The Legend of Zelda: Breath of the Wild Spoiler – Quale sarà la prossima tappa della serie?

Questo articolo viene da Den of Geek UK .

NB: questo è il tuo ultimo avvertimento per major, major La leggenda di Zelda: Respiro della foresta spoiler.

Che settimane strane ed eccitanti sono state. Ho visto lupi colpiti da un fulmine in mezzo a una tempesta urlante. Sono stato oggetto di un bizzarro tentativo di omicidio su una strada polverosa in mezzo al nulla. Ho guardato affascinato a bocca aperta mentre un Bokoblin, in preda al panico e in fiamme, si imbatte in una tana piena di altri Bokoblin, dà fuoco a una polveriera e fa esplodere l'intero accampamento nel regno a venire.



Questo è ciò che c'è di meraviglioso nel design ampiamente revisionato di Nintendo Nintendo Zelda: Respiro della foresta - i suoi meccanismi ad incastro non solo creano l'illusione di un mondo reale e coinvolgente, ma forniscono anche ricordi e incidenti completamente imprevedibili. Anche gli enigmi offerti da tutti quei santuari sparsi qua e là Respiro del selvaggio L'enorme mappa può essere risolta in modi che i loro designer non si aspettavano necessariamente: vai su YouTube e troverai dozzine di video che mostrano come i giocatori hanno escogitato ingegnose scorciatoie per quelle importantissime sfere dello spirito. Il risultato è un gioco che si sente costantemente organico e vivo, anche quando la narrazione ti offre cose familiari da fare: vai qui, sconfiggi questo boss, attiva quell'interruttore.

Come tutte le cose belle, però, Respiro del selvaggio l'incantesimo deve finire prima o poi. L'obiettivo finale, 'Distruggere Ganon', è sempre in cima alla tua lista di cose da fare, e se sei il tipo di persona che si adatta e va dritto per il capo finale, o preferisci aspettare il tuo tempo e libero prima delle quattro Divine Beasts, alla fine dovrai imbarcarti nell'assalto finale a un castello di Hyrule avvolto da nuvole e malizia.

Il tuo umile scrittore è caduto praticamente in quest'ultimo campo. Anche se non ho ancora completato tutte le missioni secondarie, tanto meno ho intaccato i 900 semi di Korok secreti in tutto Respiro del selvaggio 's vasta mappa, non mi sono nemmeno precipitato nel gioco, soprattutto perché mi sono divertito a domare quelle Divine Bestie, scavare quei santuari nascosti o uccidere quelle grandi cose Hinox per i loro tesori di adorabili tesori.

Unisciti ad Amazon Prime: guarda migliaia di film e programmi TV in qualsiasi momento: inizia subito la prova gratuita

Tuttavia, è arrivato un momento in cui ho capito che era il momento giusto per andare al castello di Hyrule. E così, armato della mia Master Sword, un'abbondante scorta di pasti, elisir e un'ampia selezione di frecce, ho intrapreso la mia missione finale - e che esperienza agrodolce è stata. Innanzitutto, c'è la musica: barocca, atmosferica e che vira senza soluzione di continuità tra il trionfo e il destino imminente.

Poi c'è il ritmo sorprendentemente rapido, almeno nella mia esperienza. Una volta superati i Guardiani e nei resti in frantumi del castello stesso, l'attraversamento attraverso quello che è effettivamente un grande dungeon a più piani corre a una clip elettrizzante. Le sue stanze e i suoi corridoi sono in gran parte popolati da varie razze di Moblin, ed è interessante come, in uno spazio relativamente ristretto, sembrino cadere con relativa facilità. È anche sorprendente quanto sia generoso il castello di Hyrule con il suo bottino, dato che il resto del gioco riguarda l'attenta gestione delle risorse.

Avendo passato settimane a preservare con cura le mie migliori spade e scudi per incontri difficili, Respiro del selvaggio improvvisamente mi ha inondato di armi, frecce e persino di qualche utile cibo. In diversi punti, ho avuto così tanti potenti Claymore, Alabarde, Spadoni, tridenti e lance tra cui scegliere che ho finito per lasciarne dozzine dietro.

Le torrette dei guardiani che punteggiano le torri di Hyrule hanno rallentato un po' il mio ritmo, ma armate del mio fascio di frecce antiche, anche loro non hanno opposto molta resistenza una volta che ho capito come avvicinarmi a loro. Alla fine, il mio viaggio mi ha portato al sancta sanctorum del castello, dove un mostruoso Ganon della Calamità ha aspettato la battaglia finale. È una dura battaglia contro un boss, ma non particolarmente più complicata dei boss che mi aspettavano in quelle Divine Beasts. È possibile, suppongo, che essere armato con Master Sword, Hylian Shield e altri poteri extra abbia livellato un po' troppo le probabilità.

