X-Men: Giorni di un futuro passato: il film parla del cast

Quando gran parte del X-Men: Giorni di un futuro passato il cast, tra cui le star Hugh Jackman, James McAvoy, Michael Fassbender, Patrick Stewart, Ellen Page e Peter Dinklage, è venuto a New York per promuovere la nuova avventura degli X-Men, era completamente entusiasta di quello che era solo l'inizio di un'ondata positiva della reazione dei media per il film di supereroi.

In effetti, molto prima che scrivessi la mia recensione per il film, ho dovuto dire a Lauren Shuler Donner, Giorni di un futuro passato produttore esecutivo e franchise Shepherd, che questo film è stato davvero fantastico e forse il migliore che la serie abbia mai avuto fino ad oggi. Lei, come il resto del cast e della troupe, sembrava soddisfatta del forte riscontro che il film stava già ricevendo. Quindi, quando si sono seduti per rilassarsi davanti a un gruppo di giornalisti, sono apparsi a dir poco perplessi per quanto sia stata entusiasta l'accoglienza del film, da Jackman che scherza sull'acconciatura proto-anni '70 di Wolverine a Stewart che riflette sornione sulle sequenze di volo e come 'tutti gli attori hanno un Peter Pan in loro da qualche parte'. Anche se per alcuni è un Campanellino, ha aggiunto con un sorrisetto che ha definito il rapporto della troupe di recitazione alla mano.

'È stata come un'incredibile riunione per tutti noi', ha detto Jackman riguardo al girare le scene future del film su un set con lo stesso regista e gran parte dello stesso cast con cui ha iniziato il franchise 14 anni fa. “Poi arrivarono i giovani e inesperto attori', ha aggiunto con una pausa per una risata. Una volta che Stewart ha finito di riff con Jackman su quella battuta finale, quest'ultimo è diventato più seriamente riflessivo su come la serie continua a impressionare e lavorare da un cast all'altro.



“Ricordo molto chiaramente che ero seduto sul retro di quell'aereo privato e guardavo questi due ragazzi [McAvoy e Fassbender] mentre lo facevano. E lo dico in modo assolutamente sincero: non avrei mai pensato che sarebbe stato possibile riempire i panni di Ian [McKellen] e Patrick, e quello che hanno fatto in X-Men . Quando ho visto Prima classe , mi sono reso conto che questi ragazzi lo facevano con tale disinvoltura e sicurezza. Non solo si sentivano come le versioni più giovani [o] più inesperte di quei personaggi, ma l'hanno anche fatta loro'.

Degli attori presenti, Stewart e McAvoy erano quelli che condividevano lo strano compito di interpretare lo stesso personaggio nel film e persino, per un breve momento, nella stessa scena. Entrambi si sono complimentati nell'analizzare le loro doppie prospettive di quello che McAvoy ha descritto come un film 'crogiolo' per Xavier, e uno in cui le sue vere motivazioni sono forgiate dal fuoco.

Ripensando a quella singola scena in cui hanno condiviso l'inquadratura, Stewart ha trovato divertente che fosse il suo ultimo giorno di riprese e il primo di McAvoy.

“Non sono del tutto sicuro di come sia potuto succedere che fossimo faccia a faccia così, ma non riesco a pensare a nessun altro modo possibile per far funzionare questa scena, perché stai guardando negli occhi te stesso. '

McAvoy, da parte sua, ha visto questo breve passaggio del momento della torcia come un'opportunità per essere eccitato e onorato di condividere la scena.

'Sono stato un fan di Patrick per lunghi, lunghi anni', ha detto McAvoy. 'L'ho guardato per sette anni Star Trek e Duna . Quindi, arrivare a fare la mia versione di un personaggio di cui è stato il responsabile per 14 anni in faccia era abbastanza snervante. Quindi, hai due scelte: innervosirti e lasciarti sopraffare o essere abbastanza eccitato dal fatto che potresti fallire. Quindi, è stato molto divertente!”

'La cosa fondamentale', ha continuato McAvoy, 'è stato osservare l'empatia che scaturisce da te nei film precedenti. speravo in Prima classe per emularlo, perché è una sorta di caratteristica principale del professor Xavier, questa volontà di prendersi cura, di raggiungere, aiutare e toccare.

In risposta, Stewart ha alleggerito l'atmosfera con l'impassibilità di voler rigirare la trilogia originale dopo aver visto i due film X-Men più recenti.

Dice Stewart, 'Mi ha fatto sentire che mi piacerebbe davvero tornare indietro e girare di nuovo tutti gli altri film, ora che so esattamente da dove vengo e cosa ero. potrei ottenere molto di più James McAvoy in quella cosa!” Essendo preparato con un set-up così perfetto, McAvoy ha aggiunto con un tenore molto meno serio alla Xavier: 'Penso che tutti abbiano bisogno di un piccolo James McAvoy in loro'.

Michael Fassbender nel frattempo ha riflettuto su come non abbia nemmeno parlato con Ian McKellen fino al panel del Comic-Con 2013 di San Diego per X-Men: Giorni di un futuro passato , che è stato un momento felice. Tuttavia, ha anche ammesso che Magneto è molto più modellato su Ian McKellen in questo film rispetto a in X-Men: Prima Classe . Durante la preparazione per il ruolo, Fassbender ha parlato di come ha guardato le riprese video della giovinezza di McKellen sul palco.

'Per questo, avevo praticamente questa cosa su YouTube, che era Ian McKellen negli anni '70 che teneva un seminario di Macbeth . E ha funzionato per circa 10 minuti, ed è quello che ho avuto. Quindi, lo stavo semplicemente suonando ancora e ancora, cercando di ottenere il ritmo e il tono della sua voce'. Tuttavia, Fassbender si lamenta di non aver condiviso una scena con McKellen, ipotizzando con una risata che hanno lanciato una moneta, e James e Patrick hanno vinto il sorteggio.

Quindi, rispetto agli altri protagonisti del film, Jackman potrebbe sedersi e sorridere che la versione più giovane di se stesso è l'eterno Wolverine, il cui unico cambiamento evidente è la consistenza dei suoi artigli. In effetti, Jackman afferma apertamente che Giorni di un futuro passato copre Wolverine nel suo periodo migliore.

“Per Wolverine che risale agli anni '70, penso che sia semplicemente perfetto. Non credo che Wolverine abbia mai voluto lasciare gli anni '70! I capelli, le costolette di montone, i vestiti, le macchine. Penso che nel momento in cui sono arrivati ​​Tears for Fears, Flock of Seagulls, Wham! e Duran Duran, Wolverine ha detto 'I'm su! ''

Il rapporto era così forte che sembrava leggermente sbagliato pensare che questo potesse essere l'ultimo film degli X-Men per un cast o per l'altro. Mentre gli attori hanno gentilmente lasciato la domanda su chi apparirà nel prossimo film allo sceneggiatore e produttore Simon Kinberg per evitare una risposta, Stewart ha almeno offerto questa osservazione:

“Dove lasciamo James in questa storia, stiamo aspettando di vedere la transizione, la riforma se vuoi, accadere. Questo è un film che pagherei per vedere'.

Ora che ne parla, lo faremmo anche noi.

Metti mi piace su Facebook e seguici su Twitter per tutti gli aggiornamenti di notizie relative al mondo dei geek. E Google+ , se questo è il tuo genere!