WWE: la storia delle donne nella Royal Rumble

Domenica 26 gennaio WWE Royal Rumble 2020 presenterà il terzo in assoluto tutto al femminile Rumble reale . Da quando NXT ha dimostrato che le talentuose interpreti sul ring meritavano di meglio di partite dimenticabili, dovunque ha gradualmente cercato di ripulire il trattamento riservato alla divisione femminile. È iniziato con NXT TakeOver essendo il main event di Sasha Banks vs. Bayley e presto abbiamo iniziato a vedere le donne nel main event di Crudo , l'evento principale dei PPV e le prime versioni femminili di partite come Hell in a Cell, Money in the Bank e TLC. Il 2018 ci ha anche regalato Evoluzione , un PPV tutto al femminile che è stato un successo travolgente.

Ora, anche se ci è voluto fino al 2018 perché ci fosse una Royal Rumble tutta al femminile, non è stata la prima volta che abbiamo visto donne prendere parte al tanto amato free-for-all.

DONNE IN ROYAL RUMBLE - 16-BIT LUNA VACHON (1994)

LUNA VACHON A 16 BIT (1994)

Prima di arrivare alla storia in carne ed ossa, voglio prima menzionare WWF Raw , il gioco LJN realizzato per SNES, Genesis, 32X e Game Gear. Anche se la sua unica partita intergender fino a questo punto era affrontare un piccolo pagliaccio a WrestleMania X , Luna Vachon era un personaggio abbastanza interessante che decisero di renderla giocabile Crudo . Ciò significava che per la prima volta, anche se virtuale, abbiamo potuto vedere una donna competere nella Royal Rumble.



Non è stata la cosa più strana in retrospettiva. A causa del debole roster del WWF in quel momento, non era come se stesse davvero rubando un posto a qualcuno di importante. Dopotutto, Kwang era il boss segreto della versione 32X . I giochi di combattimento stavano iniziando a diventare un grosso problema e se Chun-Li e Cammy possono combattere Ryu e Zangief, allora Luna Vachon può strangolare Lex Luger.

Le lotte tra i sessi andavano bene nei giochi WWF/WWE per un po' tra la fine degli anni '90 e la metà degli anni 2000, ma in questi giorni, l'unica volta che puoi vedere una cosa del genere è in quel Combattimento mortale gioco telefonico knockoff.

ROYAL RUMBLE - CHYNA (1999)

CINA (1999)

L'ascesa dell'era dell'atteggiamento è arrivata con Chyna, la guardia del corpo di Shawn Michaels e Triple H, che era così imponente da poter resistere alla maggior parte degli uomini e nessuno avrebbe battuto ciglio se non fosse stato per le norme di genere. All'inizio del 1999, era un membro della versione facciale della D-Generation X ed è stata coinvolta in una trama imbarazzante con Mark Henry.

Mentre l'aspirante storia d'amore Chyna/Henry si è sgretolata prima che potesse iniziare come tentativo del WWF di umiliare Henry per fargli smettere, l'aspetto principale della compagnia era che Steve Austin e Vince McMahon erano entrati nella prossima Royal Rumble come #1 e #2 rispettivamente. La McMahon's Corporation stava litigando con la DX e decise di usarlo a suo vantaggio.

In un'edizione di Crudo , Vince ha messo insieme la Royal Rumble aziendale. L'idea era che gli unici partecipanti fossero membri della Corporation e della D-Generation X. Chiunque avesse vinto avrebbe ottenuto il posto numero 30 nella Royal Rumble reale. La sua grande sterzata era che sarebbe stato l'ultimo concorrente e avrebbe vinto, proteggendosi così da uno Steve Austin fresco e incazzato.

leggi di più: I 100 migliori momenti della Royal Rumble

Il piano sembrava funzionare, ma la DX aveva un altro asso nella manica. Chyna è apparso come il vero concorrente finale e, grazie all'assist di Steve Austin, ne è uscita vincitrice. Non solo sarebbe stata la prima donna in un match della Royal Rumble, ma a Chyna era garantito l'ingresso finale! Certo, questo significava che non avrebbe assolutamente vinto, ma il numero 30 di solito va a qualcuno che è rispettato come una forza da non sottovalutare.

Sfortunatamente, l'edizione 1999 della Rumble era piena di problemi creativi e Chyna non ne è uscita bene. Chyna si è diretta verso Mark Henry e lo ha rapidamente buttato fuori dal ring. Poi si è girata e ha visto Steve Austin che l'aspettava. Una corda da bucato la fece cadere all'esterno e Henry praticamente non vendette la sua perdita ridendo della sfortuna di Chyna.

La loro rivalità è stata immediatamente dimenticata, poiché Chyna ha girato il tallone su Triple H il giorno dopo.

