La strisciante realtà di V per Vendetta

Ricorda, ricorda il 5 novembre, la polvere da sparo, il tradimento e il complotto. Non conosco alcun motivo per cui il tradimento della polvere da sparo dovrebbe mai essere dimenticato.

Queste sono le parole che hanno accompagnato centinaia di celebrazioni del Guy Fawkes Day da quando quell'omonimo cattolico non è riuscito a far saltare in aria il Parlamento nel 1605. Ma per molti milioni in tutto il mondo, la poesia è ora sinonimo di V for Vendetta , un film in studio sorprendentemente sovversivo uscito nel 2006. Più di un decennio dopo il successo di quel film nel celebrare le idee politiche radicali può ancora essere percepito dal fatto che un film che glorifica l'azione terroristica (far saltare in aria il Parlamento e il Big Ben) è considerato un classico in molti ambienti, ed è regolarmente visto all'inizio di ogni novembre dagli appassionati di cinema di tutto il mondo. È quasi ironico che il volto iconico del film di disobbedienza incivile, la rielaborazione elegante e sexy di una maschera di Guy Fawkes su Hugo Weaving 's face - è diventato allo stesso modo onnipresente tra gli anarchici, i sovversivi della controcultura e gli hacker online, che indossano tutti l'oggetto di Halloween con il marchio ... che acquistano utilmente dal braccio di merchandising della Warner Brothers molto amichevole e capitalista su Amazon .

Tuttavia, vale sempre la pena ricordare il film il 5 novembre (o qualsiasi altro giorno), perché il regista James McTeigue e la migliore sceneggiatura fino ad oggi dei Wachowski sono riusciti ad adattare abilmente il V for Vendetta graphic novel sul grande schermo. Alan Moore i puristi potrebbero rimanere per sempre scettici su tali elogi poiché, reinventando un pezzo di successo anti-Thatcher degli anni '80, i Wachowski hanno essenzialmente rielaborato l'intera narrazione come un'allegoria brutalmente anti-Bush (e riconfigurato V di Weaving e Evey di Natalie Portman come una star sorprendentemente convincente- coppia di amanti incrociati da Il fantasma dell'opera muffa). Nel processo, il V di Moore è passato dall'essere il manifesto dell'anarchia a un difensore del liberalismo classico.

Ma nei suoi termini cinematografici, V for Vendetta combina set di film d'azione con classificazione R (che sono appropriatamente teatrali per un adattamento a fumetti) insieme ad alcune critiche acute al governo degli Stati Uniti intorno al 2006, in particolare per quanto riguarda la Guerra al Terrore e la persecuzione delle minoranze nei media di destra (ricordate gente: di recente, nel 2004, un presidente ha condotto una campagna nazionale di successo impegnandosi a fare un emendamento costituzionale che vietasse il matrimonio gay). Il film potrebbe anche aver approvato involontariamente l'uso della tortura per la radicalizzazione politica, ma non è né qui né là.



Guarda V per vendetta su Amazon

Tanto travolgente quanto il suo coraggioso rebranding dell''Ouverture del 1812' di Ciajkovskij. V for Vendetta rimane un artefatto della cultura pop sulle ansie avvertite a sinistra negli anni calanti della presidenza di George W. Bush. E essendo così specificamente adattato a quelle critiche, in teoria dovrebbe sembrare molto datato nel terzo anno del mandato del presidente Donald Trump alla Casa Bianca.

Eppure, se ci si guarda intorno, diventa evidente che ci stiamo avvicinando sempre di più al futuro distopico cheto V for Vendetta messo in guardia con tanta veemenza contro...

Evey e Gordon in V per vendetta

Un governo per le persone che guardano le persone

Uno dei ritmi più agghiaccianti (e familiari) dell'inferno distopico immaginato in V for Vendetta è la presenza orwelliana di un Grande Fratello. Il dittatore da cartone animato del film, l'Alto Cancelliere Adam Sutler, è chiaramente pensato per assomigliare ad Adolf Hitler. Tuttavia, i realizzatori hanno anche scelto John Hurt per il ruolo del tiranno che ha strappato via le libertà civili al suo paese. Questo casting astuto ricorda quello di George Orwell 1984 dal momento che Hurt ha recitato nell'attuale adattamento del 1984 di quel libro.

