I 25 migliori film da vedere del 2014

L'anno del 2014 è pieno di speranze e promesse, dai blockbuster agli indie che valgono più che il tuo tempo. Con un calendario cinematografico di 12 mesi che include proprietà Marvel come Guardiani della Galassia e L'incredibile Spider-Man Due , così come aspiranti Oscar simili all'opera di 12 anni di Richard Linklater, adolescenza , e il film sulla guerra in Iraq di Clint Eastwood che è Cecchino americano , può essere quasi opprimente capire cosa hai assolutamente bisogno di vedere.

Quindi, noi a Den of Geek pensavo fosse in ritardo il conto alla rovescia dei titoli più attesi del 2014 e scoprire cosa ha da offrire il cinema quest'anno, per non parlare di ciò che vale di più il tuo tempo.

THE LEGO MOVIE (7 FEBBRAIO 2014)

Mai nei miei sogni più sfrenati ho mai pensato che avessimo bisogno di un 'film Lego', ma sono felice che ne abbiamo uno dagli scienziati pazzi più recenti della commedia, Phil Lord e Chris Miller. Semplicemente non contenti di aver resuscitato la mediocre televisione degli anni '80 in film che hanno reso cool Channing Tatum, Lord e Miller passano all'animazione per affrontare l'intera circonferenza della cultura dei fanboy in questa massiccia lettera d'amore / complimento ambiguo agli appassionati di Lego.



Riempiendo questo film d'animazione con più cameo di tutti i film dei Muppet messi insieme, c'è una gioia sfrenata per questa corsa allo zucchero che è simile a un bambino che gioca sul pavimento della sua camera da letto con il suo Batman, Star Wars, Ninja Turtles e persino Shaquille O' Neal gioca tutti in una volta. Aggiungi un bel lavoro vocale di Chris Pratt, Elizabeth Banks, Morgan Freeman e Will Arnett, e poi una svolta incredibilmente sincera da Will Ferrell, e hai il successo a sorpresa dell'inizio del 2014. Tutto è davvero fantastico in questa astuta decostruzione consumistica/ annuncio giocattolo. Recensione di Den of Geek

IL GRAND BUDAPEST HOTEL (7 MARZO 2014)

Per il suo ultimo film, Wes Anderson ha evocato una confezione cinematografica sontuosamente decadente come l'hotel titolare, e altrettanto infestata dai fantasmi. Basandosi sul suo repertorio principale di talenti e su una nuova esibizione di classe del suo collaboratore per la prima volta Ralph Fiennes, l'ostentato Grand Budapest Hotel fingerò di avere tutti i segni distintivi dell'umorismo caratteristico del suo regista.

Tuttavia, questo apparente Euro-romp raggiunge qualcosa di più ambizioso e nobile con la sua trama sorprendentemente pessimista e l'ombra dominante, un'oscura minaccia del fascismo nell'Europa degli anni '20. In un certo senso, questa è un'avventura hitchcockiana travolgente, completa di raccapriccianti omicidi e inseguimenti esilaranti, ma termina comunque con un epilogo degno di Hemingway, ed è inquadrata nel contesto di diversi narratori inaffidabili combinati (un'impresa completata dalla sua scorrevolezza proporzioni per ogni singola prospettiva e periodo di tempo). L'effetto è un pervasivo senso di perdita fin dal primo fotogramma. Sembra che anche per Anderson la frivolezza di un carosello visivo debba finire. Dopotutto, la brutale bruttezza della realtà è solo una figurina di cavallo dietro di te. Recensione di Den of Geek

SOTTO LA PELLE (14 MARZO 2014)

