L'evento World of Warcraft: War of the Thorns divide i fan

Un grande evento ha scosso il World of Warcraft community prima dell'uscita dell'espansione Battle for Azeroth.

L'evento La Guerra delle Spine ha visto l'Orda e l'Alleanza scontrarsi ancora una volta. Questa volta, però, famoso Warcraft il personaggio Sylvanas Windrunner ha guidato l'Orda in battaglia. Per coloro che potrebbero non aver mai sentito parlare di lei, devi solo sapere che Sylvanas era una volta un alto elfo che si è corrotto e ha continuato a guidare una fazione di non morti. Ora che guida l'orda, ha portato la guerra nel nord di Kalimdor, la terra degli Elfi della Notte.

Come puoi vedere nel video qui sopra, Sylvanas e l'Orda non fanno prigionieri. In effetti, ne hanno persino distrutto uno Wow le immagini più iconiche, il leggendario Albero del Mondo. Sorprendentemente, questo è solo uno dei tanti eventi del genere che accadranno prima del rilascio dell'imminente espansione.



È stato un momento devastante che avrebbe dovuto unire Wow giocatori ovunque mentre si preparano per Battaglia per Azeroth . Tuttavia, le circostanze di questo evento hanno diviso la base di fan del gioco.

Vedi, ci sono alcuni giocatori che non sono contenti del modo in cui questo evento è stato apparentemente progettato interamente per il valore dello shock. Fino a questo punto, Sylvanas Windrunner è stato più di un antieroe che ha camminato su una sottile linea morale. Questo attacco trasforma lei - e l'orda - in cattivi abbastanza semplici. In effetti, la situazione sta ricordando a molti giocatori un periodo buio in Warcraft quando l'Orda era poco più di una banda di criminali.

Sebbene sia allettante definirlo un caso di fandom e 'M 'Lore!', In realtà c'è dell'altro. Dato che il Battaglia per Azeroth l'espansione dovrebbe riconquistare lo spirito del conflitto Orda contro Alleanza, i giocatori dell'Orda sono un po' sconvolti dal fatto che gli affascinanti e complessi conflitti Orda contro Alleanza del passato siano stati apparentemente annacquati.

Vedremo se gli eventi futuri riporteranno qualche ambiguità morale.

Leggi l'ultima rivista Den of Geek in edizione speciale qui!