E come il famigerato Grande Fratello di quella storia, la Gran Bretagna di Sutler è costantemente sorvegliata da camion in roaming che stanno origliando su ogni tavolo da pranzo, telefono o conversazione digitale tra i suoi cittadini. Questa è un'ovvia allusione al PATRIOT Act degli Stati Uniti, che ha fornito agli enti governativi una libertà straordinaria di perseguire sospetti terroristi nell'ottobre 2001 (meno di due mesi di distanza dall'ombra dell'11 settembre). E la sua invasione delle libertà civili è stata inquietante nel 2006 come nel 2019, dopo che è stata prorogata due volte durante l'amministrazione Obama.

Come senatore degli Stati Uniti nel 2005, Barack Obama parlava proprio di riformare la legge : 'Non dobbiamo accontentarci di un PATRIOT Act che sacrifichi le nostre libertà o la nostra sicurezza: possiamo averne uno che li garantisca entrambi.' Tuttavia, gli elementi del PATRIOT Act sono stati autorizzati a scadere solo temporaneamente nella sua proroga di giugno 2015 a causa delle manovre del senatore Rand Paul. Nel frattempo Obama, un presidente che ammiro molto, ha continuato a scontrarsi con gruppi per le libertà civili e sostenitori della privacy.

In effetti, è stato durante la sua amministrazione che Edward Snowden, un ex appaltatore della National Security Agency, ha rilasciato una cascata di documenti riservati che mostravano che la NSA stava segretamente utilizzando un sistema globale di sorveglianza che stava raccogliendo enormi quantità di informazioni sulla corrispondenza privata di cittadini americani e stranieri. Inizialmente, la reazione della Casa Bianca è stata quella di bollare Snowden come 'non un patriota' (attualmente vive fuori dalla portata dell'estradizione in Russia) e di suggerire che il popolo americano doveva semplicemente diventare “comodo” con la raccolta massiva della NSA di milioni di tabulati telefonici.

Ma alla fine la Casa Bianca di Obama ha invertito la rotta, prima nominando un comitato per sedare le preoccupazioni di informazioni 'distorte' nella stampa sulla percezione 'a goccia, a goccia' e 'Grande Fratello' che il governo degli Stati Uniti ha accertato durante la notte. Successivamente, Obama si è avvicinato maggiormente alla parte delle libertà civili (soprattutto dopo che un giudice federale degli Stati Uniti ha stabilito che la raccolta di massa era probabilmente incostituzionale). Nel giugno 2015, la NSA ha perso la carta bianca per raccogliere i tabulati telefonici di milioni di americani tramite il supporto della Casa Bianca USA Freedom Act (La NSA ora ha bisogno di un mandato mirato dal tribunale FISA).

Quindi, tutto è bene quel che finisce bene in questo caso particolare, giusto? Forse, eccetto che Snowden vive ancora in esilio e considerato un traditore da molti funzionari governativi, il PATRIOT Act persiste, le parti di cui sopra che Paul è stato in grado di vedere scadere sono state ripristinate dall'USA Freedom Act, le società di telecomunicazioni possono ancora accumulare dati di massa degli americani , a cui la Corte FISA consente l'accesso con un mandato segreto, ed è così facile immaginare uno scenario in cui un presidente meno costituzionalmente propenso non sceglierebbe di presentare un disegno di legge dopo un'agenzia di intelligence è stata catturata con la mano nel barattolo dei biscotti intercettato. O uno che cercherebbe di espandere ulteriormente i suoi poteri quando il PATRIOT Act verrà nuovamente rinnovato.

In effetti, visti molti dei venti politici più forti in questo momento, sembra che per ogni passo avanti, stiamo per fare 50 passi indietro.

https://www.youtube.com/watch?v=Iu_30-8ZlmQ

La diffusione della disinformazione

Un altro segno distintivo di qualsiasi buon racconto distopico è un braccio mediatico gestito dallo stato che inonda e fa il lavaggio del cervello a un pubblico attraverso la diffusione della propaganda. Da qui uno dei momenti più emozionanti in V for Vendetta è quando l'antieroe titolare invade e requisisce quello che è chiaramente destinato a essere un sostituto di Fox News, usando la loro capacità di infestare ogni casa in Inghilterra per offrire invece un grido travolgente di 'Lunga vita alla rivoluzione!'

