Cosa X-Men: The Last Stand ha sbagliato – e giusto?

Tutti i visitatori abituali degli universi in crescita dei film di supereroi lo sapranno X-Men: L'ultima resistenza è una delle puntate meno amate da quando il genere è tornato con il botto nel 2000.

È visto da molti come una fine estremamente deludente per quella che avrebbe potuto essere una trilogia cinematografica quasi perfetta dopo tutta l'esperta costruzione del mondo di Bryan Singer nelle prime due puntate.

Il consenso di Rotten Tomatoes sul film è che il nuovo regista Brett Ratner ha 'sostituito il cuore e le emozioni (e lo sviluppo del personaggio) del precedente X-Men film con più azione ed esplosioni', con una media dei punteggi dei suoi 'Top Critics' di un misero 41%.



Tuttavia, non si può dire che sia stata in alcun modo 'l'ultima resistenza' per la mutazione al cinema. In effetti, il film non solo ha superato i suoi predecessori al botteghino, ma ha anche permesso alla Fox di incassare il Santo Graal del mondo dei fumetti: spin-off di successo.

Considerando che le precedenti storie di personaggi secondari al centro della scena catwoman e Elettricità entrambi non erano riusciti a superare i 100 milioni di dollari al botteghino, Le origini di X-Men: Wolverine e il ghiottone entrambi hanno fatto, come hanno fatto Prima classe , un prequel completamente rivisto. Evidentemente, gli spettatori non sono stati scoraggiati da The Last Stand (che rimane il più riuscito X-Men film al botteghino) anche se il fandom online aveva fatto del loro meglio per cancellarlo dai loro ricordi.

Ora, con il regista prodigo tornato, X-Men: Giorni di un futuro passato è uno dei film di supereroi più attesi nella memoria recente, il che dice qualcosa quando si pensa a tutti i colossi al botteghino super-potenti che abbiamo visto dall'ultima volta che ha preso la sedia.

Tutto ciò ha portato chi scrive a una domanda pericolosa: era X-Men: L'ultima resistenza davvero così male? Dopo essermi rispedito nel mio corpo più giovane per vedere di nuovo il film, sono tornato per condividere il bene (e il male) che ho trovato...

Tentativi di un messaggio

Se c'è una cosa che questo film ha sicuramente fatto bene, è stata la sua storia principale. Con il senno di poi, l'idea di mettere una 'cura' mutante al centro della sua narrativa era esattamente la cosa giusta da fare.

Guardando il contesto della famosa scena del 'coming out' di Singer nell'originale X-Men film, e l'odiosa tirata di William Stryker contro tutte le cose mutate in X-2 , vedere l'eradicazione del tipo mutante in prima linea nel regno pubblico è il percorso logico per concludere la trilogia.

Singer aveva sviluppato l'idea che gli umani odiassero i mutanti sin dall'inizio, e con... The Last Stand finalmente abbiamo potuto vedere come sarebbe stato un confronto pubblico totale tra i due. Sicuramente se Singer avesse avuto il controllo, avremmo visto svolgersi una trama simile.

A volte, questo dispositivo centrale di cura per la mutazione fornisce alcuni grandi momenti emotivi. In questo re-watch, ho scoperto che vedere Rogue rimuovere finalmente il suo potere scomodo sembrava davvero un catartico pay-off dopo due film di set-up. Il depotenziamento di Mystique mi ha anche dato una sorprendente quantità di 'sensazioni' per l'addio di un cattivo. Potrei aggiungere ulteriori livelli di attaccamento personale però, ora che conosco il suo retroscena da Prima classe .

A circa due terzi del film, stavo davvero cominciando a pensare The Last Stand era molto meglio di quanto avessi pensato in precedenza. Era sulla buona strada per una brillante scrittura grazie a grandi momenti emotivi e un forte messaggio 'essere diversi è OK'.

Tuttavia, i problemi del film iniziano davvero a mostrarsi nell'atto finale e questo forte messaggio inizia a cadere nel dimenticatoio. Dopo un'introduzione che attira l'attenzione, Angel viene ampiamente sottoutilizzato. Si è davvero distinto in un re-watch che l'inclusione di Angel ha davvero solo lo scopo di un indicatore sfacciato della narrativa in tre fasi del film. All'inizio pensa che essere un mutante sia sbagliato, nel mezzo si rende conto che neanche l'umanità è così grande, alla fine salta fuori per salvare suo padre come un microcosmo per la ritrovata pace tra mutanti e umani. A questo personaggio non viene dato altro da fare se non rendere la trama più chiara, nel caso in cui non l'avessi già notato.

