Vikings Stagione 5 Episodio 19 Recensione: Cosa succede nella grotta

'Come puoi vedere, è difficile uccidermi.'

Anche se re Olaf si chiede se ha preso la decisione giusta nel seguire Hvitserk, e Ivar ora mette in dubbio la veridicità di tutto ciò che sua moglie gli ha detto, il penultimo episodio di vichinghi non lascia dubbi sul fatto che i figli di Ragnar Lothbrok rendano orgoglioso il loro padre mentre li scruta dal Valhalla. Nel finemente realizzato 'What Happens in the Cave', Michael Hirst porta una risoluzione soddisfacente a diversi archi mentre prepara il terreno per il tanto atteso confronto tra l'aspirante dio Ivar e i fratelli che cercano di deporlo.

Il viaggio di Floki in quella che crede essere la porta d'ingresso per Hel potrebbe concludere l'avventura islandese, ma il messaggio che invia risuona per tutto l'episodio e gran parte della quinta stagione. Sia i cristiani che i vichinghi hanno lottato con le loro convinzioni in un potere più grande di loro, e nessuno più di Floki incarna quella lotta emotiva che spesso lascia l'individuo abbandonato dal suo dio. Pronto a trovare una nuova vita lontano dai difetti dell'uomo, il suo umore è sollevato quando pensa di sentire i nani che battono le loro incudini.



Ma nella più crudele delle ironie, piuttosto che una prova degli dei, Floki trova una croce cristiana in piedi nel mezzo della grotta e un calice steso a terra sotto di essa. I suoi dei lo hanno davvero abbandonato, il che rende questa scena così significativa mentre ascoltiamo grida lamentose che cadono nel vuoto. E per aggiungere la beffa al danno, gli effetti di una piccola eruzione vulcanica riempiono la grotta di polvere e cenere, apparentemente intrappolando Floki all'interno, lasciandolo morire solo con il Dio che lo prende in giro nei suoi ultimi istanti. È questa la fine per il brillante costruttore di barche le cui creazioni giocano un ruolo significativo nell'espansione Viking? Dal punto di vista narrativo, sembra la degna conclusione di una storia iniziata con così tante promesse. Il tempo lo dirà.

Con la prossima stagione che segna la fine di vichinghi corri, ha senso che i personaggi principali continueranno a cadere nel dimenticatoio, e mentre osserviamo Judith fare i suoi ultimi respiri, è chiaro che Alfred è ora completamente solo. Essendo stata aiutata da Judith nel suo recupero emotivo e fisico, Lagertha ricorda ad Alfred che sua madre è riuscita nella sua missione, e ora è suo dovere essere un grande uomo e re. È una scena toccante resa ancora più toccante quando in seguito apprendiamo che anche lei lascerà il Wessex per iniziare la fase finale della sua vita. Ben posizionato all'interno di questa sequenza è il flashback dei momenti calanti della battaglia per il Wessex mentre Lagertha si allontana gravemente ferita, alla fine per essere trovata dalla strega che si prende cura di lei. Significativamente, scarta la sua spada e rimuove parte della sua armatura, indicando che la sua vita come guerriera è finita. Tuttavia, è il consiglio della vecchia all'ex regina di Kategatt che risuona così intensamente, spingendo Lagertha a chiedere un favore al figlio una donna che ha ucciso. “La tua vecchia vita è morta; devi dimenticare', le dice la donna, e quando la vediamo tagliare la treccia di Lagertha e bruciarla, sappiamo che si lascia alle spalle il suo passato leggendario.

Tuttavia, prima che la pace possa davvero regnare sul Wessex, Ubbe deve affrontare l'imminente invasione vichinga che minaccia tutto ciò che lui e Alfred sono stati in grado di costruire nel loro breve periodo insieme. Non c'è dubbio che vichinghi fa scene di battaglia su vasta scala e di massa così come chiunque altro, ma il duello in combattimento singolo tra Ubbe e King Frodo si colloca tra le sequenze d'azione più coinvolgenti della serie grazie in parte al suo uso giudizioso del silenzio. Il modo in cui entrambi gli uomini sopravvivono a questo incontro brutale è una testimonianza delle persone per cui combattono, ma è chiaro fin dall'inizio che Ubbe si erge su un'altura morale che tenta di unire le persone piuttosto che violentarle, depredarle e depredarle.

Tuttavia, poiché Ubbe giace gravemente ferito e praticamente indifeso, chiede aiuto a Odino e poi raccoglie la forza per abbattere Frodo per sempre. C'è molto da esaminare in questa scena, non ultimo il tentativo dell'uomo di Frodo di eludere le regole cercando di uccidere Ubbe. Torvi assiste al combattimento e offre incoraggiamento indossando una luminosa tunica rossa che non può fare a meno di catturare l'attenzione del marito. Se lo fa in modo che possa facilmente trovarla in mezzo alla confusione che potremmo non sapere mai, ma lei giustamente abbatte l'uomo che cerca di uccidere il vittorioso Ubbe, cementando ulteriormente il loro status di prima coppia vichinga del Wessex.

