The Walking Dead Stagione 7 Episodio 7 Recensione: Sing Me a Song

Questo Morto che cammina la recensione contiene spoiler.

The Walking Dead Stagione 7 Episodio 7

Il morto che cammina ha preso una svolta per il meglio nelle ultime tre settimane dopo una serie di episodi bizzarramente sconnessi che hanno impiegato troppo tempo per arrivare a qualcosa di interessante. Mentre il comportamento da cartone animato di Negan non ha aiutato molto lo spettacolo, il principale difetto della stagione 7 è stato il modo in cui lo showrunner Scott Gimple e gli scrittori hanno scelto di affrontare le trame di quest'anno. Settimana dopo settimana, c'è stata la sensazione che lo show sia stato finalmente allungato troppo sottile: troppi insediamenti, troppi personaggi, troppe storie da raccontare. L'episodio del Regno è un ottimo esempio del 'Perché diavolo ci stiamo concentrando su questo?!' sindrome che ha afflitto la stagione. Alcuni di voi si sono persino lamentati dell'episodio di Tara della scorsa settimana, che invece mi sono divertito , anche se ho sicuramente capito il tuo punto. Non c'era motivo di mettere lì quell'episodio.

Anche con le storie lente e iper-concentrate che hanno composto i primi sei episodi della stagione, non sembra che qualcosa stia davvero andando da nessuna parte. Il morto che cammina è sempre più interessato a darci scorci di vita di un'ora in un posto prima di passare alla cosa successiva senza sviluppare nulla o arricchire le cose. Lo slog della stagione 7 è stata una lunga e dolorosa lezione nella costruzione del mondo senza far avanzare la storia. Siamo bloccati sul posto.



L'episodio di stasera, 'Sing Me a Song', non risolve del tutto questo problema, anche se anticipa che potremmo avviare presto i motori. Lo spettacolo è rimasto in stallo per tutto questo tempo per darci il confronto che inevitabilmente avremo nel finale di mezza stagione della prossima settimana: Rick vs. Negan. E non è che l'episodio di stasera abbia davvero preparato il terreno in un modo eccitante - diciamo, come il settimo episodio dell'anno scorso ha abbattuto un lato delle mura di Alexandria e ha lasciato entrare un'orda di zombi. È solo prevedibile. In realtà ho sentito che questo era un episodio che avrebbe dovuto stare da solo da tutto il resto che stava succedendo. Certo, questo è chiedere molto a uno spettacolo che sta costantemente preparando le cose.

Comunque basta lamentarsi. L'episodio ha svolto un lavoro soddisfacente nell'adattare una delle migliori trame dei fumetti di Robert Kirkman, anche se non offre la stessa quantità di tensione. Per prima cosa, questo è il meno degno di nota che abbia visto Negan dalla premiere della stagione. È stato difficile guardare Negan di Jeffrey Dean Morgan nei panni di un personaggio dei cartoni animati eeeeeeeeevil che non è riuscito a tradurre bene dai pannelli in bianco e nero alla televisione della domenica sera. Non posso incolpare il ritratto di Morgan, che in realtà è piuttosto fedele, ma Negan semplicemente non funziona in uno spettacolo che ha già avuto cattivi molto più interessanti, vale a dire il Governatore, che era infinitamente più complesso e tragico. In confronto, Negan è un cattivo monotono a cui piace ricordarci quanto sia cattivo praticamente ogni secondo che è sullo schermo. (Merda, mi sto lamentando di nuovo.)

Mentre le scene di Negan-Carl si svolgono in modo molto simile ai fumetti, ci sono stati momenti che non mi sono sembrati veri nello show. Carl è molto più giovane a questo punto dei fumetti, quindi è più facile accettare quando scoppia in lacrime dopo che Negan lo costringe a togliersi la benda sull'occhio. Ed è un po' difficile credere che l'assassino adolescente dal cuore freddo che è uscito da quel camion all'inizio dell'episodio, chiaramente disposto a morire per avere la possibilità di far fuori Negan, avrebbe cantato per la sua vita solo trenta minuti dopo. Mentre lo spettacolo potrebbe dire che Negan ha rotto Carl, non sono sicuro che faccia così tanto per romperlo del tutto. Oltre a dire cazzate su Lucille. La scena del canto è semplicemente comica, poiché Negan fa oscillare la mazza come un pazzo. È sparita la tensione dai pannelli comici.

Forse questa trama avrebbe beneficiato dell'essere l'unico focus dell'ora. Non sono sicuro di cosa stesse facendo Rick in questo episodio, per esempio. Sembrava che l'unica ragione per mostrarci Rick e Aaron che correvano in giro fosse prendere in giro che non sarebbero tornati in tempo per salutare Negan con più provviste. Non è successo davvero niente. Avrebbe potuto avere più senso mettere queste scene all'inizio del finale di metà stagione per creare tensione mentre Negan ha causato il caos nell'insediamento. La parte di Michonne dell'episodio era ugualmente sconcertante, sebbene il suo piano per attirare un Salvatore fosse piuttosto intelligente. Avevo quasi dimenticato quanto fosse divertente vederla superare in astuzia i cattivi.

“Sing Me a Song” prepara un Bastardi senza gloria -finale di mezza stagione ispirato per Il morto che cammina . Michonne sta andando al Santuario, mentre Rosita ha il suo proiettile. Anche Sasha e Jesus hanno il loro piano. Daryl è libero e senza dubbio in viaggio per Alexandria, e Rick probabilmente arriverà giusto in tempo per rifiutare il trasferimento di Negan in periferia. Alla fine di questo episodio, sembra che la settima stagione sia diretta verso qualcosa di interessante, o almeno più eccitante.

Punti a piedi

– Spencer è un bambino piangente. Sono davvero infastidito da quanto tempo sullo schermo questo show ha dedicato alle sue lamentele. Ho la sensazione che Spencer non ce la farà a uscire dal finale di mezza stagione, però...

– Non sono sicuro che avessimo bisogno di rivisitare la trama di Rosita ed Eugene per fare un proiettile questa settimana. Sapevamo che Rosita aveva pianificato di uccidere Negan settimane fa e le loro scene insieme non offrivano davvero nulla di nuovo.

– Chi ha lasciato andare Daryl? L'episodio ha fatto un buon lavoro nel far sembrare che potesse essere Sherry o Dwight. O potrebbe essere stato solo Gesù.

– La scena con le mogli è stata davvero difficile da guardare. Vorrei davvero che lo show avesse lasciato solo questo aspetto della trama di Negan dai fumetti. Non sono sicuro che potrebbe non piacermi di più questo cattivo a questo punto...

– La scena del ferro non è stata così scioccante come pensavo. Potrebbe essere perché Negan stava ancora facendo la sua parte di Joker durante l'intera faccenda.

– Non c'è praticamente mai una ragione per un episodio di Il morto che cammina essere più lungo di un'ora. FERMARE.

John Saavedra è un editore associato presso Den of Geek US. Trova altri suoi lavori su il suo sito web . o semplicemente seguilo su Twitter .