguaggio del corpo imbarazzante e risate isteriche. Il discorso stranamente cadenzato di Lugosi è stato emulato e parodiato un'infinità di volte, il che toglie parte del suo potere; La performance di Frye, d'altra parte, è semplicemente inquietante.

Film horror - Zombie bianco (1932)

Zombie bianco (1932)

Un anno dopo Dracula, Bela Lugosi ha interpretato Murder Legendre, un malvagio maestro vudù, in uno dei primi film di zombie in assoluto. Gli zombi qui non sono ghoul carnivori ma schiavi obbedienti, che lavorano instancabilmente nel mulino di Legendre. Anche quando uno di loro cade in un macinino, il lavoro non si ferma. Quando il proprietario della piantagione si rivolge a Legendre per chiedere aiuto a conquistare il cuore della ragazza che ama, gli viene consegnata una dose della pozione zombi e ora l'unico modo per spezzare l'incantesimo di Legendre sulla ragazza innocente è ucciderlo. Lugosi è adeguatamente minaccioso e gli zombi simili a droni sono adeguatamente inquietanti.

Film horror - The Cursed Medallion/The Night Child (1975)

Il medaglione maledetto/La bambina della notte (1975)

Per alcuni anni, nell'Italia degli anni '70, Nicoletta Elmi è stata la ragazzina raccapricciante. Appare da Mario Bava's Baia di Sangue e Sangue del Barone , and in Dario Argento’s Profondo rosso , tra gli altri, ma non è mai più inquietante di quanto non lo sia Il Medaglione Maledetto . Qui, interpreta Emily, la figlia di uno storico dell'arte che sta realizzando un documentario sui demoni nei dipinti. Le viene dato un medaglione ma, come suggerisce il titolo, è maledetto e finisce per essere posseduta dallo spirito di un assassino. È suggestivo, fotografato con amore e, naturalmente, Elmi è fantastica nel ruolo principale.

Film horror - La discesa (2005)

La discesa (2005)

Un gruppo di amici parte per una vacanza speleologica, ma ottiene più di quanto si aspettassero quando si scopre che le grotte che stanno esplorando sono pericolose in più di un modo. C'è abbastanza tempo dedicato allo sviluppo del personaggio che lo senti davvero quando il gruppo inizia a diradarsi; c'è del sangue dall'aspetto incredibilmente doloroso; e ci sono alcuni mostri incredibilmente bizzarri. Guardalo in una stanza buia per sfruttare al massimo la sua meravigliosa atmosfera claustrofobica.

Film horror - Attività paranormali (2007)

Attività paranormale (2007)

Lo splendore potrebbe essere venuto fuori da questo film perché il Attività paranormale Il franchise è diventato la nuova vacca da mungere per Halloween di Lionsgate, ma c'è qualcosa di deliziosamente inquietante in questo film. Riguardarlo ora, anche sapendo quando arriveranno tutte le paure, è ancora agghiacciante. In una precisa svolta alla tradizionale storia della casa stregata, Attività paranormale l'entità perseguita una persona, non una casa, quindi la sua vittima non può semplicemente fare le valigie e spostarsi. La presunzione dei filmati trovati è usata con grande effetto, facendoti fissare intensamente le riprese notturne sgranate di una stanza vuota, tendendo le orecchie per i passi lontani, prima di farti saltare fuori dalla tua pelle con un forte scoppio. (Suggerimento per professionisti: il film ha tre finali diversi, quindi se pensi di essere annoiato, prova uno degli altri.)

Film horror - Ju-on: The Grudge (2002)

Ju-on: Il rancore (2002)

Gran parte dell'efficacia di un film horror si riduce al suo sound design. Uno scricchiolio, un gemito, un'eco o un tintinnio ben posizionati possono fare la differenza tra qualcosa di completamente normale e qualcosa di terrificante. Nuovi rumori spaventosi non arrivano molto spesso, ma Ju-on: The Grudge è riuscito a inventare qualcosa di diverso da qualsiasi altro rumore spaventoso che hai sentito prima. Il suo fantasma emette uno strano gemito sferragliante e ruttante mentre si avvicina; è un po' come un rantolo di morte, un po' come un urlo strozzato, ed è più inquietante di qualsiasi cosa tu abbia mai sentito prima. Il film è implacabile, leggero nella trama e pesante sugli spaventi, ma è quel rumore che rimarrà con te.