Anche il depotenziamento di Magneto è crollato, nonostante qualche succoso accumulo per McKellen in cui ti ricorda le sue origini nel campo di concentramento. Nel momento in cui viene 'curato', però, abbiamo visto un mucchio di depotenziamenti, una miriade di esplosioni e l'azione non è nemmeno finita. Il momento del 'cosa ho fatto?' di Magneto viene superato rapidamente per far posto a scatti più interessanti della distruzione in corso.

Il film tenta anche un altro messaggio nei fermalibri 'Lavoriamo come una squadra', che sembrano davvero attaccati a un'analisi attenta. Storm lo menziona all'inizio e poi ignora la propria idea lasciando che Wolverine scappi e risolva tutto da solo. Nella battaglia culminante decide quindi che Wolverine probabilmente ha avuto comunque l'idea migliore. In un film in cui inserire un messaggio era problematico, la ragione per cui (in modo sciatto) aggiungerne un altro è più difficile da individuare rispetto al nascondiglio nella foresta di Magneto.

Trattamento di personaggi e canone

Recentemente, durante una lager economica, un mio amico ha affermato che il Professor X si è comportato come un 'cazzo completo' in X-Men: L'ultima resistenza . Non sapevo cosa volesse dire in quel momento, ma dopo aver rivisto le sue sagge parole mi sono sembrate vere.

A parte la lezione di etica e una breve conversazione sincera con Storm, il comportamento di Xavier è piuttosto atroce in questo film. Andato è l'amato insegnante e mentore, invece abbiamo un uomo che limita i poteri delle persone, urlando continuamente a Wolverine e mandando in pericolo due dei suoi migliori amici. Li manda a recuperare Jean da Alkali Lake senza avvertirli affatto del suo potere. Può trasformare le persone in polvere Charles, potresti menzionarlo.

Non è solo il professore a soffrire della scrittura sciatta. Vengono introdotti nuovi personaggi e poi lasciati soli con uno sviluppo del personaggio scarso o nullo. A un esame più attento, alcuni mutanti sono stati apparentemente inclusi solo per fornire una gag successiva (Multiple Man), un momento d'azione fresco (Colossus) o un epilogo emotivo (Angel). Da bambino alla prima visione, pensavo che questi nuovi personaggi fossero tutti piuttosto fighi. Ora, però, il loro coinvolgimento e trattamento si distingue come un sintomo di una scrittura scadente.

Forse la cosa peggiore di tutte, l'iconico X-Man Cyclops viene ucciso improvvisamente in un momento che fornisce poco effetto emotivo. Sebbene uccidere un personaggio secondario come l'agente Coulson inson Vendicatori si riuniscono ha fornito un'enorme motivazione per la squadra centrale di quel film, la morte di Ciclope ha lo stesso impatto che se l'onnipotente Fenice avesse appena ucciso un tizio a caso. Se ne pente brevemente, ma non fa nulla per voltare le spalle alla luce e molto poco per motivare gli X-Men che non fanno molto finché più persone non sono in pericolo.

I nuovi membri della confraternita di Magneto sono trattati altrettanto male. Ci sarà qualche redenzione per questi nuovi fantastici personaggi? Vedremo qualche succoso momento di rivelazione personale da preparare per un sequel? No, muoiono tutti. Ancora una volta, questi personaggi vengono introdotti solo per avere un momento di potere nel corso della giornata, e poi prontamente scritti.

Tuttavia, dopo aver cacciato disperatamente cose positive come Wolverine che si fa strada verso Jean attraverso una foresta di malfattori sottosviluppati, posso riferire che non è poi così male per tutti i personaggi di The Last Stand . Alcuni giocatori centrali hanno dei momenti davvero emotivi. Dopo due film di crescente affetto, Wolverine costretto a uccidere Jean si distingue come un momento davvero straziante.

Sebbene in contraddizione con la continuità (che lo vedeva completamente dall'aspetto umano in un X-2 sfondo), il momento in cui la Bestia completamente blu vede la sua mano umana è anche emotivamente risonante. Inoltre, nonostante il suo comportamento discutibile, la morte del Professor X è uno dei momenti migliori del film in quanto le reazioni dei suoi alunni e dei vecchi amici aggiungono il cuore tanto necessario a un film prevalentemente freddo.