Uno da non perdere, basandosi su tutto il fermento del festival cinematografico di quest'anno, è il prossimo film 'Scarlett Johansson is a Pod Person'. Esatto, questo è un pezzo horror psicosessuale che sembra dovere più di un po' di David Lynch al regista precedentemente semi-pensionato Jonathan Glazer ( Nascita, bestia sexy ). In questa fantascienza surrealista, Johansson è Laura, un miele alieno inviato sulla Terra per raccogliere informazioni sulle nostre spie mentre si nutre degli uomini che seduce. Tuttavia, alla fine potrebbe apprezzarci, anche se altri della sua specie arrivano a invadere il nostro mondo. Potrebbe essere un po' ultracorpi e un po' Specie , ma questo sembra essere soprattutto un pezzo inquietante e ipnotico di terrore d'autore. Recensione di Den of Geek

I MUPPETS PITED RICERCATI (21 MARZO 2014)

Se qualcuno te lo dicesse tre anni faI Muppetsarebbe ancora una volta uno dei migliori franchise per famiglie di Hollywood, li rideresti fino alla palude. Ma a quanto pare, è molto facile essere verdi al botteghino quando hai icone così durature come Kermit la rana, signorina Piggy , Bizzarri e il resto della banda. Niente batte un classico e I Muppet più ricercati promette più di quella gioia a venire. Con James Bobin della foto del 2011, così come Volo dei Concordi , tornando alla cattedra di regia, non vi è motivo per cui questa non debba riconsegnare la merce. Soprattutto con nuovi cameo/collaborazioni di celebrità come Tina Fey, Tom Hiddleston, Salma Hayek, Christoph Waltz, Ricky Gervais, Ray Liotta e Danny Trejo. Clicca il collegamento per vedere se tutta la potenza della stella si è sommata! Recensione di Den of Geek

LA DUNA DI JODOROWSKY (21 MARZO 2014)

Quasi ogni grande o impegnativa opera cinematografica mai realizzata ha ricevuto un documentario adulatorio che ha ripensato a come è nato. Ma raramente ha un non prodotto il film ha ricevuto un trattamento così brillante. Eppure, questo è esattamente ciò che accade nel viaggio vivace e totalmente avvincente di Frank Pavich nella follia intergalattica che sarebbe stato il viaggio di Alejandro Jodorowsky Duna adattamento, una natura selvaggia metafisica che vive ancora oggi nel ironico regista franco-cileno.

Nel Dune di Jodorowsky , Pavic segue divertito cosa succede quando il regista dietro La Talpa e La Montagna Sacra ha tentato di far nascere una visione fantascientifica che avrebbe potuto rivaleggiare con quella di Stanley Kubrick 2001 e sembra ancora mozzafiato tramite gli storyboard per gli standard odierni. E con una produzione che avrebbe incluso una colonna sonora dei Pink Floyd e Orson Wells come dittatore spaziale, è qualcosa che desideriamo ancora guardare. Mentre sia il regista che le affermazioni del suo documentarista secondo cui questa fallita impresa del 1975 hanno aperto la strada a Guerre stellari e alieno sembrano allo stesso tempo veritieri ed esagerati, non si può negare che Jodorowsky's Duna è influente fino ad oggi e sarebbe stato molto più soddisfacente del tentativo fallito di adattamento di David Lynch nel 1984. Questo documentario lo è certamente. Recensione di Den of Geek

CAPTAIN AMERICA: IL SOLDATO D'INVERNO (4 APRILE 2014)

Per chi non sa aspettare I Vendicatori: l'era di Ultron , i Marvel Studios sono felici di, forse, tranquillamente darti un assaggio il prossimo aprile. Sono subdoli così. Basato su Capitan America il fumetto più popolare storia, Soldato d'Inverno promette il ritorno di Bucky Barnes (Sebastian Stan) in un presunto ritorno ai thriller di spionaggio degli anni '70 in cui avrebbe recitato Robert Redford. A proposito, c'è Robert Redford! Ma ha anche il ritorno della Vedova Nera (Scarlett Johansson), fresca di essere trasformata in una delle preferite dai fan sotto la tutela di Joss Whedon, così come Maria Hill (Cobie Smulders), l'Agente 13 (Emily VanCamp) e il NUOVO supereroe Il falco (Anthony Mackie)! Inoltre, chi non vorrebbe vedere di più del cicloptico super-leader BMF di The Avengers, Nick Fury (Samuel L. Jackson)? Recensione di Den of Geek