Film horror - Gli occhi di Julia (2010)

Gli occhi di Julia (2010)

Julia e sua sorella gemella, Sara, soffrono entrambe della stessa malattia degenerativa, una che le rende cieche. Quando Sara viene sottoposta a un intervento chirurgico sperimentale e successivamente si suicida, Julia sospetta un gioco sporco e, in effetti, sembra che stia succedendo qualcosa di strano, con voci su un uomo invisibile in agguato nell'ombra. Ma man mano che Julia si avvicina alla verità, la sua stessa vista soffre sempre di più... Il film limita la nostra visione quasi quanto quella di Julia; è quasi insopportabilmente claustrofobico e, in definitiva, straziante.

Film horror - L

L'occhio (2002)

Un altro film sugli occhi e gli orrori della cieca, L'occhio segue Mun, una violinista classica di Hong Kong, mentre subisce un trapianto di occhi. Anche se il trapianto sembra avere successo – Mun può vedere di nuovo – qualcosa non va, perché ora può vedere le persone morte. E la maggior parte di loro sono terrificanti. Il finale è vagamente assurdo, ma il resto del film è abbastanza inquietante da essere perdonabile.

Zombie Mangiatori di Carne

Zombie mangiatori di carne (1979)

Il seguito non ufficiale di Lucio Fulci a Alba dei morti presenta forse gli zombi più inquietanti mai impegnati in un film. Quando una barca si presenta nel porto di New York con solo uno zombi a bordo, il giornalista investigativo Peter West si propone di scoprire da dove provenisse la barca e cosa sta succedendo. Finisce sull'isola di Matool, dove i morti stanno tornando in vita per mangiare la carne dei vivi... e sono davvero, davvero schifosi. Zombie Mangiatori di Carne è stato inizialmente classificato come un video brutto nel Regno Unito, e non è difficile capire perché. La sua atmosfera lo eleva al di sopra del normale film di sfruttamento, però; c'è qualcosa di veramente malinconico in questo.

Film dell

[REG] (2007)

Quando una troupe di notizie locali ha deciso di unirsi ai vigili del fuoco per una sera, probabilmente non si sono resi conto che sarebbero finiti a combattere per le loro vite in un palazzone infestato da zombi. Co-scritto e co-diretto da Paco Plaza e Jaume Balaguero (sì, di nuovo lui), [REG] è un film di zombie abbastanza decente, fino alla bobina finale, quando rivela un asso nella manica ancora più terrificante.

Film horror - Lasciami entrare (2010)

Lasciami entrare (2010)

Sebbene i remake di solito siano terribili, l'interpretazione di Matt Reeves su questa insolita storia di vampiri era rispettosa e diversa dall'originale e, per i miei soldi, è più inquietante. Il solitario tween Owen non ha amici fino a quando l'altrettanto strana Abby si trasferisce nella porta accanto. Si imbarcano in una strana amicizia/proto-romanticismo, ma Abby ha un segreto: è una vampira. L'uso di un jingle di caramelle è, contro ogni previsione, davvero inquietante, e riducendo la storia ai suoi elementi più essenziali (e sbarazzandosi di quella stupida scena del gatto) Fammi entrare fa per un orologio più spaventoso di Lascia entrare quello giusto Right .

Film horror - Il carnevale delle anime (1962)

Carnevale delle anime (1962)

Dopo un incidente traumatico, iniziano a succedere cose strane a Mary. Uno strano uomo sembra perseguitarla, anche se nessun altro può vederlo, e lei si sente irresistibilmente attratta da un padiglione abbandonato nel bel mezzo del nulla. Una volta il padiglione ospitava un carnevale, ma ora è solo un edificio vuoto... o no? Non c'è nulla di sorprendente nella trama di questo film per un pubblico moderno - avrai l'intero film elaborato in circa cinque minuti - ma è gloriosamente inquietante. Le scene climatiche del carnevale sono puro carburante da incubo.

Film horror - Shining (1980)

Lo splendore (1980)

Probabilmente il più efficace di tutti i Stephen King adattamenti, Il brillante butta Jack Nicholson nel bel mezzo di un hotel inquietante e gli lascia fare le sue cose. Nicholson interpreta Jack Torrance, uno scrittore in difficoltà che ottiene un lavoro invernale come custode dell'Overlook Hotel, dove l'isolamento e/oi fantasmi lo mandano fuori di testa. Ci sono così tante immagini inquietanti in questo film: le gemelle che vogliono solo giocare, la donna nella stanza 237, l'ascensore pieno di sangue e, oh, molto altro.