Per ogni momento di successo, però, ce ne sono molti di quelli gravemente stupidi. I fan del più ampio X-Men canon deve essere stato entusiasta di sapere che l'amata saga di Phoenix stava arrivando sullo schermo. Quindi devono essere stati molto delusi nel vederlo sacrificare il centro della scena per l'arco della cura e vedere Jean relegata a uccidere il suo amante fuori dallo schermo e in piedi sullo sfondo con l'aria scontrosa per enormi pezzi del film.

Sebbene il film abbia tratto un'idea per la storia e tutta una serie di personaggi dal canone dei fumetti, il trattamento di questo arco narrativo, i protagonisti affermati e il nuovo sangue sono alcune delle cose peggiori di questo film.

Il film nel suo insieme

Alla fine, sono stato attratto dal pensare al film stesso nel suo insieme. Come già discusso, ha molte cose che dovremmo apprezzare: una forte morale 'essere diversi è OK', una trama 'mutanti contro il governo' che si lega bene con gli altri film e alcuni momenti emotivi decenti.

Non è tutto ciò di cui possiamo godere: gli effetti nel film sono generalmente sbalorditivi. I poteri di Jean, in particolare, sono piuttosto ben serviti, costruendo dalla sua dimostrazione di potenziale infantile in una distruzione visivamente brillante del Professore e una straordinaria dimostrazione di distruzione mentre la sua pura rabbia e rabbia portano alla conclusione del film.

Anche i momenti d'azione per i personaggi secondari si svolgono bene, incluso il depotenziamento di un mutante adesivo che si arrampica a metà parete, l'uomo i cui arti ricrescono, le onde d'urto di Arclight e l'uso grizzly del ragazzo porcospino per il suo potere. Molti momenti mescolano efficacemente umorismo, acrobazie dal vivo e CGI molto bene, creando un grande paesaggio visivo per il film. Alcuni grandi personaggi sono serviti bene anche dagli elementi CGI del film, tra cui la sbalorditiva sequenza del Golden Gate Bridge per Magneto e la scena di simulazione di apertura di Sentinel per il cast principale.

Tuttavia, anche se si tratta di una produzione massiccia di uno studio esperto che ha aiutato Singer a costruire i primi due film, ci sono ancora alcuni inconvenienti cinematografici e di continuità altamente irritanti di cui un film già in difficoltà avrebbe potuto fare a meno. Questi includono gli artigli di Wolverine che sembrano più falsi di prima, nonostante sembrino a posto nei film precedenti e le fastidiose visioni notturne istantanee che si verificano quando raggiungiamo la battaglia finale. Le cose peggiorano ancora in questa battaglia quando Wolverine viene accidentalmente capovolto in un punto di montaggio scadente e le luci sono accese nelle auto vuote per nessun altro motivo se non per ottenere uno scatto migliore. Questi sono piccoli punti sì, e il genere di cose di cui normalmente non scrivo, ma nel caso di The Last Stand sembrano degni di nota come un altro problema da aggiungere al mucchio crescente.

Questi inconvenienti cinematografici sono sintomatici dei problemi più ampi che circondano questo film: è stata una grande idea con un'esecuzione scadente. Sebbene ci sia molto da apprezzare in un re-watch, vale a dire dell'azione eccellente, alcuni momenti forti del personaggio, un film con una morale e alcuni effetti speciali decenti, non aspettarti di trovare il tuo nuovo film preferito se decidi di ri- guarda questo in preparazione per Giorni di un futuro passato .

I punti di forza del film sono oscurati da un'orda di problemi che è difficile non notare. Potrebbe non essere il peggior film di sempre, o così brutto come tutti ricordiamo, ma è comunque piuttosto brutto. Gli errori di continuità sono l'ultima delle nostre preoccupazioni in un film in cui i personaggi principali vengono uccisi senza conseguenze, la scrittura rende un leader amato un 'cazzo completo', i nuovi personaggi non ottengono alcuno sviluppo e un antagonista dei fumetti preferito dai fan viene ridotto in piedi intorno e accigliato. Basti dire che il ritorno di Bryan Singer è ancora più atteso da me dopo questo punto di analisi.

In risposta alla mia domanda però, no, The Last Stand non è così male come ricordavo, ma soffre ancora di alcuni difetti considerevoli. Si può solo supporre che sia l'amore del pubblico per tutto ciò che è sovrumano, il ricordo dei film superiori di Singer, un prequel asso ( Prima classe ) e un discreto seguito ( il ghiottone ) che hanno fornito il fattore di guarigione per mantenere in vita questo franchise.

Segui il nostro Feed di Twitter per notizie più veloci e brutti scherzi proprio qui . e sii nostro amico di Facebook qui .