The Twilight Zone Stagione 2 Episodio 9 Recensione: Prova, Prova

Ai confini della realtà Stagione 2 Episodio 9

I loop temporali sono fantastici. I loop temporali sono di solito il tuo episodio preferito di un determinato programma di fantascienza o, nel caso di Bambola russa , la premessa di un grande spettacolo di fantascienza. Detto questo, a causa della natura circolare dei time loop, è difficile fare qualcosa di nuovo con i time loop. Nel penultimo episodio della stagione 2 del nuovo zona crepuscolare , lo scrittore Alex Rubens cerca, e perlopiù ci riesce, di dare un nuovo vantaggio a una storia in loop temporale. In 'Prova, prova' il Zona presenta un giro sulla consueta premessa del ciclo temporale: cosa succede se una persona cattiva è stata catturata in un ciclo temporale?

La scrittura di 'Try, Try' è abbastanza serrata e interessante, ma non si può davvero parlare del perché questo episodio funzioni senza parlare delle sue due star, Kylie Bunbury e Topher Grace. Le montagne russe emotive su cui ci portano questi due attori è il motivo per cui questo episodio funziona. L'ambientazione del museo è buona, ma puoi facilmente immaginare questo pezzo che lavora in una produzione teatrale a scatola nera senza un singolo oggetto di scena o scenografia. L'episodio ha la qualità del dramma teatrale, che, come tanti dei nuovi Zone crepuscolari , non importa se non 'capisci'. Questo episodio non sta cercando di tenerti la mano o di farti sentire bene. È solo interessato a presentare questo dramma nel modo più onesto possibile.

Prima di tutto, il falso. 'Prova, prova' inizialmente ti dà la calda sensazione dei momenti più teneri in Bambola russa : E se ci fosse una commedia romantica di basso profilo incentrata sull'idea che un ragazzo è stato catturato in un loop temporale, totalmente innamorato di una donna, e cercando di essere onesto con lei sul fatto che è stato catturato in un loop temporale ? Nel giorno della marmotta , lo abbiamo visto accadere a Bill Murray, e per tutto il film è passato dall'essere una persona terribile a una brava persona che ha imparato ad amare l'impermanenza della vita. 'Try, Try' è quello, ma non dal punto di vista del personaggio di Bill Murray, e in questa versione, lo stronzo maschio non cambia o migliora, diventa, molto, molto peggio.



Quando la solitaria accademica Claudia (Bunbury) incontra l'affascinante e sicuro topo di biblioteca Marc (Grace), l'alchimia ti ricorderà tutte le tue coppie preferite sullo schermo. Claudia, dettandole i memo vocali sul suo telefono, dice persino: 'Ho appena incontrato il mio futuro marito', dopo che Marc l'ha salvata dall'essere investita dall'autobus. Marc è consapevole di sé, interessante e interessato . Sembra bello per essere vero, e questo perché, ovviamente, lo è. Rapidamente, quando ci rendiamo conto che Marc ha rivissuto questo giorno diverse volte e Claudia no, l'episodio usa la nozione di un ciclo temporale per parlare della natura della privacy. Naturalmente, quando ci avviciniamo a qualcuno, ci piace dire a quelle persone che amiamo i nostri dettagli più intimi. Ma, anche se hai avuto una buona sensazione su qualcosa al primo appuntamento, non vuoi affrettare le cose. La battuta di Claudia sul 'futuro marito' è per se stessa e molto rapidamente si rivela essere la più grande sfiga di tutti i tempi. Marc non è un ragazzo, un marito o un partner a lungo termine materiale per chiunque , perché è completamente psicotico. Topher Grace fa qui quello che ha fatto così bene nella versione 2010 di predatori ; fai il bravo ragazzo finché non ti rendi conto che il bravo ragazzo è la persona peggiore possibile nella stanza. Secondo Marc, ha perso la capacità di credere davvero che Claudia sia 'viva' perché l'ha vista morire prima, e sa che tutto si ripristinerà. Di nuovo, immagina un po' del cinismo scherzoso in Bambola russa , e incanalalo in un tizio omicida intento a convincere qualcuno ad amarlo - o altro.

Ma Claudia non è una vittima. È intelligente e ha un vantaggio su Marc: non è egocentrica. Quando Marc decide che cercherà di uccidere Claudia - praticamente solo per il gusto di farlo - lei reagisce, cogliendo Marc alla sprovvista, ma non se stessa. Questa svolta implica che forse anche Claudia è rimasta bloccata in un ciclo temporale e che stava semplicemente aspettando il suo momento per combattere contro Marc. Ma quella svolta diventa un po' rischiosa, perché Claudia dice di aver eliminato Marc 'al primo tentativo'. Sappiamo che Marc ha incontrato numerose Claudia prima di questo, perché abbiamo visto i flashback, ma Claudia non conserva alcun ricordo di quelle esperienze. O lei?

All'inizio dell'episodio, Claudia lascia il suo cellulare in un antico canone nel museo dove si svolge l'intero dramma. Presumibilmente, il cellulare registra tutto. Questa registrazione è stata trasferita da loop temporali precedenti? Marc sembra essere in grado di programmare il suo orologio con vari allarmi, ricordandogli quando accadono cose durante il giorno. Lo fa ogni mattina o queste informazioni vengono trasferite? La storia non lo rende esplicito, che è o ciò che è bello, o ciò che ti lascia desiderare un po' di più. Da un lato, Claudia sconfigge Marc alle sue condizioni, senza acquisire anche il superpotere fantascientifico di essere bloccata in un loop temporale. D'altra parte, sembra che abbia aiutato se stessa, Philip K. Dick o Star Trek stile, ma inviando informazioni nel ciclo successivo. La narrazione di chiusura di Jordan Peele ci dice che andrà avanti in una serie di domani, ma che Marc no. Eppure, vediamo una Claudia tornare in un ciclo simile. Lei è a conoscenza di quello che è successo? Quando si tratta di fare chiarezza sulle regole del time loop, questo episodio evita il Bambola russa approccio di mostrarvi effettivamente le dimensioni parallele. Favorisce l'analogia rispetto alla spiegazione, che è in realtà ciò che lo rende così intelligente e, letteralmente, un pugno.

Ma, se stai cercando un po' di letteralismo, l'episodio potrebbe rendere il tuo cervello un po' frustrato. Va bene. Se non ti è piaciuto il finale la prima volta, torna indietro e guarda di nuovo gli ultimi cinque minuti. Fidati di me.

Autore

Rick Morton Patel è un attivista locale di 34 anni a cui piace guardare i cofanetti, le passeggiate e il teatro. È intelligente e brillante, ma può anche essere molto instabile e un po' impaziente.

Lui è francese. È laureato in filosofia, politica ed economia.

Fisicamente, Rick è in buona forma.