OCULO (11 APRILE 2014)

Il primo film horror imperdibile del 2014 è anche uno dei più singolari dell'anno. Il regista Mike Flanagan trasforma incredibilmente l'attività quotidiana di fissare uno specchio nella prospettiva più terrificante dopo che una persona senziente entra nella famiglia di una giovane famiglia. Giustapponendo il passato tramite flashback al presente, Flanagan offusca vertiginosamente il confine tra realtà e fantasia, proprio come lo specchio posseduto, che è tornato a reclamare le anime dei bambini ormai adulti che sono fuggiti. Mentre Doctor Who's Karen Gillan è in cerca di vendetta contro il vetro infestato, il danno già fatto da questa entità malvagia non può mai essere dimenticato per i personaggi o il loro pubblico, soprattutto quando una tragedia familiare raggiunge il suo crescendo operistico. Recensione di Den of Geek

CUOCO (9 MAGGIO 2014)

Nel 1996, Jon Favreau si è annunciato come un grande talento nel pool di scrittori di Hollywood quando ha esaminato la crisi del quarto di vita della Generazione X attraverso una scena di una telefonata devastantemente esilarante (e schizzinosa) in scambisti . Con Capo, scrittore e il regista Favreau torna all'umorismo del disagio in una storia sull'angoscia di mezza età, le emozioni conflittuali inerenti agli interessi artistici e commerciali e il cibo davvero, davvero buono.

Capo è una delizia come una commedia che giocherà per qualsiasi pubblico e qualsiasi fascia d'età nella sua storia su uno chef (Favreau) il cui cattivo umore e il peggior senso di conoscenza di Twitter e social media gli costano il lavoro, ma gli fanno guadagnare tempo con il suo figlio e un pubblico fin troppo felice di vederlo mettersi in viaggio in un camion di cibo che vende panini cubani. Una festa sul grande schermo con il notevole lavoro di supporto di John Leguizamo, Sofia Vergara, Bobby Cannavale, Scarlett Johansson e un cameo di Robert Downey Jr., Capo è il pasto estivo perfetto. Recensione di Den of Geek

X-MEN: GIORNI DI FUTURO PASSATO (23 MAGGIO 2014)

È una cosa rara quando il SETTIMO film di un franchise sembra l'idea più fresca di sempre. Incoraggiato (o ispirato) dal formidabile successo dei Marvel Studios con I Vendicatori , ventiquestoCentury Fox sembra fare tutto il possibile per offrire ai fan il film degli X-Men che bramano da tempo. Non solo è tornato il regista Bryan Singer dei primi due film ancora amati, ma anche la maggior parte del cast di quei film. Tornano anche Michael Fassbender, James McAvoy e Jennifer Lawrence dal fantastico prequel del 2011, X-Men: Prima Classe .

Ma soprattutto, tutto ciò che c'è tra quei film, inclusi due o tre clunker che nessuno può veramente ricordare, sta per essere cancellato dalla continuità con una storia di viaggi nel tempo basata sul tanto acclamato fumetto di Chris Claremont e John Byrne che è ancora venerato dai fan fino ad oggi. Se hai visto il marketing virale per i Sentinels, la timeline alternativa e soprattutto Peter Dinklage che culla un baffo degli anni '70 come il grande cattivo, sai che ci aspetta una sorpresa che potrebbe rivaleggiare con qualsiasi cosa provenga dalla House of Mouse. Recensione di Den of Geek

[articolo correlato: Beyond Days of Future Past – Una storia cinematografica degli X-Men]

BORGMAN (6 GIUGNO 2014)

Un misterioso vagabondo sconvolge una famiglia olandese dell'alta borghesia in questa inquietante allegoria che funge da film horror, satira e dichiarazione politica surreale. Il film estremamente inquietante del regista Alex van Warmerdam lascia le sue molte domande senza risposta, il che non fa che aumentare la natura inquietante del film. La trama stessa è relativamente semplice, poiché il personaggio del titolo (il notevole Jan Bijvoet) si insinua nelle vite di una famiglia dell'alta borghesia e procede a distruggerle completamente con l'aiuto di diversi compagni ugualmente malvagi.