Naturalmente, anche nel 2006, era ingiusto confondere Fox News con l'essere un burattino gestito dal governo del Partito Nazionale Repubblicano o dell'amministrazione Bush. In molti modi, la coda agita il cane con Fox News che stabilisce l'agenda del Partito Repubblicano, specialmente ora che il suo portabandiera preferisce ricevere le sue notizie da Volpe e amici al contrario delle sue stesse agenzie di intelligence. Al contrario, V for Vendetta semplificata la disinformazione dei mass media per ragioni di brevità narrativa. In effetti, il punto sui pericoli della disinformazione dei media è solo più pronunciato ora rispetto a 10 anni fa.

leggi di più: I migliori film e programmi TV distopici

Come profetizzò una volta l'emittente Edward R. Murrow nel 1958, 'Perché sicuramente pagheremo per usare questo potentissimo strumento di comunicazione per isolare la cittadinanza dalle realtà dure e impegnative, che devono davvero essere affrontate se vogliamo sopravvivere'. A quel tempo, Murrow stava riflettendo sul declino delle notizie trasmesse durante un periodo in cui c'erano solo tre canali in televisione. Oggi, con la varietà sempre più infinita di risorse mediatiche in un mondo post-internet e post-social media, la diffusione di bugie e falsità è maggiore di quanto persino la paranoia dei Wachowski potesse immaginare durante l'ingenuità pre-iPhone del 2006.

Con più informazioni che mai a portata di mano delle persone, il desiderio di isolarsi in una camera di risonanza dei media è diventato ironicamente solo più desiderabile per milioni di persone.

Intercettazioni in V per Vendetta

Usare V il sacco da boxe velato di Fox News come esempio, uno studio dell'Università del Maryland nel 2010 ha scoperto che Gli spettatori di Fox News erano più male informati sulle informazioni fattuali rispetto a coloro che hanno consumato le loro notizie principali da qualsiasi altra risorsa importante. Inoltre, la disinformazione è probabilmente più pericolosa per il discorso pubblico rispetto anche agli elettori non informati, perché i disinformati sono spesso più fiduciosi nell'aggrapparsi a informazioni screditate.

Nove anni dopo, ora è molto più facile cadere nella tana del coniglio delle allusioni e del fanatismo ideologico (cioè bugie) di quanto non fosse nell'epoca in cui le notizie via cavo regnavano sovrane. Più le persone si isolano nelle camere di eco partigiane, più è facile creare l'effetto di una società sottoposta a lavaggio del cervello accennata in V for Vendetta - governo o altro.

Considera che Frank Luntz, sondaggista repubblicano e un tempo commentatore di Fox News, ha mostrato questa bizzarra resistenza alla realtà tra un gruppo di sostenitori di Donald Trump . Preferire un particolare candidato politico alla presidenza era un loro diritto, ma quando Luntz ha dimostrato con forza che il futuro candidato repubblicano Trump ha mentito su quanti rifugiati siriani il presidente Obama ha tentato di portare negli Stati Uniti nel 2016 - per la cronaca si trattava di 10.000 rifugiati mentre Trump ha affermato falsamente era 250.000 - la reazione è stata apatia, inclusi commenti come 'avrebbe fatto entrare il maggior numero possibile' e 'cosa c'è nel suo cuore?'

Luntz ha inoltre scoperto che solo tre dei 29 sostenitori di Trump campionati credono che Obama sia cristiano. Uno ha persino insistito sul fatto che credeva che Obama avesse prestato giuramento nel 2009 su un Corano. Anche il consenso generale era di preferire notizie da media di estrema destra come Breitbart (un sito che si è schierato volontariamente con la campagna di Trump sui propri giornalisti, anche in incidente di presunta aggressione fisica ) e parlare alla radio mentre qualsiasi cosa considerata 'media mainstream' doveva essere vista con scetticismo ostile e negazione assoluta. Questo è successo anni prima che un fanatico sostenitore di Trump, che ha visto il presidente chiamare tutti i media non di destra 'il nemico del popolo', spedito diverse bombe a tubo alla CNN oltre a quelli di quasi una dozzina di oppositori e critici politici di Trump.

