Vikings Stagione 4 Episodio 20 Recensione: Il giorno della resa dei conti

La vendetta non arriva senza un prezzo, e il vichinghi Il finale della quarta stagione mette in mostra la frattura della famiglia che Ragnar Lothbrok si lascia alle spalle. Anche se gli archi di Lagertha e Rollo sono notevolmente assenti in questa puntata epica, il peso dei viaggi dei fratelli richiede che i loro racconti restino isolati dal resto della saga. E come sempre, vichinghi consegna.

Anche se generalmente non sono un fan delle scene di combattimento estese e delle sequenze di battaglia, la decisione di Michael Hirst di concentrarsi esclusivamente sul grande attacco dell'esercito pagano al Wessex ci ricorda vividamente la natura brutale della guerra e lo spirito e la mentalità vichinghe mentre glorificano Odino e gli dei vendicando la morte del loro re. Ma, cosa ancora più importante, le circostanze di 'The Day of Reckoning' spingono ogni uomo sull'orlo con poco spazio per la scelta, e a questo punto della narrazione, è diventato imperativo vedere Ubbe e Sigurd mettersi alla prova in battaglia. Sappiamo che hanno combattuto nella disfatta di Aelle, ma che tutti e cinque i figli si comportano egregiamente in questo attacco complica solo il futuro.

Ancora più potenti sono però le scene al rallentatore che trovano Aethelwulf sdraiato insanguinato nel fango con la netta consapevolezza che la battaglia è persa. Combatte valorosamente, ma non può competere con l'esercito di Bjorn e il piano di battaglia di Ivar. Dopo essersi ritirato nel castello per avvertire suo padre, Judith e la sua famiglia, Aethelwulf vive per combattere un altro giorno. Cercherà anche lui vendetta per questa monumentale sconfitta?



Mentre è vero che i figli di Ragnar vendicano la sua morte invadendo Wessex, Bjorn vede anche il quadro più ampio nel realizzare il sogno di suo padre di stabilire un insediamento agricolo in Inghilterra. Tuttavia, è anche qui che la famiglia Lothbrok inizia a sgretolarsi quando Ivar sfida i suoi fratelli di fronte all'esercito. Ancora una volta, non c'è dubbio su chi sia al comando, ma quando i cinque fratelli siedono sotto mentre Ecbert è appeso sopra nella stessa gabbia che un tempo ospitava Ragnar, la sete di sangue di Ivar inizia a emergere lasciando gli altri a cercare di tenerlo a freno. scena perché sappiamo che Ivar non ha alcun desiderio di considerare le ramificazioni geopolitiche di ciò che hanno fatto e faranno. D'altra parte, il ruolo di Ivar nella sconfitta di Aethelwulf non può essere trascurato.

Sebbene sembri che Bjorn abbia poco desiderio di governare, il fatto che susciti le opinioni degli altri rivela una forza di carattere che ogni leader di successo possiede. Tuttavia, nonostante sia il più giovane, la decisione di Ivar di sfidare Bjorn e gli altri suoi fratelli ad ogni passo non è uno shock, e il suo desiderio di Blood Eagle Ecbert e continuare a razziare rimane totalmente nel personaggio. Tuttavia, il fatto che il padre non sia in giro per guidarli lascia la porta spalancata allo psicopatico Ivar per iniziare la sua spinta verso la grandezza. È questa la strada che suo padre desiderava per lui? È difficile da sapere.

Ciò che è chiaro, tuttavia, è che Ivar ha compiuto passi da gigante verso l'usurpazione dell'esercito ora che Bjorn ha chiarito che intende continuare nel Mediterraneo. I deboli tentativi di Ubbe di controllare il fratello minore cadono nel vuoto e Hvitserk rimane in silenzio. Ma era solo questione di tempo prima che Sigurd e Ivar si scontrassero l'uno con l'altro, e la terza volta si rivela essere il fascino mentre Sigurd alla fine spinge il suo fratellino troppo oltre definendolo pazzo. Questa volta, l'ascia di Ivar non manca, e il dado è tratto mentre l'esercito sta guardando i suoi comandanti che iniziano a implodere. La pura forza di Ivar il Senz'ossa attirerà gli uomini verso di lui o li allontanerà mentre prendono le loro decisioni su quale fratello seguire?

