Perché dovresti guardare The Sinner su Netflix?

Perché amiamo così tanto le serie poliziesche? Forse i nostri piccoli cervelli umani sono attratti dal mistero. Qual è la nostra esperienza con il mondo in generale se non un grande mistero da svelare? O forse è la promessa di risposte all'interno di quel mistero che ci costringe così. Certamente questi sono fattori importanti, ma un aspetto del fascino dei romanzi polizieschi non può essere trascurato: il detective stesso.

Dal punto di vista della narrazione dei dadi e bulloni, probabilmente non c'è protagonista più pronto di un buon detective. Un detective è come lo spettatore stesso: immerso in circostanze sconosciute e poi invitato a usare le sue capacità di osservazione e deduzione per capire quella situazione. Il fascino di un buon romanzo poliziesco è davvero elementare. Ed è per questo che dovresti guardare USA Network's Il peccatore , di cui tutte e tre le stagioni sono ora in corso Netflix .

Il peccatore ha debuttato il Rete USA nel 2017. Originariamente era inteso come una miniserie in otto parti basata sull'omonimo romanzo della scrittrice tedesca Petra Hammesfahr del 1999. Lo spettacolo ha trasferito il mistero di Hammesfahr dalla Germania allo stato di New York per raccontare una storia autosufficiente su un detective che ha dato una seconda occhiata a quello che sembrava essere un caso aperto e chiuso.



Bill Pullman (ancora il miglior presidente fittizio degli Stati Uniti di sempre) interpreta Harry Ambrose, un detective della polizia barbuto e scontroso che tende a captare cose che nessun altro nota. La prima stagione ha visto Ambrose indagare sul caso di Cora Tannetti (Jessica Biel), una donna traumatizzata che pugnala a morte a caso uno sconosciuto su una spiaggia dopo averlo visto baciare la sua ragazza. La storia di Cora si sviluppa in otto episodi e, in perfetto stile da serie poliziesca, dimostra che tutto potrebbe non essere come sembra.

Nonostante abbia bruciato il loro materiale di partenza (e la disponibilità di ultra successo di Jessica Biel), Il peccatore ha optato per un'antologia del suo formato, riportando Pullman per Ambrose nella stagione 2. Quella stagione ha debuttato nel 2018 e co-protagonista Carrie Coon come madre di un bambino problematico . La terza stagione è stata presentata in anteprima nel 2020 e ha visto Matt Bomer come un insegnante popolare che ha avuto un misterioso incidente d'auto fatale. Quella terza stagione è appena arrivata su Netflix questo mese.

Se niente di tutto questo suona particolarmente nuovo o innovativo, è proprio questo il punto. Attraverso tre stagioni, Il peccatore non ha fatto molto diversamente dalle centinaia di romanzi polizieschi ugualmente capaci che lo precedono. E sai cosa lo rende? Una grande storia poliziesca che vale ancora la pena guardare.

Devi guardare il peccatore in ordine?

Ogni stagione di Il peccatore si concentra su una nuova storia criminale e su un nuovo individuo. L'interesse dello show per le persone in difficoltà al centro di questi crimini si estende al punto in cui ogni stagione prende il nome da loro. La stagione 1 si chiama 'Cora', la 2 è 'Julian' e la 3 è 'Jamie'. Ogni volta, il detective Harry Ambrose è la presenza per lo più statica mentre le nuove persone intorno a lui si dimostrano nuove, interessanti e particolarmente modeste.

Quella particolare dinamica rende l'esperienza di guardare ogni stagione ancora più distinta di una tipica serie antologica. È del tutto possibile guardare lo spettacolo in qualsiasi ordine si desideri. Netflix ha anche attualmente le stagioni presentate fuori ordine, con il più recente 'Jamie' che appare come prima opzione nella coda dello spettacolo. In effetti, ogni stagione contiene solo pochi riferimenti obliqui ai casi precedenti di Harry ogni volta. Nella premiere della terza stagione, ad esempio, l'ufficiale superiore di Harry afferma che è apparso stressato da 'fin da quel caso la scorsa estate con quel dannato ragazzo'.

Ora quel riferimento probabilmente significa molto per chiunque abbia visto la stagione 2 e l'esperienza di Harry con quel dannato ragazzo. Ma per lo spettatore che si avvicina alla storia per la prima volta, quella frase comunica praticamente tutto ciò che abbiamo già bisogno di sapere su Harry. Non è diverso da una breve linea di dialoghi espositivi inclusa in un film poliziesco autonomo. Il ragazzo è stressato. Perché? Poiché ha visto alcune cose, ora andiamo avanti.

Le serie antologiche possono ancora sembrare un fenomeno relativamente nuovo in televisione, ma nel mondo delle storie poliziesche hardboiled, c'è essenzialmente un dato di fatto. La narrativa poliziesca è veramente antica (alcuni studiosi ritengono che si estenda all'Antico Testamento), ma la nostra concezione di ciò che costituisce la spina dorsale della narrativa poliziesca in Occidente inizia fondamentalmente con Sherlock Holmes . E da Holmes, il formato antologico è rimasto sostanzialmente invariato. Il detective rimane lo stesso e i casi cambiano.

Possiamo vederlo in televisione in serie come Sciopero , Signor Mercedes , e altro ancora. Il peccatore non sta cercando di capovolgere la formula, ma solo di funzionare nel miglior modo possibile al suo interno. Il fatto che ogni puntata sia particolarmente distinta è un bonus per chiunque voglia tuffarsi nel mistero di otto episodi che preferisce. Aggiungi l'accento di Bill Pullman nella parte settentrionale dello stato di New York e avrai un vincitore furbo.

Autore

Rick Morton Patel è un attivista locale di 34 anni a cui piace guardare i cofanetti, le passeggiate e il teatro. È intelligente e brillante, ma può anche essere molto instabile e un po' impaziente.

Lui è francese. È laureato in filosofia, politica ed economia.

Fisicamente, Rick è in buona forma.