Cosa ha fatto Seth Cohen di The O.C. per il mondo dei geek

Tutti abbiamo pietre miliari nella vita adolescenziale che finiscono per plasmare chi diventiamo. Sono sicuro che tutti ne condividiamo alcuni. Forse è Holden Caulfield. Forse è Kurt Cobain. Forse sono gli Smiths o Fight Club o Mondo fantasma . Tutto ciò ha avuto un effetto su di me, ma non mi vergogno di dire che quello che ha avuto l'effetto maggiore è stato Seth Cohen, un personaggio della soap opera per adolescenti Fox dei primi anni 2000. L'O.C.

Seth Cohen è stato fantastico. Era goffo e leggeva Chuck Klosterman, disegnava supereroi e indossava le magliette più belle. Ha portato fumetti, twee indie rock e sarcastica conoscenza di Internet in uno spettacolo che pochi assocerebbero a geek, e ha fatto esplodere tutte queste cose nel mainstream.

L'O.C. era una serie ingannevolmente brillante e intelligente che ancora non ottiene il rispetto che merita. Si è camuffato da televisione trash, ma in realtà è stato scritto da ragazzi intelligenti che si intrufolano nella cultura pop cult, nella musica cool e persino nel sottile infilzamento della televisione di rete scadente in un successo mainstream. È difficile immaginare che una soap opera per adolescenti venga realizzata ora che sarebbe così dannatamente intelligente e non sarebbe un pastiche consapevole su HBO, sovvertendo consapevolmente il formato.



Lo spettacolo era basato su Ryan Atwood (Ben McKenzie), un ragazzo dalla parte sbagliata dei binari salvato dal difensore pubblico dal cuore sanguinante Sandy Cohen (l'incomparabile Peter Gallagher) che ha finito per vivere con i ragazzi ricchi di Orange County. Lì diventa migliore amico del figlio biologico di Sandy, Seth (Adam Brody) e cattura l'attenzione della bella ragazza della porta accanto, Marissa (Micha Barton), che è la migliore amica di Summer (Rachael Bilson), l'oggetto dell'amore non corrisposto di Seth. Quello che segue è un mix di dirottamenti adolescenziali, crepacuore, alcuni grandi attori di culto nei ruoli degli adulti (Tate Donovan, Alan Dale, Michael Nouri) e una colonna sonora piena di Imogen Heap. Un immediato successo di ascolti al suo debutto, sembrava onnipresente intorno al 03/04, ma poi è più o meno scomparso dal radar culturale. L'O.C. è svanito abbastanza rapidamente, con la seconda e la terza stagione che non sono affatto all'altezza della prima (forse perché hanno bruciato così tante trame nella prima stagione), e nonostante la quarta serie abbia recuperato un po' del suo mojo, morì di una morte tranquilla. Ma l'eredità dello spettacolo, e in particolare l'eredità di Seth Cohen, è molto più importante di quanto alcuni potrebbero essere disposti a riconoscere.

Ripensa al 2003. Pre-Twitter. Pre-Facebook. Pre-iPhone e iPad. Spider-Man e gli X-Men sono stati gli unici supereroi Marvel ad essere arrivati ​​sul grande schermo. Game of Thrones era qualcosa che piaceva solo agli strani che leggono i romanzi fantasy. Eravamo ancora molto lontani dal fatto che gli occhiali dalla montatura spessa fossero fantastici, il Comic-Con di San Diego fosse più grande di Glastonbury e Chris Hardwick fosse una cosa. Avere un personaggio a cui piacevano i fumetti, i film di samurai e i videogiochi e non farli diventare il bersaglio dello scherzo era ancora in qualche modo rivoluzionario.

Sì, Kevin Smith aveva i suoi fannulloni ventenni che chiacchieravano Guerre stellari , ma stava realizzando film indipendenti per i frequentatori d'essai di New York e per i nerd del cinema. Un mio amico sostiene che Seth è solo una versione sterilizzata di Brodie, il personaggio principale di Jason Lee del secondo film di Smith Mallrats – un'icona outsider dalla bocca aperta che può essere super entusiasta di incontrare Stan Lee, ma se la cava anche con Shannen Doherty della metà degli anni '90 mega hot. E ha ragione. Ma Smith stava facendo quel film per gente come Brodie, ragazzi come Brodie in particolare (vedi anche: Christian Slater in vero romanticismo ). Era l'appagamento di un desiderio, o almeno un punto di identificazione per il pubblico principale del film.