Ma è il riconoscimento di Ubbe che la sua conversione al cristianesimo è stata una farsa progettata per facilitare l'assimilazione vichinga nella cultura inglese che ha il maggior peso in questo aspetto della storia. La sua ammissione a Torvi che «qualcosa dentro di me è cambiato. Non mi parla', confonde un po' la questione perché implica che per un certo periodo si sia connesso con l'insegnamento cristiano, e mentre è comprensibile che ora abbia dei dubbi sulla sua decisione, sappiamo che tutto ciò che ha fatto è andato bene fede. È felicissima che sia tornato dagli 'spiriti familiari' e ora dobbiamo solo chiederci se questo potrebbe essere un problema mentre i vichinghi si stabiliscono nell'East Anglia. Dopo aver visto l'uomo che Ubbe è diventato e la donna che Torvi è sempre stata, sembra difficile credere che non cercheranno di promuovere un'atmosfera di tolleranza da entrambi i lati della barriera religiosa, e la richiesta di Lagertha di andare con loro nel nuovo insediamento le dà la possibilità di guadagnare la fiducia di Ubbe e forse anche la sua amicizia.

Mentre Lagertha si prepara ad ambientarsi per godersi i suoi ultimi anni mentre la generazione più giovane prende il sopravvento, è bello ricevere conferme per qualcosa che abbiamo sempre sospettato. Il suo amore per Ragnar non è mai diminuito nonostante gli ostacoli che spesso li hanno affrontati. Come Ubbe in precedenza, si china e prende in mano una manciata di terra dell'East Anglia e ricorda che lei e Ragnar hanno iniziato la loro vita coniugale come agricoltori. “Ragnar, lo vedi questo? Stai guardando questo? Questo è il nostro sogno'. Il suo riconoscimento che sta andando a casa porta anche una conclusione soddisfacente al suo lungo viaggio.

Tuttavia, 'What Happens in the Cave' getta davvero le basi per il finale di stagione e la prima metà del prossimo anno spingendo la storia di Ivar sull'orlo della guerra. In un modo o nell'altro, un figlio di Ragnar Lothbrok sembra destinato a morire. Prima che la battaglia possa iniziare, tuttavia, Ivar deve affrontare la sua relazione con Freydis che ora deve affrontare il peggior incubo di una madre, la morte di suo figlio. Freydis non è stupido e sospetta immediatamente che Ivar abbia qualcosa a che fare con la raccapricciante morte del loro bambino per mano di un branco di volpi. E ora che sono iniziati i dubbi da entrambe le parti, se Ivar farà mettere a morte sua moglie diventa una possibilità molto reale. “Era davvero mio figlio? Non ne sono più così sicuro'.

Mentre era abbastanza facile prevedere che Hvitserk e Olaf avrebbero unito le forze con Bjorn e Harald nel tentativo di abbattere Ivar, la decisione di Ivar di fortificare le difese di Kattegat senza riconoscere la consapevolezza di un nemico in avvicinamento presenta un dilemma interessante. Sua moglie sospetta che abbia ucciso il loro bambino, e la gente del villaggio non sostiene più inequivocabilmente il loro re un tempo venerato. Ma nonostante le probabilità apparentemente accumulate contro di lui, Ivar è, come proclama Olaf, 'una forza della natura' e la sua spinta e volontà di successo non dovrebbero mai essere trascurate.

Sebbene abbiano accettato di lavorare insieme, la difficile alleanza formata tra Bjorn e re Harald rimane su un terreno instabile mentre gli eserciti si muovono verso Kattegat. Il tempo che Harald ha avvertito di Bjorn colpisce la loro flotta, distruggendo quasi ogni possibilità che hanno di rovesciare Ivar. Recuperando ciò che possono dai contenuti sparsi delle navi distrutte, diventa sempre più chiaro che Ironside e Harald sono diretti verso il loro singolo combattimento. La continua pazienza e acquiescenza di Harald nei confronti delle richieste di Bjorn può durare solo così a lungo prima che un uomo uccida l'altro. Una campagna militare di successo può avere un solo generale e sembra che questo attacco possa finire prima ancora di iniziare. Dopo aver interrotto il primo round della loro lotta, Gunnhild dice loro di uccidere prima Ivar, e poi combattere per il controllo di Kattetat.

Gli ideali religiosi continuano a guidare la narrazione dall'Islanda al Wessex al Kattegat. Floki ha perso la speranza, Ubbe torna dagli dei che non ha mai veramente lasciato, cristiani e uomini del Nord vivono e lavorano fianco a fianco nel Wessex, il fascino di Hvitserk per il Buddha occupa gran parte del suo pensiero e la vera fede di Magnus si espone inavvertitamente tramite una fanciulla scudo lo schernisce per aver invocato Dio durante la furiosa tempesta. 'Sapevi che il tuo fratellino è cristiano?' chiede a Bjorn sperando di provocare una risposta. Ma Ironside ha altre cose per la testa, e se Magnus non fosse così sgradevole, potrebbe essere più facile provare empatia per un giovane che lotta per inserirsi in un gruppo che conosce a malapena.

Come vichinghi La quinta stagione volge al termine, gli eventi di 'What Happens in the Cave' conducono piacevolmente a un finale di stagione che promette di rispondere, una volta per tutte, alla domanda se Bjorn Ironside meriti di indossare la corona per cui i suoi genitori hanno lavorato così duramente stabilire. Abbiamo visto l'ultimo di Floki e l'insediamento islandese? La pace e l'armonia regneranno nell'East Anglia, ma soprattutto, Ivar riuscirà a mantenere Kattegat? C'è molto da aspettare.

Dave Vitagliano scrive e fa podcast sulla televisione di fantascienza dal 2012. Puoi leggere più del suo lavoro qui. Attualmente ospita il Fedeltà fantascientifica podcast.