Perché International Karate Plus era un gioco di combattimento unico?

Questo articolo viene da Den of Geek UK .

Non so come ho scoperto per la prima volta che potevi farlo. Tutti i miei amici sembravano sapere come farlo, ma dubito che ricorderebbero nemmeno come l'hanno scoperto. Immagino fosse solo una di quelle cose. Sei giovane. Hai molto tempo a disposizione. Sperimenti. Ma in qualche modo lo sapevamo tutti. Se hai premuto un tasto segreto durante il gioco Karate Internazionale Plus , i pantaloni dei combattenti cadrebbero e sembrerebbero imbarazzati. Questa era forse la cosa più divertente che avessi mai visto da bambino.

Sono i piccoli dettagli che possono rendere memorabile un gioco di arti marziali. La caduta dei pantaloni può sembrare un'allodola irrilevante, ma è stato uno dei tanti tocchi colorati che hanno aiutato a cementare io+ come uno dei preferiti dei miei anni di gioco formativi. C'erano anche alcune personalizzazioni che facevano sembrare il suo 'mondo' più reale, come poter cambiare il colore della giacca (e delle sopracciglia) del giudice o poter modificare lo stile del tramonto. Questo livello di controllo era insolito negli anni '80 e, anche se niente di tutto ciò era divertente quanto la caduta dei pantaloni, tutto si aggiungeva al divertimento.



L'uomo responsabile di questo divertimento era Archer MacLean, uno dei geni pionieri della programmazione a 8 bit. Non puoi definirlo prolifico per niente, ma tutti i suoi giochi hanno mostrato talento e innovazione ben oltre la norma. Il suo debutto, Zona di rilascio , era un Difendere a scorrimento laterale in stile con un astronauta che indossa un jetpack che fa esplodere gli invasori alieni su Giove. Ciò che gli mancava in termini di originalità concettuale lo compensava con il design grafico all'avanguardia e il controllo del giocatore, diventando un clone arcade che ha effettivamente superato il gioco originale.

Dopo Zona di rilascio è diventato un best seller, MacLean è stato assunto dalla software house System 3 in difficoltà per 'aggiustare' un gioco su cui stavano lavorando chiamato Karate Internazionale (o il meno orecchiabile Campionato mondiale di karate se fossi negli Stati Uniti). Il programmatore originale aveva lasciato dietro di sé una tonnellata di codice apparentemente scadente, quindi MacLean decise di riscriverlo da zero, gettandosi nel mondo dei picchiaduro, determinato a realizzare il migliore (che, all'epoca, credeva fermamente fosse La via del pugno che esplode ).

Nel novembre 1985, la scintillante novità di MacLean Karate Internazionale è stato rilasciato con recensioni positive e grandi numeri di vendita. È arrivato alla fine di un anno d'oro per i giochi di combattimento (il seminale di Konami Yie Ar Kung Fu è uscito anche nel 1985), ma io spiccava ancora. Aveva un'azione convincente (i pugni effettivamente collegati per cominciare), un movimento grafico impeccabile e un gameplay avvincente, mentre i combattenti passavano dalle cinture bianche all'obiettivo finale della cintura nera vincendo incontri di karate, il tutto sorvegliato da un piccolo loquace dai capelli d'argento giudice. Tra un combattimento e l'altro, c'erano round bonus in cui potevi distruggere pile di legno usando solo la tua testa, con la colonna sonora di una versione mutoide e selvaggiamente stonata di Ryuichi Sakamoto Buon Natale Signor Lawrence musica a tema.

Può sembrare sciocco ora, ma una delle cose migliori del gioco era, come suggerito dal titolo, che era davvero un torneo internazionale. Lo sfondo cambierebbe in modo da combattere nel porto di Sydney un minuto e fuori dalla Grande Piramide di Giza il prossimo ( Street Fighter 2 avrebbe poi fatto uso di una simile presunzione, come esempio di io influenza di più ampia portata). Era come un mini tour mondiale, mentre i precedenti giochi di arti marziali di solito ti mostravano un dojo o uno sfondo di Buddha.

Nonostante la sua popolarità e innovazione, Capcom ha intentato una causa contro Epyx (che ha concesso in licenza il gioco negli Stati Uniti) e ha affermato che io plagiato il loro successo arcade del 1984 Campione di karate , il nonno dei giochi di arti marziali. Mentre inizialmente la causa è stata accolta, la decisione è stata ribaltata pochi mesi dopo quando è stato deciso che nessuno poteva porre il copyright su uno sport. Entrambi i giochi seguivano le convenzioni dei tornei di karate reali, quindi le somiglianze - combattenti vestiti con gi colorati diversi e un sistema di punteggio basato sui punti - erano dovute al realismo piuttosto che al plagio.

Con la causa conclusa e spolverata e il gioco un vero successo, System 3 voleva rilasciare un sequel che si sarebbe dimostrato degno e MacLean ha avuto un'idea geniale. Per io+ (1987), ha aggiunto un terzo combattente, controllato dal computer, ed è stato letteralmente un punto di svolta. Con due avversari invece di uno, c'erano più potenziali risultati della partita, poiché i personaggi del computer potevano ingannarsi a vicenda così come te. Se sei arrivato primo o secondo in una partita, potresti passare al livello successivo, ma arrivi ultimo e sei fuori.

Era diabolicamente avvincente perché c'era di più per cui giocare, specialmente perché ciò che i due giocatori computer si facevano l'un l'altro poteva cambiare il risultato in modo così drammatico che dovevi davvero tenerli sotto controllo. La modalità a due giocatori è stata inoltre potenziata dalla presenza di questa minaccia extra imprevedibile. Tra un incontro e l'altro, la distruzione del legno è stata sostituita da una sfida di velocità in cui respingi le sfere volanti con uno scudo. Tanto infido quanto geniale, ho sempre pensato che sarebbe stato di per sé un ottimo gioco economico.

Anche se non c'erano più sfondi internazionali (in quanto ciò avrebbe sovraccaricato la RAM disponibile), ne è valsa la pena. Oltre all'acqua scintillante nel mare (gli effettivi sfondi in movimento sono ancora una novità assoluta), il controllo dei tre caccia era più fluido che mai. Potrebbe non aver avuto mosse di combattimento complesse nella misura di qualcosa del genere Pugno che esplode ma quelli che erano sembrati brutali e credibili, e guardare tre ragazzi che si ammazzavano invece di due era molto più violento. Sìì.

Le mosse avevano il vantaggio di essere semplici da eseguire, quindi piuttosto che premere i pulsanti in preda al panico, sembrava che tu potessi effettivamente sapere cosa stavi facendo dopo pochi minuti di gioco. Le mosse sembravano anche sorprendentemente 'umane', grazie al tracciamento manuale di MacLean sui fotogrammi delle copie VHS di Corsa a palle di cannone (per la testata di Jackie Chan) e Grasso (per i backflip laterali) e convertire questi disegni in pixel.

Ci sono anche un paio di colpi spettacolari e ottieni punti extra per l'atterraggio di uno di questi, l'ideale è un calcio di salto in due direzioni in cui salti in aria e scarponi entrambi i tizi in testa, uno con ciascun piede. Quindi, ovviamente, proprio mentre vieni proclamato vincitore, puoi premere i tasti segreti e ottenere una caduta dei pantaloni della vittoria. Questo è quello che chiamo stile.

Come molti dei giochi di MacLean, Karate Internazionale Plus rimane uno straordinario nel suo campo e una delle crepe più divertenti nel portare le arti marziali nell'informatica domestica.