L'O.C. era diverso: era una soap opera per adolescenti della Fox. Mentre il creatore Josh Schwartz ha ammesso che Seth è basato su se stesso, lo spettacolo non è stato creato per il piccolo Josh Schwartzs. Era fatto per ragazze adolescenti. (Né questo vuol dire che solo quel pubblico lo guardava, né che dovremmo considerare il suo dramma relazionale come intrinsecamente 'femminile', ma che le ragazze adolescenti erano il mercato di riferimento dello show.) Una cosa è per un maschio beta della classe media bianca fare un film con una classe media bianca beta-maschio che legge fumetti ma è anche molto divertente e alla fine conquista la bella ragazza. È tutta un'altra cosa crescere come il ragazzo nerd, farsi strada nell'industria televisiva e fare una soap opera per adolescenti di successo che mostri a tutte le ragazze popolari che lo guardano quanto siano fantastici i nerd che leggono fumetti. Schwartz ha creato un'adorabile versione goofball di se stesso e ha fatto innamorare di lui un pubblico mainstream.

La cosa fantastica di Seth Cohen è che non è solo un personaggio 'geek'. Molto è stato scritto sulla cosiddetta 'cultura geek' che è diventata mainstream di recente, ma Seth Cohen era qualcosa di molto più interessante di così. Seth non ha le sue radici nel fandom pre-internet. È invece più un Woody Allen millenario. Si rifà a un tempo prima che l'intero concetto di cultura geek fosse codificato, quando i bambini venivano ostracizzati per essere intelligenti e alfabetizzati e non un atleta. Questa è la sua caratterizzazione, e i fumetti sono solo estetici (confronta e contrasta con i personaggi 'Questa è una lista di cose che piacciono ai nerd' su La teoria del Big Bang ).

L'O.C. ha fatto davvero molta strada per 'normalizzare' i fumetti nel mainstream. Non sto dicendo che lo fosse direttamente responsabile del successo del Marvel Cinematic Universe, ma penso che abbia reso l'essere uno strano nerd dei fumetti, se non figo, almeno accettabile. L'ultima volta che i fumetti hanno avuto la stessa esposizione mainstream di oggi è stato nei primi anni '90, quando il 'boom del collezionismo' era al suo massimo. Questo era un periodo in cui le copertine olografiche dei nuovi numeri degli X-Men venivano acquistate alla rinfusa da investitori che pensavano che avrebbero fatto andare i loro figli all'università, e molto più impegno è stato messo in qualunque espediente brillante fosse sulla copertina rispetto all'arte e storie dentro.

Seth Cohen ha dimostrato che in un nuovo decennio gli appassionati di fumetti non erano ossessivi che non lo avrebbero mai toccato per paura che non fosse più in ottime condizioni. Invece erano fan appassionati, interessanti, strani ma divertenti. Potresti leggere fumetti ed essere parte di un normale gruppo di amici, non un extra in La vendetta dei nerd . Seth Cohen è stato un precursore del tipo di fandom molto moderno che celebra ciò che gli piace - creare gif e Tumblr - al contrario di I Simpson ' Stereotipo del ragazzo dei fumetti, che fa notare i buchi della trama e si lamenta che Episodio 1 / Indy IV/ Uomo d'Acciaio è orribile ma continua a mangiarlo rabbiosamente.

La popolarità di L'O.C era almeno in parte responsabile di un cambiamento di atteggiamento che ha portato i film Marvel a diventare la cosa più grande di sempre. Mentre X-Men , Uomo Ragno e Lama erano stati tutti film di successo, a loro mancava uno dei piaceri chiave dei fumetti di supereroi: il concetto intricato, accattivante e spesso privo di senso dell'universo condiviso. È un'idea un po' folle quando la guardi obiettivamente. Immagina se HBO lo imponesse I Soprano , Game of Thrones , Ragazze e legno morto dovevano essere tutti nella stessa continuità, e talvolta incrociarsi l'uno con l'altro. Sarebbe una follia. Non riesco a tenere traccia di tutti quegli spettacoli! Voglio solo guardarli tutti per stare al passo con uno o due che mi piacciono! E questo non limita fortemente il potenziale narrativo di tutti loro? Ma Seth Cohen ha introdotto una sana irriverenza nei fumetti che mostra quanto può essere divertente quando Doctor Strange viene nominato in un Capitano America film. Fondamentalmente, ha dimostrato che essere un nerd su queste cose è stato davvero divertente. Adesso Guardiani della Galassia e Il morto che cammina stanno rendendo disponibile in TV e al cinema molto di ciò che lui – e io – amiamo davvero dei fumetti.