LE DONNE IN ROYAL RUMBLE - CHYNA (2000)

CINA (2000)

Anche se il suo debutto alla Rumble non le ha fatto alcun favore, Chyna si è fatta avanti come parte accettata del roster dominato dagli uomini sconfiggendo Jeff Jarrett per il campionato intercontinentale. Passò a una faida con l'allora nuovo arrivato Chris Jericho, dove finirono per essere co-campioni a causa di un finale squallido. A Royal Rumble 2000 , hanno avuto un triplo incontro di minaccia con Hardcore Holly che lo ha completato. Jericho ha finito per vincere e diventare l'unico campione.

leggi di più: Classifica di ogni Royal Rumble

Quell'anno, alcuni membri dell'undercard tornarono per il Rumble match stesso, che fece in modo che Kaientai mangiasse ripetutamente merda tentando di entrare nella partita a prescindere, oltre a far costare la partita a Mean Street Posse a entrambi gli Accoliti. Chyna è apparso al numero 17 e ha trascorso il successivo mezzo minuto a combattere Jericho. Ha finito per fargli fare un suplex fuori dal ring, il che sembrava piuttosto impressionante, ma poi Big Boss Man la spinse via dal grembiule e sul pavimento.

Con le sue due apparizioni insieme, Chyna è stata nella Royal Rumble per poco più di un minuto.

LE DONNE IN ROYAL RUMBLE - BETH PHOENIX (2010)

BETH PHOENIX (2010)

Per mostrare davvero quanto sia importante il match della Royal Rumble femminile per il wrestling, devo tornare indietro e parlare del 2009 WrestleMania 25 e la sua Divas Battle Royal. Con non solo la divisione femminile dell'epoca, ma anche le Dive del passato della WWE, oltre venti donne si sono sfidate per il titolo di Ms. WrestleMania. Poi di nuovo, alcuni grandi nomi del passato come Lita hanno rifiutato l'offerta dopo aver sentito come sarebbe andata a finire la partita.

La battaglia reale è stata pasticciata fin dall'inizio. Gli ingressi sono avvenuti tutti insieme alla fine di un medley Kid Rock di dieci minuti. Ciò significava che i partecipanti ospiti come Molly Holly e Sunny (che stava lottando per il suo primo e unico match WWE) sono stati ignorati e notati solo nell'eliminazione. L'intera partita è durata circa sette minuti e mezzo e il vincitore è stato nientemeno che Santino Marella in drag come sua “sorella” Santina Marella.

Santina è stata infine licenziata dalla WWE da Crudo GM Donald Trump, che è probabilmente la sua decisione più unificante di sempre come leader.

Nella Royal Rumble 2010, Beth Phoenix è apparsa al numero 6. I minuti di apertura parlavano di CM Punk che ripuliva costantemente il ring e poi tagliava promozioni sull'essere il salvatore libero dalla droga. Il numero 5 era il Grande Khali, che colpì Punk con un colpo al cranio. Fenice lo seguì, sorprendendo molti, e si oppose a Khali, pronto a combattere.

leggi di più: I 30 migliori wrestler che non hanno mai vinto la Royal Rumble

Khali scelse di prendere Phoenix, la mise sul grembiule e le fece cenno di andarsene. Phoenix afferrò il gigante, lo baciò e lo tirò indietro abbastanza da farlo uscire dal ring. Dopodiché, è andata dietro a Punk e ha preso alcune leccate finché non l'ha girata e l'ha messa KO con Go to Sleep. L'ha facilmente buttata fuori dal ring mentre Zack Ryder correva, ma almeno è durata più a lungo di entrambe le apparizioni di Chyna messe insieme.

Non c'è mai stato alcun seguito all'apparizione di Beth Phoenix nella partita.

LE DONNE IN ROYAL RUMBLE - KHARMA (2012)

KHARMA (2012)

Kharma è un caso a dir poco strano. Precedentemente conosciuta come Awesome Kong, ha lasciato la TNA per la WWE come potenziale punto di svolta. L'hanno esaltata con vignette raccapriccianti che la mostravano mentre rompeva le bambole Barbie e rideva in modo psicotico. Dopo tutta questa costruzione, quando è arrivato il momento di raggiungere la fabbrica di fuochi d'artificio, la Kharma è stata circondata sul ring praticamente dall'intera divisione Divas. Kharma cadde improvvisamente in ginocchio e iniziò a piangere. Si è scoperto che in realtà era incinta e aveva bisogno di essere cancellata dalla TV al più presto. Ha senso. Presumibilmente sarebbe stata lontana dalla TV per probabilmente un anno e poi sarebbe tornata e avrebbero provato di nuovo. Giusto?