Borgman e i suoi amici sono demoni? Vampiri psichici? Simboli del disagio dell'Europa per la sua crescente ondata di immigrati? Le loro azioni e motivazioni non vengono mai spiegate, il che le rende molto più spaventose. Così tanti film horror oggi dipendono da effetti visivi, storie pesanti e paure convenzionali, il che rende il terrore silenzioso e l'immobilità di Borgman che molto più efficace. Recensione di Den of Geek

BORDO DEL DOMANI (6 GIUGNO 2014)

Tutti amano il film giorno della marmotta dove Bill Murray deve ripetere la stessa orribile data finché non l'abbraccia. Ora trasforma questa premessa in una guerra di invasione aliena in cui un soldato inesperto deve rivivere la sua morte in battaglia ancora e ancora finché non ferma la feccia dell'età spaziale, e potresti avere un successone estivo. Certo, questo non sarà il primo film di fantascienza a sperimentare una simile premessa (*cough* Codice sorgente ), ma per essere onesti questo è basato su una light novel giapponese preesistente chiamata Tutto ciò di cui hai bisogno è uccidere . Inoltre, con un cast come Tom Cruise, Emily Blunt e Bill Paxton, sembra che anche l'uccisione avrà un po' di surplus. Regia di Doug Liman ( The Bourne Identity, vai ), questa immagine potrebbe essere una corsa sfrenata in combattimenti alieni e paradossi temporali redux. Recensione di Den of Geek

22 JUMP STREET (13 GIUGNO 2014)

I sequel delle commedie sono difficili, vero? postumi della sbornia ? Ma se ce n'è uno che è pronto per una nuova avventura, deve sicuramente essere la rivisitazione comica di Jonah Hill dello spettacolo per adolescenti degli anni '80 21 Jump Street . Nel film del 2012, Hill ha sostituito Johnny Depp e Peter DeLuise con se stesso e un Channing Tatum nel cast perfetto. Tra l'iperbolica condiscendenza di Hill e l'impassibilità meravigliosamente pronunciata di Tatum, i due hanno creato una parodia di un grande amico poliziotto nel mezzo di una parodia del liceo in cui tutto ciò che non andava negli anni '80 (o anche dai 20 anni dei lead del 2005) è ora come Twitter -di tendenza come l'ultimo episodio di gioia . Depp e DeLuise hanno persino fatto dei cameo nei panni dei loro vecchi personaggi prima di essere umoristicamente uccisi. E ha lasciato il gancio perfetto per un sequel: il Capitano Dickson (Ice Cube) è così impressionato dal loro successo non convenzionale, ma dannato di risultati, che li sta mandando al college.

Quali cliché sui film universitari possono falsificare ora? Fumare erba sul Quad? Entrare nello sport universitario? Essere colpiti da un TA? La premessa si presta naturalmente a un sequel che possa riutilizzare lo stesso set-up senza sentirsi forzato... almeno questa volta. Recensione di Den of Geek

SNOWPIERCER (27 GIUGNO 2014)

Al diavolo la spazzatura senza cervello come Trasformatori: l'età dell'estinzione. Snowpiercer è il vero affare: una corsa sulle montagne russe pulsanti e con gli occhi selvaggi attraverso un paesaggio post-apocalittico come solo il folle regista coreano Bong Joon-ho ( Il padrone di casa ) può immaginarlo. Ma oltre all'azione implacabile e alla violenza stilizzata, spesso scioccante, Bong incorpora alcune idee reali nella sua trama, rendendo Snowpiercer ricco anche a livello intellettuale.