È facile lasciarsi coinvolgere dalla dinamica della famiglia Lothbrok mentre i fratelli smettono brevemente di combattere tra loro e uniscono le forze per decimare l'esercito del Wessex, ma questa è solo una frazione di ciò che 'The Day of Reckoning' intende mostrare agli spettatori. L'eredità di Ragnar sopravvive mentre i suoi figli eseguono il suo piano alla perfezione, ma è il povero Floki che subisce i danni maggiori, lasciandoci a chiederci quanto altro possa sopportare quest'uomo. Era diventato chiaro che la morte della figlia continua ad affliggere Helga, quindi quando adotta la schiava Tanaruz durante il saccheggio in Spagna, sembrava solo questione di tempo prima che qualcosa dovesse dare. E stanotte succede qualcosa, quando la ragazza coglie l'opportunità durante il caos della battaglia per accendere il suo rapitore e conficcare un coltello nel petto di Helga prima di girare la lama su se stessa.

La morte di Sigurd, sebbene significativa, non è certamente uno shock, e sebbene la morte di Helga in Inghilterra non cambi fondamentalmente nulla nell'arco generale, l'immagine straziante di Floki che trasporta il corpo di sua moglie mostra un lato dei Vichinghi che noi vedere troppo raramente, e sarà interessante vedere come questo cambierà la sua prospettiva andando avanti. Tuttavia, ora ha perso sua figlia, la sua migliore amica e l'amore della sua vita, e c'è solo così tanto che un uomo può ragionevolmente aspettarsi di sopportare prima di soccombere all'oscurità che si chiude su di lui. E mentre il comportamento enigmatico di Floki ha sempre messo in luce i suoi punti di forza, resta da vedere come questa drammatica svolta di eventi lo influenzi emotivamente. 'Anch'io sono morto', dice a Bjorn.

Naturalmente, la spinta principale di 'The Day of Reckoning' risiede nel fatto che i figli di Ragnar mettono momentaneamente da parte le loro differenze per riunirsi in uno scopo comune, quindi i loro scambi con Ecbert presentano un aspetto particolarmente avvincente di questo capitolo del racconto. Anche se dice loro che amava il loro padre, come Ragnar prima di lui, i figli realizzano anche il desiderio morente di re Ecbert? Non è chiaro se capiscano o meno la piena profondità del rapporto che il loro padre ha goduto con l'ex re del Wessex, ma è quel cambiamento di potere che potrebbe dare a Ecbert l'ultima risata, se davvero è quello che sta cercando.

Avendo in precedenza rinunciato al trono in favore di Aethelwulf, questa transizione sembrava essere uno stratagemma per consentirgli di morire nel regno che aveva costruito pur mantenendo il suo potere e prestigio nella famiglia. Ecbert si godrà l'ultima risata dopo aver concluso un accordo con Bjorn che presenta ai Vichinghi un diritto legale alla terra dell'East Anglia? Ecbert ribadisce il fatto che come re ha l'autorità legale per stipulare un accordo che gli permetta di scegliere il proprio modo di morte, ma c'è il problema. Sappiamo che Ecbert non è più re. Era questa la sua intenzione fin dall'inizio? Il pensiero del popolo di Ragnar che si stabilisce in Inghilterra è un tributo al suo amico, o è il tentativo di un uomo morente di vendicarsi?

Forse il dettaglio più sconcertante dell'episodio di stasera risiede nella decisione di Halfdan di accompagnare Bjorn nel suo viaggio. Harald è stato completamente aperto riguardo al suo desiderio di controllare tutta la Norvegia, quindi è un po' sorprendente che suo fratello, con il quale sembra possedere uno stretto rapporto, scelga di abbandonarlo in questo frangente. A meno che, ovviamente, non ci sia un gioco in corso anche in questa decisione. I fratelli stanno coprendo entrambe le basi poiché è ragionevole presumere che entrambi sentano che il loro assedio di Kattegat è riuscito? Halfdan ha intenzione di eliminare Bjorn, Ivar e gli altri?

Il modo in cui il fratricidio di Ivar verrà risolto sarà presumibilmente lasciato a Ubbe e Hvitserk poiché sembra improbabile che Bjorn abbia motivo di coinvolgersi. Gli eventi nel Wessex influenzeranno il desiderio di Ubbe di vendicare la morte di sua madre per mano di Lagertha? E infine, la tanto attesa introduzione di Jonathan Rhys Meyers nella saga si materializza quando lo vediamo interpretare un prete che ha un modo interessante di confortare le vedove in lutto.

Quindi, proprio come i fratelli Lothbrok, ci troviamo a un bivio inconsapevoli di ciò che sta al di là di ogni possibile linea di condotta. I giovani completano la loro missione e forse guadagnano anche più di quanto sperato, ma il costo di questo successo avrà ramificazioni epocali man mano che la narrazione va avanti. 'The Day of Reckoning' offre uno sguardo squisito sul fatto che nulla arriva senza un prezzo, e sarà affascinante vedere come si svolge la storia ora che così tanti sono stati influenzati in così tanti modi.