Poi è arrivata la Royal Rumble del 2012. Il roster della compagnia era in così gravi difficoltà che hanno aggiunto un espediente in cui era permesso a qualsiasi personale della WWE di entrare. Ciò ha significato un afflusso di ospiti e voci scherzose, come tutti e tre i commentatori. Quando Michael Cole è entrato al numero 20 con la sua canottiera arancione caratteristica, ha semplicemente rimbalzato sul posto e si è comportato come se fosse pronto a combattere chiunque.

Kharma è arrivato al numero 21 e ha ricevuto un'enorme ovazione per il bucato Cole. Cole è saltato sopra la corda più alta e i suoi compagni di commento Booker T e Jerry Lawler lo hanno tirato a terra per salvarlo. Kharma ha proceduto a stendere momentaneamente Dolph Ziggler con un Implant Buster, a fissare l'allora manager di Ziggler Vickie Guerrero, a far uscire a caso Hunico dal ring, e poi a farsi sollevare da uno Ziggler recuperato.

Anche se Kharma è stata inserita in due anni di videogiochi della WWE, la sua intera corsa sul ring è stata di un minuto intero nella Royal Rumble.

leggi di più: I peggiori momenti della Royal Rumble nella storia della WWE

ROYAL RUMBLE 2018 (DONNA

LA PRIMA ROYAL RUMBLE FEMMINILE (2018)

Durante una rissa post partita in corso Crudo con una grossa fetta della divisione femminile, Stephanie McMahon lo ha rotto per salire sul ring e annunciare che finalmente, a Royal Rumble 2018 , ci sarebbe una partita Rumble di 30 donne. Mentre si vociferava, presumibilmente le donne sul ring non erano a conoscenza dell'annuncio in anticipo ed erano davvero felicissime.

Il roster femminile è sicuramente cresciuto negli anni, ma 30 donne? Non esattamente fattibile, specialmente con entrambe le campionesse femminili che si sono fermate per ovvie ragioni. Fortunatamente, sono stati in grado di realizzare il concetto di Miss WrestleMania portando un enorme pezzo di lottatori in pensione del passato per rendere l'intera cosa più speciale. Questa volta hanno effettivamente avuto ingressi e riconoscimenti! Questi nomi del passato includevano Lita, Torrie Wilson, Molly Holly, Michelle McCool, Vickie Guerrero, Kelly Kelly, Jacqueline, Beth Phoenix, Nikki Bella, Brie Bella e Trish Stratus.

Hanno anche giocato nelle apparizioni a NXT di Ember Moon e Kairi Sane.

leggi di più: I lottatori che hanno iniziato il Royal Rumble Match

La partita stessa ha avuto successo, mostrando un sacco di wrestling femminile in un pacchetto divertente mentre presentava molti dei principali tropi di Rumble (cioè tutti si uniscono a Nia Jax a causa delle sue dimensioni). In realtà, il difetto più grande sarebbe il modo in cui molte delle donne del roster principale erano così sottosviluppate rispetto ad altre. Più specificamente, come all'epoca c'erano due stalle separate di talloni che erano più legati all'essere una fazione che avere stranezze e personalità individuali.

Con Asuka in corsa per lo spettacolo, ha vinto il Rumble eliminando Nikki Bella alla fine. Ciò ha portato a un momento importante in cui le due campionesse femminili, Charlotte Flair e Alexa Bliss, sono entrate sul ring per misurare Asuka. Improvvisamente, 'Bad Reputation' ha iniziato a suonare e la starlet UFC Ronda Rousey è uscita per far conoscere il suo futuro WWE indicando il WrestleMania cartello.

leggi di più: Classificati tutti i vincitori della Royal Rumble nella storia della WWE

Non solo Ronda ha fatto grandi ondate con la compagnia, ma alcune donne del roster hanno intensificato il loro gioco per assicurarsi che non fossero lasciate nella polvere. Presto Becky Lynch divenne un nome così grande che non solo eclissò Ronda, ma anche tutti gli uomini del roster.

LA SECONDA ROYAL RUMBLE FEMMINILE (2019)

La seconda volta, la WWE ha eliminato la nostalgia e ha pompato il roster con nomi NXT come Lacey Evans, Nikki Cross, Xia Li, Kairi Sane, Candice Le Rae, Kacy Catanzaro, Io Shirai e Rhea Ripley. Sebbene non sia buono come il suo predecessore, ha ottenuto il suo finale.