Inoltre, Steve Bannon, l'ex presidente esecutivo di Breitbart News LLC, era assunto da Donald Trump per essere il CEO della sua campagna his , confondendo ulteriormente le acque della collusione tra i leader politici e i media estremisti partigiani che corteggiano, anche se dopo che Bannon è caduto in disgrazia con il mutevole presidente, Breitbart felicemente lo ha gettato ai lupi e ha licenziato il consigliere di Trump caduto dal suo ruolo di presidente tornato, il tutto per ingraziarsi il presidente davvero bugiardo e twittante.

Nell'attuale clima di tribalizzazione dei media, è molto più facile per un demagogo come Sutler mentire per conquistare il potere e poi mantenerlo.

Persecuzione delle minoranze

V for Vendetta inizia con una rappresentazione schietta e diretta del tipo di politica rappresentata dall'Alto Cancelliere Adam Sutler e dal suo Partito Norsefire. Lewis Prothero di Roger Allam è ovviamente pensato per essere un incrocio tra Howard Beale e Joseph Goebbels quando sentiamo la sua voce televisiva prima ancora di renderci conto che stiamo guardando le introduzioni vestite di Natalie Portman e Hugo Weaving.

Fin dalla prima cornice, Prothero, e per estensione il partito politico che rappresenta, sibila il suo disprezzo per coloro che sono intrinsecamente responsabili di tutti i problemi del mondo: “Immigrati, musulmani, omosessuali, terroristi, degenerati malati, dovevano andare! Forza attraverso l'unità, unità attraverso la fede!'

leggi di più: I migliori film di fantascienza su Netflix

Tracciare un parallelo tra il bigottismo nativista rappresentato da V for Vendetta e l'attuale disgregazione del Partito Repubblicano è come tracciare con un righello. Mentre V for Vendetta i timori di persecuzione della comunità LGBT si sono rivelati fortunatamente infondati negli anni di Obama con 'Don't Ask Don't Tell' abrogato e il matrimonio gay ora la legge del paese, tutto il resto per cui Prothero ha sposato l'odio è di nuovo nella conversazione nazionale… tranne che con ancora meno sfumature. Ciò include il modo in cui l'amministrazione Trump prende di mira le persone che si identificano come transessuali come Altro, a cominciare da bandirli dall'esercito .

Sarebbe quasi superfluo ricordare come Donald Trump, il presidente preferito di David Duke, ex Gran Mago del KKK e neonazisti ovunque, abbia suggerito nel 2015 di ignorare la Costituzione e i principi fondanti di questo paese creando un cartina di tornasole religiosa per l'ingresso mentre si vieta a tutti i musulmani ( che ora ha fatto una versione ristretta della legge del paese tramite ordine esecutivo ). Quindi concentriamoci su ciò che l'uomo che una volta ha dedotto lui non sapevo cosa fosse il KKK rappresentato. mentre acceso CNN nel 2016 , il candidato del GOP ha detto: 'Penso che l'Islam ci odi'. Per la cronaca, questo ha anche insinuato il merito della domanda di Anderson Cooper sul fatto che Trump credesse che l'Islam fosse 'in guerra con l'Occidente?'

ogni cosa

Lascia che questo affondi: il presidente degli Stati Uniti ha insinuato che una religione di 1,6 miliardi di persone (che è circa il 23 percento della popolazione mondiale) è in guerra con gli Stati Uniti. Certamente dà ai suoi elettori un uomo nero da temere sotto forma di quasi tre milioni di vicini americani. A metà trimestre del 2018, ha spostato l'attenzione sul suo uomo nero originale quando ha rivolto l'attenzione dei media a un''invasione' di rifugiati sudamericani da una roulotte in rovina a mille miglia di distanza che attraversava il Messico a piedi.

V for Vendetta presenta flashback di Sutler che raduna musulmani britannici e cittadini gay e lesbiche da portare nei campi. Sebbene Trump non abbia (ancora) suggerito nulla di così drastico per i musulmani, ha fatto una campagna abbastanza dannatamente vicina a ciò riguardo agli immigrati privi di documenti. E poi ne ha agito da presidente, appoggiando e poi tentando di difendere una politica volta a rovinare le famiglie immigrate chiudendo i bambini nelle gabbie . Questo fa bene a una campagna lanciata dall'affermazione che la maggioranza dei migranti privi di documenti è 'stupratori', che a sua volta ha portato a milioni di sostenitori di Trump cantando 'costruisci un muro'.