Il film mette gli ultimi resti dell'umanità su un super-treno che circonda all'infinito la terra ghiacciata con i ricchi che vivono nel lusso e nella decadenza davanti e i non abbienti che esistono a malapena nel sudicio e affollato retro. Chris Evans guida una ribellione e offre forse la migliore interpretazione della sua carriera: il suo Curtis, sebbene nobile, è ben diverso da Capitan America. Dovresti anche presentarti per vedere Tilda Swinton come un vile burocrate dalla parte anteriore del treno.

Snowpiercer inspiegabilmente ha ricevuto una versione molto limitata dal suo distributore, la Weinstein Company, quindi dovresti fare del tuo meglio per cercarlo. Ne vale la pena. Recensione di Den of Geek

Continua con le voci più emozionanti della seconda metà del 2014 a pagina 2!

LA VITA STESSA (4 LUGLIO 2014)

Se sei mai stato un fan del cinema, della critica cinematografica o, in particolare, della critica cinematografica di Roger Ebert, La vita stessa è da non perdere. Più un affettuoso brindisi afterhour alla memoria di Roger che una biografia strettamente lontana, Roger - e sua moglie Chaz Ebert - hanno dato una grande presenza alla collaborazione di questo film, che racconta la vita e la carriera di Ebert sia come critico di giornali che come star televisiva internazionale sindacata . È stato anche realizzato durante gli ultimi quattro mesi e più della vita di Ebert e offre uno sguardo angoscioso sui suoi ultimi giorni.

Tuttavia, il film parla principalmente delle persone nella vita di Roger, inclusi registi come Martin Scorsese e colleghi meno impressionati e critici come Richard Corliss, considerando l'uomo che ha cambiato per sempre il volto della critica cinematografica. Recensione di Den of Geek

RAGAZZA (11 luglio 2014)

In un'impresa di 12 anni che ha attraversato l'intera adolescenza di Ellar Coltrane, Richard Linklater ha fatto il giro lungo dopo aver incontrato Ethan Hawke e Julie Delpy ogni 10 anni con il Prima dell'alba trilogia. Il risultato è un film che è quasi incomparabile con i suoi contemporanei del 2014 in materia di ambizione o temperamento.

Mason di Coltrane diventa un giovane impressionante che riflette la sensibilità del suo regista di Austin. Eppure, è più il viaggio che il film compie nell'esplorazione di questa giovinezza che definisce adolescenza . Figlio del divorzio con due genitori giovani che stanno anche imparando a crescere insieme ai loro figli, i primi anni di Mason sono pieni di liti coniugali e una serie infinita di cattive figure paterne. Tuttavia, il film non vira mai verso il violento, il melodrammatico o anche il naturalmente cinematografico. Invece, nota dove tutti i tropi narrativi potrebbero intervenire (come quando un paio di liceali ubriachi iniziano a giocare stupidamente con le seghe circolari), ma poi sceglie prontamente di non andarci.

Invece di selezionare il percorso più misurato attraverso il quale si avventura la maggior parte delle vite reali, c'è una normalità provocatoria nel viaggio di Mason, che apparentemente passa i mesi e gli anni dopo ogni 10 minuti. Guardare Coltrane, così come Patricia Arquette ed Ethan Hawke, invecchiare nel corso di poche ore è il più grande effetto speciale dell'anno. Recensione di Den of Geek

L'ALBA DEL PIANETA DELLE SCIMMIE (11 LUGLIO 2014)

È ancora difficile credere che dopo tutto questo tempo, Fox sia riuscita a resuscitare con tanto successo il Pianeta delle scimmie franchising. Se si ricorda l'estate 2011, era chiaro che L'alba del pianeta delle scimmie non era sul radar di nessuno. Tuttavia, il film si è rivelato essere la più grande sorpresa della stagione con una grande azione e un'autenticità ancora maggiore grazie a una commovente performance in motion-capture di Andy Serkis nei panni di Cesare. La fortuna potrebbe favorire gli audaci, dato che la Fox ha ancora una volta fatto un passo avanti realizzando il prossimo film senza il nome di James Franco. In effetti, i superbi attori Jason Clarke, Keri Russell e Gary Oldman stanno per guidare un ensemble che ancora sfoggia Serkis nei panni di Cesare in un mondo in cui le scimmie regnano davvero. E con Matt Reeves al timone, regista del film ampiamente sottovalutato Fammi entrare , Fox ha di nuovo una scatola misteriosa di un film in franchising che non vediamo l'ora di vedere scartare . Recensione di Den of Geek