La concorrente Lana soffriva di una frattura alla caviglia e ha fatto del suo meglio per entrare in partita, ma il dolore era troppo forte e lei è riuscita ad arrivare solo a metà della rampa. Quando Nia Jax è apparsa, ha picchiato Lana inconsciamente per il gusto di farlo. Pochi istanti dopo che Carmella è apparsa come #30 (vincente il posto per essere stata co-vincitrice della Mixed-Match Challenge con R-Truth), Becky Lynch è uscita d'assalto. Aveva già perso una partita per il titolo contro Asuka all'inizio della notte ed essendo così dannatamente popolare, i fan stavano cantando per lei per essere nella partita. Se Lana non è stata in grado di competere, dovrebbe esserci qualcuno a prendere il suo posto. Le sue suppliche furono esaudite e Becky fu autorizzata a prendere parte alla Rumble.

Non solo ha vinto, ma ha finito per vincere il main event della successiva WrestleMania. Non male.

NIA JAX (2019)

Come ho detto prima, a R-Truth è stato assegnato il 30esimo posto nella Royal Rumble match maschile grazie alla vittoria del Mixed-Match Challenge, un torneo round robin di match tag misti. Quando è apparso, è stato teso un'imboscata da una arrabbiata Nia Jax, che era di umore piuttosto violento in base a come Becky l'ha eliminata dalla Rumble delle donne. Trattando il comportamento di Becky con Lana come precedente, Nia è entrata al numero 30 invece di R-Truth. Mustafa Ali sembrava confuso su questo e non era del tutto a suo agio nel dover lottare con una donna - anche una più grande di lui - e gli è costato la partita.

Nia ha affrontato Randy Orton e ha preso in giro un'alleanza con Rey Mysterio, solo per rivoltarsi contro di lui. Orton e Mysterio si sono uniti contro di lei e l'hanno eliminata dal match.

Le conseguenze di questo sono state brevi e si sono concluse bruscamente. Nia ha inimicato Dean Ambrose quanto segue Crudo con suggerimenti che i due stavano per avere una faida. Ambrogio ha fatto sapere che avrebbe lasciato l'azienda poco dopo WrestleMania e la compagnia non vedeva l'ora di farlo uscire sulla schiena. I piani per la partita intergender sono saltati immediatamente, principalmente a causa di come gli sponsor siano troppo a disagio con il concetto di violenza uomo contro donna.

DONNE NEL WRESTLING FUORI DALLA WWE

FUORI DALLA WWE

In Giappone e in vari indie, non è così raro vedere una donna presentarsi in una specie di incontro di imitazione della Royal Rumble. Lucha metropolitana è probabilmente l'istanza non WWE più notevole a causa del tentativo dello show di trattare il wrestling intergender come normale. La loro controparte della Royal Rumble è Aztec Warfare, una partita di 20 persone in cui l'eliminazione avviene solo tramite schienamento o sottomissione.

La prima guerra azteca ha visto le apparizioni di Ivelisse e Sexy Star. La seconda versione della partita aveva Taya. Poi c'è stato il terzo, che non includeva solo Sexy Star, Mariposa e Kobra Moon, ma si è concluso con Sexy Star che ha appuntato Mil Muertes per diventare Lucha Underground Champion. È un grosso problema, anche se Sexy Star era la seconda scelta (il vincitore previsto Ivelisse si è infortunato poco prima della partita) e ha perso il titolo solo una settimana dopo. Non aiuta il fatto che Sexy Star sia nota per aver ferito deliberatamente e legittimamente i suoi avversari, il che la rende... non un grande esempio o una persona.

leggi di più: Royal Rumble: Battaglie dall'esterno della WWE

Ma hey, almeno c'è anche CHIKARA, i cui primi knockoff della Royal Rumble hanno visto l'allenatore di NXT Sara Del Rey e le loro più recenti partite di Infinite Gauntlet hanno visto i concorrenti della WWE Abbey Laith e Ruby Riott. proprio come Lucha metropolitana , la loro terza puntata è stata vinta da una donna del roster, in questo caso Solo Darling.

Considerando lo stigma negativo che deriva dall'avere lottatori maschi che maltrattano le lottatrici in relazione al punteggio PG, non contare di vedere qualcuno come Asuka vincere la Royal Rumble maschile in qualunque momento presto. Detto questo, in realtà dare alle donne la loro Royal Rumble per mostrare le loro cose è un enorme passo avanti nel dimostrare che, indipendentemente dal genere, un buon lavoro sul ring merita ciò che gli è dovuto.

Gavin Jasper scrive per Den of Geek e ricorda il momento frustrante in cui è andato così vicino a vincere la Royal Rumble in WWF Nessuna pietà , solo per essere eliminata da una Mae Young in bikini al numero 40. Leggi di più delle sue cose qui e seguilo su Twitter Gavin4L

Leggi e scarica il Rivista in edizione speciale di Den of Geek Lost in Space giusto qui!