Si immagina che se Prothero fosse una persona reale, sarebbe stato sugli spalti proprio accanto a loro, parlando di come sia anche d'accordo a spedire le minoranze in modo 'umano' in un posto dove sarebbero 'felici'. '

Sutler in V per vendetta

'È completamente risoluto e non ha alcun riguardo per il processo politico'

Alla fine, tuttavia, il modo più semplice per intravedere il nostro sempre crescente flirt con il futuro di Sutler è vedere come parti della nostra cultura già marciano al suono della corteccia del personaggio immaginario. A metà strada V for Vendetta , V ipotizza che la carriera di Sutler sia iniziata con “un uomo profondamente religioso e membro del partito conservatore. È completamente risoluto e non ha riguardo per il processo politico. Più potere ottiene, più evidente è il suo zelo e più aggressivi diventano i suoi sostenitori”.

Ovviamente, i fratelli Wachowski, così come Alan Moore prima di loro, stavano rivisitando l'ascesa di Adolf Hitler in un contesto moderno. Non suggerirei che si tratti di un confronto 1:1, ma molto di come V descrive Sutler potrebbe essere usato in questo preciso momento per descrivere nel dettaglio la popolarità di Donald Trump.

In termini di processo politico, basta guardare alle promesse tristemente disoneste della campagna elettorale del presidente repubblicano e poi alla politica spesso fratturata, che si tratti di radunare gli immigrati illegali o ora affermando di avere il potere di revocare la cittadinanza per diritto di nascita senza un emendamento costituzionale, nonostante ciò essere sancito dal 14° emendamento . Nel 2016, ha inveito e delirato su come intende espellere immediatamente 12 milioni di persone che vivono in America senza un giusto processo, un'affermazione a cui ha fatto eco nel 2018 giocando all'ignoranza del giusto processo. Anche Bill O'Reilly una volta lo chiamò su questo fatto , sottolineando nel 2016 che in base alla Costituzione, chiunque sia detenuto sul suolo americano (cioè non solo attraversando il confine) ha il diritto di essere processato nel nostro sistema giudiziario, un'impresa straziante (e impossibile) se deve essere immediatamente attuata intorno al 12 milioni di volte. Eppure Trump si è semplicemente scrollato di dosso i fatti, ripetendo: 'Sono qui illegalmente', come se la ripetizione e il pensiero magico lo rendessero costituzionalmente valido o del tutto umano.

Poi di nuovo, l'intero approccio retorico di Trump è già stato documentato come operando su un livello di lettura di quarta elementare , ed è efficace quanto l'enfatico leader di V for Vendetta immaginario partito conservatore. Sempre più persone esultano quando suggerisce di attaccare capisaldi della vita americana come la libertà di stampa. Proprio come Sutler ha reagito a una parodia televisiva politica che lo ha fatto sembrare uno sciocco, Donald ha mostrato la sua pelle sottile quando ha suggerito, con la massima serietà, che una delle cose che desidera di più è 'aprire le leggi sulla diffamazione'.

Anche se la Corte Suprema ha stabilito molto tempo fa nel 1964 che è necessario dimostrare che un'organizzazione ha riportato informazioni inesatte che sapeva essere false be con dolo, Trump vorrebbe poter fare causa” Il New York Times [quando scrivono] un pezzo di successo che è una vergogna totale o quando Il Washington Post , che è lì per altri motivi, scrive un pezzo di successo. Possiamo citarli in giudizio e vincere soldi invece di non avere alcuna possibilità di vincere, perché sono totalmente protetti'.

Le sue lamentele sulla stampa suggeriscono un chip sulla sua spalla degno di quando Sutler ha fatto sparire un comico a tarda notte in una delle borse nere di Creedy.

