The Walking Dead Stagione 7 Episodio 9 Recensione: Rock in the Road

Questo Morto che cammina la recensione contiene spoiler.

The Walking Dead Stagione 7 Episodio 9

Ogni otto episodi Il morto che cammina si reinventa, che sia attraverso una nuova ambientazione, un nemico imprevisto o qualche altro nuovo sviluppo. Il Rick Grimes che incontriamo nella premiere di mezza stagione è sempre un Rick Grimes diverso. Questa è stata una regola per quasi tutta la durata dello spettacolo. 'Rock in the Road' segue questa regola, dandoci un Rick rinnovato, che è finalmente uscito da qualunque incantesimo fosse sotto durante i tristi primi otto episodi della stagione. Il risultato è un Rick pronto per la guerra (il miglior tipo di Rick) e ha bisogno di tutto l'aiuto possibile.

Anche se a volte l'episodio è un po' pesante, bisogna dare credito agli sceneggiatori per aver almeno cercato di ravvivare un po' le cose e di aver cambiato un po' di tono. Ma già dalla seconda scena dell'episodio, lo spettacolo inizia a colpirci in testa con una speranza superficiale, come per contrastare la travolgente disperazione di 7A.



'Ti fermerò subito prima che tu inizi a cantare e ballare', dice Gregory a Tara, interrompendo quello che è senza dubbio un discorso molto stimolante - ed è una linea che riassume i miei sentimenti verso il modo esplicito in cui gli scrittori vogliono che tu sappia che le cose sono cambiate. Ora abbiamo SPERANZA.

Durante l'episodio, diversi personaggi fanno dei mini discorsi sull'essere forti, restare vivi, mantenere viva la speranza e aiutare gli altri. È un atteggiamento che diventa un po' fastidioso quando Michonne ripete il suo discorso a Rick di alcuni episodi fa. E come se ciò non bastasse per ricordarvi che ora c'è SPERANZA, ci sono almeno cinque o sei inquadrature nell'episodio dedicate a mostrare quanto siano belli questi personaggi rinvigoriti che marciano insieme con un senso di scopo da una riunione del municipio al Il prossimo. C'erano quelli di noi che si sono lamentati che il Morto che cammina gli scrittori non sapevano più come raccontare una storia sulla speranza – o una che presentava più di un personaggio, se è per questo. Bene, 'Rock in the Road' ci dà tutto questo a frotte, ed è così dolorosamente sul naso.

In realtà sono sorpreso di me stesso per essermi lamentato così tanto di questo specifico episodio, che in superficie è un gradito sollievo dal nulla oscuro, grintoso e noioso della prima metà. Cade anche nelle stesse trappole in termini di scrittura pesante e lenta che non consente a nulla di essere mai divertente.

E questo episodio è totalmente lento, specialmente nei primi 30 minuti della durata estesa di 61 minuti. (Ancora una volta, e fino alla fine dei miei giorni, discuterò sempre contro un episodio esteso di Il morto che cammina – lo spettacolo a cui non piace modificarsi da solo.) C'è un mucchio di fastidiose esposizioni sparse negli incontri per lo più noiosi tra Alexandria, Hilltop e il Regno che non hanno bisogno di essere lì. Il fatto che dobbiamo spendere minuti alla volta ricapitolando la premiere della stagione 7 – LA COSA PI GRANDE che è successa in TV dal Red Wedding – così come il modo in cui Morgan ha salvato Carol quando quelle cose sono accadute meno di 10 episodi fa è ridicolo.

Certo, potresti obiettare che è la prima volta che Rick e il gruppo vedono Morgan da un po', quindi hanno bisogno di aggiornarlo su alcuni dettagli importanti (ad esempio Glenn e Abraham vengono bastonati da un pipistrello che sembra essere femmina), ma potrebbero non succede fuori dallo schermo? Come poco prima che Rick e altri entrassero alla corte di Re Ezechiele, non avrebbero potuto tagliare subito dopo che Rick ha chiesto a Morgan di Carol? Sappiamo cosa è successo, quindi non è necessario raccontarlo sullo schermo. Sono piccole perdite di tempo come queste che rendono superflui i tempi di esecuzione prolungati.

Per parlare rapidamente di bagaglio, questo spettacolo non sembra sfuggirgli. Se gli sceneggiatori stanno cercando di riavviare lo spettacolo tonale, probabilmente non dovrebbero toccare la premiere della stagione 7 con un sondaggio di 10 piedi. È successo, abbiamo visto le terribili conseguenze, lo abbiamo superato e siamo passati alla cosa successiva. So che le morti di Glenn e Abraham sono ciò che ha dato il via alla storia di questa stagione, ma la pausa di metà stagione è così spesso una cosa meravigliosa per questo spettacolo. È il momento per lo spettacolo di guarire se stesso - o la quiete prima della tempesta come con l'altrettanto noiosa stagione 2. Spero che 'Rock in the Road' sia l'ultima tappa del tour di lutto di Glenn e Abraham. È ora di prendere a calci in culo qualche Salvatore.

Passando a cose che fatto spacca il culo nella premiere di mezza stagione: un altro fantastico set d'azione di Greg Nicotero. Seriamente, grazie al cielo per una dannata scena di walker. Sembrava per un minuto che lo spettacolo avesse quasi completamente dimenticato che conteneva zombie. Troppo tempo è stato dedicato alla macchina dei meme con la giacca di pelle e non abbastanza ai vaganti. Anche se sarò sempre d'accordo sul fatto che questo spettacolo dovrebbe sempre essere incentrato sulle minacce umane, non dovrebbe rimuovere completamente i vaganti come fonte di pericolo. Soprattutto quando alla regia è un truccatore di talento come Nicotero.

La sequenza d'azione con le due auto e la fune metallica è meravigliosamente campy, qualcosa che potrebbe essere uscito direttamente da un George A. Romero Morto flick se ha mai avuto il budget. Questo era Il morto che cammina divertirmi di nuovo, ed è stato assolutamente adorabile. È la scintilla di speranza più importante dell'intero episodio. Mentre lo show è in definitiva sulla speranza al suo stesso centro – qualcosa che gli scrittori dovranno ricordare e reintrodurre nella seconda metà della stagione (anche se forse non sbattercela in faccia) – dovrebbe anche essere divertente da guardare. Non più deprimente.

John Saavedra è un editore associato presso Den of Geek US. Trova altri suoi lavori su il suo sito web . o semplicemente seguilo su Twitter .

Non dimenticare di ascoltare il podcast di The Walking Dead di Den of Geek, No Room in Hell!