GUARDIANI DELLA GALASSIA (1 AGOSTO 2014)

L'agosto 2014 inizierà con la scommessa più rischiosa e intrigante dei Marvel Studios fino ad oggi, Guardiani della Galassia . Con nemmeno un supereroe ufficiale in vista, Guardiani è un'avventura cosmica funky completa di un procione parlante doppiato da Bradley Cooper. Questo film potrebbe andare di traverso molto velocemente, ma sotto l'occhio vigile del deviante cinematografico James Gunn ( Striscia, Super ), questo sarà probabilmente uno dei film a fumetti più bizzarri e divertenti realizzati fino ad oggi. Tuttavia, troverà un pubblico? Quel livello di curiosità al botteghino ci porta alla nostra prossima anticipazione... Recensione di Den of Geek

RAGAZZA ANDATA (3 OTTOBRE 2014)

Non contento di dare il suo tocco personale ad amicizie esclusivamente platoniche in Il social network , David Fincher offre una riflessione sardonica sulla vita matrimoniale con questo adattamento di Gillian Flynn. Una commedia così oscura che non sai che dovresti ridere fino a metà, ragazza andata trae le migliori prestazioni della carriera da entrambe le stelle Ben Affleck e Rosamund Pike mentre disimballa anche due dei protagonisti più vituperati nella memoria recente.

In una conferenza stampa a cui ho partecipato, Ben Affleck ha notato che ogni volta che i giornalisti maschi lo intervistano, si lamentano di quanto Amy Dunne fosse terribile con il suo affabile marito Nick; le giornaliste, al contrario, iniziano sempre con 'Allora, com'è giocare un tale cazzo?' Quella dicotomia è forse l'unica critica giusta a questa esperienza dalle nocche bianche. Per il resto, è davvero perfetto da qualsiasi prospettiva, tranne forse per quella di un primo appuntamento. Recensione di Den of Geek

Colpo di frusta (10 OTTOBRE 2014)

Questo film mi ha illuminato entrambe le volte che l'ho visto e da allora è rimasto con me. Lo scrittore/regista Damien Chazelle fa muovere il suo film ai ritmi della sua grande colonna sonora jazz e cattura tutto il caos e la bellezza all'interno della forma d'arte mentre esplora la relazione reciprocamente distruttiva tra un ambizioso studente di batteria (Miles Teller) e il suo mostruoso insegnante (JK Simmons). Entrambi sono fantastici, ma Simmons è semplicemente incredibile nella sua ferocia. Il film si chiede se i fini giustificassero i mezzi quando si tratta di arte e talento – e se questo film ne è il risultato, allora ho la mia risposta. Recensione di Den of Geek

BIRDMAN (17 OTTOBRE 2014)

Dopo aver lavorato per anni nell'oscurità, Alejandro González Iñárritu ha 'il suo dolce' creando quella che potrebbe essere meglio descritta come l'ipnosi cinematografica. In collaborazione con Figli degli uomini il direttore della fotografia Emmanuel Lubezki, uomo uccello assume il ritmo melodico della sua colonna sonora solo per batteria jazz, creando l'illusione che il film sia fatto tutto in una volta. L'effetto è una lucidità viscerale che è a ruota libera come lo schizofrenico alter ego sullo schermo di Michael Keaton, Riggan Thomson. Per quel ruolo, Keaton incarna un attore noto per aver interpretato un supereroe 20 anni fa e mescola narcisismo con aspirazioni frustrate. Avendo un tempo abbandonato la profondità per l'attenzione fugace del commercialismo, l'arco del film parla di riconquistare disperatamente l'ammirazione.