Scena del domino in V per vendetta

Eppure queste sono linee di applauso per i sostenitori che stanno davvero abbracciando le visioni di V di un 21° secolo distopico in cui più potere riceve Trump, più diventano aggressivi. Con quasi ogni raduno di Trump durante le primarie accese, sembrava che ci fosse un altro attacco, un altro pestaggio e un'altra protesta che degenerava nel caos. A gennaio 2016, Trump ha detto a una folla dell'Iowa , “Potrebbe esserci qualcuno con i pomodori tra il pubblico. Se vedete qualcuno che si prepara a lanciare un pomodoro, buttatelo a terra, vero?... Te lo prometto, pagherò le spese legali'.

Due mesi dopo, nella Carolina del Nord, un uomo di colore è stato preso a pugni da un sostenitore di Trump mentre veniva scortato dalla polizia fuori dalla struttura, ed è stato ripreso in video. Nonostante la conferma visiva di un'esplosione di violenza spontanea da parte di un sostenitore bianco nei confronti di un manifestante afroamericano, Trump ha mentito ai suoi sostenitori quando ha detto: 'Era un ragazzo che stava oscillando'. Ha poi perdonato la violenza dicendo: 'Ho pensato che fosse molto, molto appropriato... questo è ciò di cui abbiamo bisogno un po' di più'. In seguito non avrebbe confutato le affermazioni del presunto aggressore secondo cui il manifestante era un membro dell'ISIS.

Dopo la sua ascesa alla Casa Bianca, molti entusiasti sostenitori di Trump sono diventati più violenti invece che meno. Quando un'orgia viscerale di politica di estrema destra è confluita a Charlottesville, in Virginia, nel 2017, neonazisti, neoconfederati e membri del KKK portatori di tessere hanno celebrato un evento intitolato 'Unite the Right', tra cui un numero di sostenitori vestiti con i vestiti preferiti del presidente Trump abbigliamento da golf mentre marciavano con le torce e cantavano 'Gli ebrei non ci sostituiranno', parola per parola le stesse grida fatte dai nazisti ai raduni degli anni '30. Il giorno seguente, uno di questi estremisti di estrema destra ha guidato la sua auto in una folla di controprotestanti, uccidendo la trentaduenne Heather Heyer . La settimana successiva, Trump ha dato una copertura retorica ai sostenitori razzisti dicendo: 'c'erano persone molto brave da entrambe le parti.' Un anno dopo, un appassionato di Trump ha inviato bombe ai critici di Trump. Un anno dopo, un terrorista di estrema destra ha aperto il fuoco in un Walmart a El Paso, in Texas, uccidendo 22 persone e ferendone altre 24.

Alla fine, questo si trasformerà in qualcosa di ancora più tragico e che ricorda gli anni '30.

Come sta crescendo questa rabbia in questo momento in un paese che in realtà ha visto una crescita della creazione di posti di lavoro, del PIL e dell'accesso all'assistenza sanitaria mentre una diminuzione del deficit e della disoccupazione negli ultimi sei anni della presidenza di Obama e poi sempre più negli anni di Trump ? C'è un evidente razziale e deplorevole componente per un numero di elettori in questo paese dallo stampo David Duke. Tuttavia, ci sono anche ragioni per giustificare la rabbia con un divario catastrofico di disuguaglianza di reddito e salari stagnanti, l'innegabile puzzo di denaro in politica e l'ansia sempre moderna e senza fine del nuovo secolo: la minaccia del terrorismo. Ma demagoghi come Sutler e Trump stanno sfruttando queste paure e frustrazioni con una facilità così ridicola, e le stanno costruendo su una base di odio, nazionalismo e bigottismo, che sembra quasi fittizio.

Ma se pensi che tutto questo sia obliquo, partigiano, guarda l'appassionato appello di V al popolo inglese affinché metta da parte la sua paura e affronti una brutta realtà all'interno della sua cultura. Quindi ammettere che non è preveggente la direzione in cui si sta dirigendo il nostro Paese.

https://www.youtube.com/watch?v=KKvvOFIHs4k

Quindi sì, gli americani sono più vicini che mai al raggiungimento del futuro distopico immaginato per l'Inghilterra in V for Vendetta . È qualcosa da ricordare, da ricordare per il 5 novembre.

Una versione di questo articolo è stata pubblicata per la prima volta il 17 marzo 2016.

David Crow è l'editor della sezione cinematografica di Den of Geek. È anche membro della Online Film Critics Society. Leggi di più sul suo lavoro qui . Puoi seguirlo su Twitter @DCrowsNest .