In un certo senso, Seth Cohen è ciò che avrebbero dovuto essere i geek che si impossessavano del mainstream: i ragazzi fantastici e strani che rendono tutto bello e strano. I bambini che erano emarginati a scuola rendevano accettabile essere uno strano emarginato ed essere inclusivi. Invece abbiamo un film di Superman in cui uccide il cattivo, stronzi misogini che inviano minacce di morte a designer di videogiochi donne e magliette miste. Ma tutto sembrava così brillante nel 2003. Se Seth fosse in giro adesso, penso che avrebbe molto da dire - e in fretta - su alcuni aspetti della cultura geek che sono diventati il ​​loro peggior nemico.

Parte di ciò che ha reso Seth un personaggio così efficace è che è stato scritto in modo così genuino. I suoi riferimenti erano reali. Puoi dirlo agli scrittori di La teoria del Big Bang non amano la cultura a cui fanno riferimento. Hanno una lista di stereotipi da nerd a cui si riferiscono... Star Trek , fumetteria, scienza - che sanno che il pubblico mainstream vedrà e ora che significa 'NERD'. Lavorano su Homer Simpson Scale Of Jocks To Nerds.

Seth Cohen era diverso. Non ha solo menzionato Spider-Man perché è quello di cui la gente avrebbe sentito parlare. Ha creato una rete di riferimenti intricata, appassionata e coerente da cui i fan dei fumetti si divertono, e da cui gli altri potrebbero essere confusi nello stesso modo in cui lo erano i personaggi intorno a lui. In particolare, ha fatto qualcosa che raramente fanno le barzellette dei fumetti su altri media, facendo riferimento sia ai creatori che ai soli personaggi: ha riconosciuto i fumetti di supereroi come una forma d'arte, non solo i cartoni animati. L'attuale scrittore di X-Men, Brian Bendis, è stato spesso censurato. Ora è uno dei nomi più redditizi nei fumetti di supereroi, ma nei primi anni 2000 si stava solo facendo un nome su temerario e L'ultimo Spider-Man (due libri di medio livello) dopo tanto tempo scrivendo fumetti di culto (ma non di grande successo) polizieschi. La caratterizzazione di Seth Cohen non era solo 'Oh, gli piacciono i fumetti', era 'Oh, gli piace un certo tipo di fumetto'. Se lo show fosse andato in onda oggi, probabilmente parlerebbe di Matt Fraction's Occhio di Falco e di Kieron Gillen Giovani Vendicatori . È stato solo dopo che lo show è andato in onda circa un anno dopo che Bendis è passato agli Avengers ed è diventato una superstar dei fumetti. In retrospettiva potrebbe sembrare che Schwartz fosse appena entrato in un negozio di fumetti e avesse chiesto il nome dell'attuale più grande scrittore per nominare Drop. In effetti, direi che è successo il contrario: l'esposizione di Bendis nello show più hot in TV probabilmente lo ha aiutato a spingerlo al grande momento alla Marvel.