Pur essendo ovviamente in parallelo con la biografia di Keaton, il personaggio sembra davvero un proxy per Iñárritu.

Paradossalmente amando e odiando la guerra senza fine del commercio e dell'arte nel cinema (o teatro), Iñárritu sceglie diversi attori di film di supereroi (Keaton, Edward Norton, Emma Stone) in alcuni dei loro ruoli migliori per rifiutare il 'porno apocalittico' nonostante spendano milioni per metterlo in mostra. uomo uccello è un volo di realismo magico senza regole, che sfida allegramente la logica, la struttura, la sua stessa narrativa e persino la critica. Dice che la popolarità è 'la cuginetta troia del prestigio', ma si sta crogiolando nell'avere tutto quanto sopra. È un'esperienza così bizzarra e unica che a definirla sembra come se si stesse giocando con le caricature amorevolmente spregevoli di Iñárritu. Invece, è meglio perdersi nella follia del film più affascinante dell'anno. Recensione di Den of Geek

NIGHTCRAWLER (31 OTTOBRE 2014)

Contemporaneamente un film horror, una commedia oscura e la realizzazione cinematografica dell'ideale imprenditoriale americano di Fox News, Nightcrawler è il tipo di film che non dovrebbero più fare. Ogni parola pronunciata nella sceneggiatura di Dan Gilroy, e persino i respiri tra le parole, è sopraffatto dal cinismo; è così cupo che l'umore di Paddy Chayefsky sui media americani potrebbe persino essere abbassato di qualche tacca. E al centro di tutto c'è la migliore prestazione in carriera di Jake Gyllenhaal.

Interpretando Louis Bloom come l'ultimo intraprendente, Gyllenhaal sembra che non dorma da tre settimane prima di ogni scena, e non ha battuto ciglio per il doppio di quel tempo. Un'esibizione spigolosa e cablata di nervi ipercaffeinati, questo è il tipo di sociopatico che sale ai vertici di settori selezionati, quelli in cui il narcisismo spietato è una virtù. Ergo, questa è una storia di successo selvaggio nel mondo dei telegiornali! Iniziando come un umile suonatore che si fa strada nel circuito delle notizie locali filmando ogni incidente d'auto, accoltellamento e incendio doloso nell'area di Los Angeles, Bloom mostra un tipo speciale di iniziativa quando inizia anche a creare le storie. Il sogno americano reso tossico o la strada più veloce per diventare un rispettato creatore di posti di lavoro? La scelta sta a te... Recensione di Den of Geek

INTERSTELLARE (7 NOVEMBRE 2014)

Intenzionalmente, abbiamo evitato di numerare questo elenco. Ma è facile indovinare quale sarebbe il primo posto se lo facessimo: Interstellare segna il primo film originale di Christopher Nolan dopo la conclusione La trilogia del cavaliere oscuro . Ambientato in un futuro non troppo lontano, la sovrappopolazione e il cambiamento climatico hanno trasformato la Terra in un disordine insostenibile con raccolti o cibo insufficienti. In quel contesto, un gruppo di scienziati ed esploratori è partito attraverso un wormhole intergalattico per salvare l'umanità in una misteriosa missione.

Basata sulla ricerca del fisico teorico Kip Thorne, la sceneggiatura di Jonathan Nolan e Christopher Nolan piega il tempo e la realtà per esplorare i confini del cosmo e il ruolo della sopravvivenza dell'uomo in esso. E con un cast che include Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Jessica Chastain, Matt Damon, Topher Grace, Casey Affleck, John Lithgow, Wes Bentley e Michael Caine, questo è IL film da anticipare nel 2014. Recensione di Den of Geek

THE HUNGER GAMES: MOCKINGJAY – PARTE 1 (21 NOVEMBRE 2014)