Ad ogni modo, Ganon alla fine ha ceduto, con l'aiuto di alcune esplosioni dell'Arco di Luce di Zelda. Come spettacolo di luci finale, è una degna conclusione per un gioco dall'aspetto bellissimo, una massa ringhiante di energia rossa malvagia finalmente conquistata dalla magia di Zelda. Tuttavia, non ho potuto fare a meno di provare una fitta di delusione per la brevità di ciò che segue: Link e Zelda si sono finalmente riuniti, uno di fronte all'altro fuori dai resti del castello di Hyrule, il cielo ora blu e striato di nuvole pallide.

Per qualche ragione, l'avevo immaginato Respiro del selvaggio il finale potrebbe essere sorprendente e alterare il franchise come il gioco stesso, che la scena del taglio finale potrebbe rendere bene il tema della morte e della resurrezione sollevato dal momento in cui Link si è svegliato in quella strana stanza all'inizio della sua avventura. Per lo meno, avevo immaginato che il senso di malinconia alla Ghibli potesse continuare nella conclusione. Potrebbe essere che la Principessa Zelda, proprio come la Principessa Mipha e gli altri personaggi che aiutano Link, sia uno spirito defunto intrappolato da Ganon? Potrebbe essere, a sua volta, che la resurrezione di Link sia solo temporanea e che il finale lo abbia riunito allo spirito di Zelda nell'aldilà? Beh no. Zelda è ancora mortale, viene liberato dalla presa di Ganon da Link, e Respiro del selvaggio termina con Hyrule che viene riportata di nuovo in una terra pacifica.

In onestà, Respiro del selvaggio in primo luogo non si è mai trattato di sorprendenti cut-scene. È sicuramente indicativo che una buona percentuale di essi sono facoltativi e appaiono solo se si cercano i punti trigger disseminati sulla mappa. né lo è Respiro del selvaggio puramente per sconfiggere Calamity Ganon. Potrebbe essere in cima alla tua lista di cose da fare, ma è tutt'altro che la cosa più interessante da fare a Hyrule. Invece è il Zelda l'equivalente di Dorothy che batte i tacchi per lasciare Oz: se pensi davvero di essere pronto per vedere la fine del gioco, organizza la tua attrezzatura migliore e via.

Inoltre, c'è ancora molto da fare: individuare ognuno di quei 116 santuari, trovare tutti e quattro i draghi, magari raccogliere qualche altro seme di Korok. Potrei anche pormi la sfida di assalire il castello di Hyrule senza la Master Sword o altri attrezzi ad alta potenza per vedere se sono all'altezza del compito. Nel frattempo, la modalità hard aggiuntiva, in arrivo come DLC quest'estate, dovrebbe aggiungere ancora più chilometraggio.

E mentre Respiro del selvaggio la conclusione non mi ha lasciato a bocca aperta nello stesso modo in cui ha fatto il resto del gioco, senza dubbio lascia il Zelda serie nella forma migliore da allora Ocarina del Tempo . È certamente facile vedere Nintendo fare più avventure open world nello stesso modo, con nuovi mostri da combattere e mali da conquistare. Diavolo, il motore alla base Respiro del selvaggio è così solido che, se Nintendo ci facesse girare un gioco tipo 'ulteriori avventure', proprio come ha fatto con La maschera di Majora dopo Ocarina – allora ne comprerei volentieri una copia.

Guardando più avanti, direi anche che è ora che Zelda diventi finalmente un personaggio giocabile. Respiro del selvaggio fa un vago rimescolamento in quella direzione, con Zelda che è tanto uno scienziato e uno stratega quanto una principessa del vecchio mondo. La serie si chiama La leggenda di Zelda , Dopotutto. Forse è ora che guidi lei stessa quelle leggende, invece di fornire una figura eterea che ti aspetta dopo la battaglia con il boss finale. (Con Zelda e Link che ora si somigliano più che mai, essere in grado di giocare come uno di loro farebbe a malapena la differenza da una prospettiva puramente visiva.)

La cosa più agrodolce della finitura Respiro del selvaggio è la realizzazione che un altro Zelda il gioco potrebbe durare anche quattro anni. Il produttore Eiji Aonuma ha parlato per la prima volta pubblicamente di un mondo aperto Zelda nel 2013, e da allora, lui e il suo team hanno evidentemente lavorato duramente per creare un gioco che non solo sembri un Zelda entrata, ma si sente vitale e moderna in un modo che la serie non si sentiva dall'era N64. Respiro del selvaggio il mix di forze elementari e tecnologia fantastica, esplorazione silenziosa e azione intensa è una formula perfettamente giudicata che offre tutti i tipi di possibilità per il futuro Zelda Giochi.

L'unica domanda, ovviamente, è se Nintendo possa effettivamente migliorare quello che è, per chi scrive, il miglior gioco open world mai creato.