Film horror - Il gabinetto del dottor Caligari (1920)

Il gabinetto del dottor Caligari (1920)

Opportunamente, guardando Il Gabinetto Del Dottor Caligari sembra di scivolare in un incubo. Il gabinetto di Caligari contiene Cesare, il sonnambulo, un oracolo catatonico in grado di rispondere a domande sulla vita e sulla morte con inquietante precisione. Caligari è un ipnotizzatore, un assassino o entrambi? È una storia strana, resa strana da un finale contorto e resa incredibilmente inquietante dalla scenografia espressionista. Gli strani set dipinti a mano distorti conferiscono al film una bellezza cruda e irreale e, semmai, il passare del tempo ha aumentato l'inquietudine del film, perché è così completamente diverso dai film moderni.

Film horror - L

L'esorcista (1973)

Una scelta ovvia, ma L'esorcista è davvero spaventoso . È ingannevolmente semplice: lo stile di ripresa è realistico, le location sono dall'aspetto ordinario e, rispetto ai film horror più moderni, non ci sono molti effetti o acrobazie elaborati. Ma il film fa contare ogni momento spaventoso. L'atmosfera è opprimente, claustrofobica – c'è un senso di terrore sempre presente ovunque. Dovrebbe sembrare più datato di quanto non sia, ma anche ora, il trucco demoniaco e la voce graffiante della posseduta Regan mi fanno venire la pelle d'oca.

Film horror - Il presagio (1976)

Il presagio (1976)

Damien è probabilmente l'ultimo bambino raccapricciante. Adottato dalle Spine quando il loro neonato muore, non ci vuole molto perché il suo lato oscuro emerga: Damien è l'Anticristo.

Ci sono così tanti momenti iconici in questo film, così tante cose che hanno plasmato sia il genere horror che l'idea del male della nostra cultura; qualcosa in questo film ha davvero colpito nel segno, e anche ora è piuttosto efficace. Ogni scena di morte in questo film è memorabile, ma spicca in particolare il suicidio della tata di Damien alla sua festa di compleanno.

Film horror - Ghostwatch (1992)

Ghostwatch (1992)

Originariamente mostrato sulla TV britannica ad Halloween, Ghostwatch ha spaventato a morte un'intera generazione generation . Viene presentato come una trasmissione in diretta, con volti familiari della BBC: Michael Parkinson è l'ospite, mentre Sarah Green e Craig Charles raccontano dalla scena come una normale famiglia raccontano le loro esperienze con il fantasma terrificante che hanno soprannominato 'Pipes'. La figura oscura di un uomo viene intravista più volte durante lo spettacolo, alcune apparizioni più ovvie di altre, e mentre gli spettatori chiamano per condividere le proprie storie, le cose si fanno sempre più strane... Ok, tecnicamente questo non è un film, ma è così sorprendentemente inquietante e brillante che non poteva essere escluso dalla lista.

Film horror - L

L'uomo di vimini (1973)

L'uomo di vimini è un meraviglioso miscuglio di generi: ha umorismo, horror, canto e sesso. Spesso vacilla sull'orlo dell'assurdo. Ma in fondo è profondamente inquietante. Quando il devoto Christian Sgt Howie visita la comunità isolata di Summerisle, pensa di indagare sul rapimento di una bambina e gli abitanti del villaggio sembrano certamente agire in modo sospetto. Ma mentre la sua indagine continua, diventa chiaro che sta succedendo qualcosa di completamente diverso. Howie corre a capofitto verso il suo destino, e la sua scena finale è decisamente agghiacciante.

Film horror - Suspiria (1977)

Suspiria (1977)

affanno è l'ora più bella di Dario Argento. È incredibilmente bello da guardare, tutta illuminazione al neon innaturale e scenografia ridicolmente sontuosa; la musica è cacofonica, un muro sonoro senza fine che non molla; e la trama è, beh, è ​​abbastanza funzionale.

Suzy, una ballerina americana, vola in un'esclusiva scuola di danza in Germania solo per ritrovarsi nel bel mezzo di un'indagine per omicidio - e qualcosa di strano sta sicuramente succedendo con gli insegnanti. Se non hai visto affanno tra un po' regalati il ​​Blu-ray. Non c'è niente di trattenuto in questo film, niente di ordinario; ti si avvicina di soppiatto e si insinua nel tuo cervello. È brillante.