Tutto finirà... un po'. In realtà, è molto difficile per terminare un franchising nel nostro post Doni della Morte mondo in cui anche un solo libro può essere scomposto in due o tre film. Ancora per lo meno, la qualità del 2012 I giochi della fame e l'hype per novembre 2013's The Hunger Games: Prendendo fuoco assicura che saremo tutti lì per assistere agli albori della rivoluzione nel 2014. Dopo il 75questoHunger Games nel prossimo sequel arriva a una fine inaspettata, Katniss Everdeen (Jennifer Lawrence) si ritrova come la postergirl di una ribellione contro il Campidoglio e il malvagio regime tirannico di Donald Sutherland e Phillip Seymour Hoffman. Katniss troverà amici e interessi amorosi (Josh Hutcherson e Liam Hemsworth) trascinati in battaglia mentre è il volto di un nuovo gruppo di combattenti ribelli nel ruolo della tripletta alimentata da donne di Julianne Moore, Natalie Dormer e Lily Rabe. Lunga vita alla rivoluzione . Recensione di Den of Geek

IL BABADOOK (28 NOVEMBRE 2014)

Mentre una madre vedova (Essie Davis) cerca di venire a patti con il suo dolore senza fine (suo marito è stato ucciso il giorno in cui è nato suo figlio) e il comportamento emotivamente instabile di suo figlio, una forza malvagia entra nelle loro vite attraverso un orribile libro per bambini. Il Babadook è reale o è una manifestazione degli stati mentali fatiscenti di madre e figlio? Il film sorprendente della scrittrice/regista per la prima volta Jennifer Kent ti tiene sbilanciato per tutto il tempo, rendendolo uno dei migliori film horror emersi negli ultimi anni. Recensione di Den of Geek

UN ANNO PIU' VIOLENTO (31 DICEMBRE 2014)

Non commettere errori, il 1981 è stato davvero uno degli anni più violenti nella storia di New York City. Ma a differenza dei normali film polizieschi, lo scrittore e regista J.C. Chandor non tratta questa statistica come uno sfondo meraviglioso per i suoi protagonisti di genere. Abel Morales di Oscar Isaac è molto simile a come Michael Corleone si immaginerebbe nella sua forma più delirante: un uomo che si è fatto da sé che ha usato i soldi della mafia per costruire un'attività legittima che lega la sua anima, anche se tenuemente, al suo continuo possesso. Ma se Isaac sta incanalando Pacino nella sua forma più riservata, sta seriamente flirtando con il disastro per l'intero film poiché la sua attività di riscaldamento e trasporto di petrolio diventa l'obiettivo di ripetuti furti in pieno giorno da parte dei suoi concorrenti di New York. E ha la sua ex moglie principessa della mafia, interpretata con un perfetto accento di Brooklyn da Jessica Chastain, che gli sussurra dolce vendetta all'orecchio.

Questo è un film lunatico e atmosferico che ricorda il ritmo deliberato dei drammi polizieschi degli anni '70 mentre apparentemente parla di non criminali, almeno non all'inizio. Come il jazz, questo film è avvincente per i ritmi (della storia) che non suona, coinvolgendo gli spettatori in un inquietante senso di sventura mentre raramente preme il grilletto su qualcosa che non sia l'inevitabile carisma di Isaac e Chastain. Recensione di Den of Geek

Quindi ci sono i 25 film da anticipare e aspettarsi dal palinsesto del prossimo anno. Essere d'accordo? Disaccordo? Avremmo voluto includere qualcosa con un po' più di trasformazione? Fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto!

I 10 migliori film del 2014

E ricomincia il processo di attesa dell'hype con….

I 25 migliori film da vedere del 2015

Metti mi piace su Facebook e seguici su Twitter per tutti gli aggiornamenti di notizie relative al mondo dei geek. E Google+ , se questo è il tuo genere.

Autore

Rick Morton Patel è un attivista locale di 34 anni a cui piace guardare i cofanetti, le passeggiate e il teatro. È intelligente e brillante, ma può anche essere molto instabile e un po' impaziente.

Lui è francese. È laureato in filosofia, politica ed economia.

Fisicamente, Rick è in buona forma.