Una cosa, ammettiamolo, ha davvero deluso l'attenta caratterizzazione di Seth: alla fine della seconda stagione lo spettacolo ha avuto uno slot ospite di alto profilo nientemeno che da George Lucas. Comprensibilmente, questo è stato un grosso problema e un colpo di stato, ma sembrava così forzato e fuori dal personaggio. Una delle principali trame della seconda stagione è stata la creazione di un fumetto da parte di Seth, che alla fine li ha portati a interessarsi alla Wildstorm Comics (un altro segno che gli scrittori sapevano di cosa stavano parlando – invece di inserire un falso analogo Marvel o qualcosa del genere, in realtà sono andati con un vero editore, basato sulla costa occidentale con un track record di personaggi di proprietà del creatore). Lucas mostra interesse per il fumetto e vuole un incontro, e Seth finisce per saltare il ballo del liceo (e Summer) per incontrare il suo 'eroe'. Il fatto è che, a parte Guerre stellari ottenendo lo strano soprannome, Seth non ha mai davvero menzionato Lucas prima. Se lo ha fatto, è solo per essere denigratorio La minaccia del Fantasma . Chi lui ha gridato con entusiasmo a chiunque ascolti, però, è Brian Bendis. Avrebbe avuto molto, molto più senso che Bendis fosse un cameo, da ogni personaggio immaginabile e dal punto di vista della narrazione. A parte ovviamente che Bendis non sarebbe stato riconosciuto dallo spettatore mainstream, ma George Lucas sì. È l'unico passo falso che lo spettacolo fa con Seth, trasformandolo in un personaggio a tutto tondo, in 'Guarda che NERD è tutto NERD che vuole stare con Guerre stellari invece della sua ragazza. NERD'. Seth deve scegliere tra incontrare il suo eroe di culto o fare ciò che è giusto per la sua ragazza è un dramma avvincente. Seth che abbandona Summer per incontrare una celebrità è solo che lui è davvero un sacco di merda.

(È particolarmente fastidioso dal momento che la band preferita di Seth, i Death Cab For Cutie, alla fine è apparsa nello show, che è stato trattato come un grande evento nonostante fossero lontani dall'essere la band più famosa ad apparire nello show. Seth Cohen e L'O.C. L'influenza di 's sulla musica durante gli anni 2000 è qualcosa da cui potrei facilmente ricavare un migliaio di parole, ma lascerò a Noisey o Pitchfork. Ma in breve: ha fatto anche per i ragazzini bianchi con le chitarre quello che ha fatto per i fumetti, e direi che la rinascita della musica indie a metà degli anni 2000 è opera sua tanto quanto quella di Julian Casablancas o Pete Doherty.)

Infine, voglio anche sottolineare il grande rapporto di Seth con Summer. In precedenza, ho fatto riferimento ai protagonisti maschili dei film che alla fine si divertono con ragazze sexy come una sorta di ricompensa, trattando le donne come oggetti, come semplici obiettivi della trama o indicatori di successo, come si vede Mallrats , Jason Lee legge fumetti ma se la cava anche con la bella Shannen Doherty. L'O.C. assolutamente non lo fa con Seth. È vero, Rachel Bilson è ridicolmente attraente. Ma non è affatto una Manic Pixie Dream Girl. Non è la graziosa e vivace cifra che appare dal nulla per trascinare fuori il suo malessere il maschio bianco deprimente surrogato dello scrittore e dare una svolta alla sua vita senza che lui faccia davvero nulla. È Ryan che dà a Seth l'enorme calcio in culo per sistemare la sua vita, per a) parlarle davvero invece di fissarla da lontano, e b) in realtà sistemare se stesso ed essere il tipo di persona che lei potrebbe effettivamente essere attratto. Una Manic Pixie Dream Girl appare in realtà nella prima stagione per un lungo periodo, nella forma di una sorta di ragazza nerd Anna (interpretata da Samaire Armstrong). All'inizio Seth dice “Ti piacciono i fumetti! Mi piacciono i fumetti! Staremo insieme per sempre!”, ma la vita non è così. L'amore e le relazioni si basano su molto di più, non solo su interessi superficiali, e si rende conto che dovrebbe stare con l'estate. Nel corso delle quattro stagioni, litigano e discutono come persone vere, ma lavorano e restano insieme. Si trasforma in una persona reale a cui piacciono i fumetti, al contrario di un ragazzino geniale che cresce e scrive un film su se stesso che si diverte con una ragazza sexy solo per dimostrare a tutti che è normale.

La prossima settimana – Come la trama della quarta stagione su Ryan che diventa un combattente in gabbia ha causato il boom di popolarità di Ultimate Fighting Championship.

Segui il nostro Feed di Twitter per notizie più veloci e brutti scherzi proprio qui . e sii nostro amico di Facebook qui .