Your Pretty Face Is Going To Hell Stagione 4 Recensione (senza spoiler)

L'inferno era un'area intoccabile per la televisione, figuriamoci per le commedie, ma il mezzo è diventato ricettivo nel corso degli anni. L'orrore è esploso in televisione da allora Il tuo bel faccino sta andando all'inferno è stato ufficialmente presentato in anteprima su Adult Swim nel 2013. La serie non ha mai evitato il materiale aggressivo che domina la dannazione, ma il resto della TV è lentamente salito al suo livello contorto.

Questa serie offre sempre una festa per i sensi, ma sono passati due anni dalla conclusione della terza stagione e questa quarta stagione ha concluso la produzione ben più di un anno fa, quindi è bello vedere finalmente uscire questi nuovi episodi. Forse ha molto a che fare con l'assenza tra le stagioni, ma Il tuo bel faccino sta andando all'inferno stagione 4 sembra anche la stagione più raffinata e creativa che lo show abbia prodotto e che la serie abbia capito come esplorare il concetto di inferno in modi ancora più unici rispetto al passato.

Il tuo bel faccino sta andando all'inferno ha esplorato tutti i tipi di demoni mitici, leggende metropolitane, serial killer della vita reale e argomenti paranormali. Il tuo bel viso la stagione 4 continua questa tendenza, ma piuttosto che avere la sensazione che lo show abbia esaurito le idee malvagie da cui estrarre le storie, c'è tanta varietà presente in questa stagione, con tutto, dalle tavole Ouija, Millepiedi umano omaggi, ai Quattro Cavalieri dell'Apocalisse. Una trama particolarmente ispirata vede Gary e i suoi colleghi tentare di padroneggiare l'arte del 'patto del diavolo', che consiste nel trovare la svolta più ironica nell'accordo di qualcuno con il diavolo. La serie continua a decostruire avidamente gli stereotipi che circondano l'inferno in modi esilaranti e sorprendenti.



Mentre l'attenzione della serie rimane sull'Inferno, riesce a far brillare la luce sul Paradiso alcune volte e continua ad espandere questo universo. In passato, il paradiso è stato descritto come una battuta finale senza senso, ma questa stagione apre una discussione avvincente sul costo della salvezza eterna e su ciò che effettivamente serve per ascendere al paradiso e se ne vale la pena. In un altro punto i visual bonkers presentano una dissezione profonda e feroce sul costrutto della famiglia americana e se esiste ancora.

ulteriori letture: I migliori programmi TV comici su Amazon Prime

Il tuo bel faccino sta andando all'inferno è sempre stato senza paura con la sua narrazione, ma la serie di Casper Kelly e Dave Willis ha ora raggiunto un livello di sicurezza in cui può mescolare in modo impressionante le sue gag visive dadaiste e le premesse assurde con temi sfumati e la monotonia della vita quotidiana. È assolutamente l'unica serie in cui ti imbatterai in cui Satana insiste sui tassi sindacali e assume crumiri per realizzare l'Apocalisse o in cui una dura conversazione sul prezzo della propria anima è giustapposta a un testicolo usato come bustina di tè. Questa stagione, più di ogni altra, attinge a un livello di emozione e vulnerabilità che aiuta a rendere questo spettacolo ridicolo ancora molto umano.

I programmi live-action non sono così abbondanti come lo erano una volta su Adult Swim, ma Il tuo bel faccino sta andando all'inferno rimane l'esempio più sorprendente di ciò che si può fare con il formato. Quattro stagioni dopo, può essere facile dare per scontati il ​​trucco e il design dei costumi dello spettacolo e ormai abituarsi alla sua stranezza, ma non si possono elogiare abbastanza l'estetica di questo spettacolo. Omicidi e smembramenti orribili prendono vita nel modo giusto in cui queste scene raccapriccianti tirano correttamente il confine tra inquietante e comico. Il tuo bel faccino sta andando all'inferno ti fa pensare abbastanza se dovresti ridere di questa carneficina senza farti sentire in colpa per aver provato piacere in questo caos.

L'aspetto delle location e dei mostri dello spettacolo è impressionante e questa stagione mette insieme alcuni set particolarmente complicati come le morti ambientate in cima alle Sette Meraviglie del Mondo o una scuderia per i cavalli dell'Apocalisse. Durante alcune delle sequenze più complesse, lo spettacolo sembra onestamente un cartone animato, che è il tipo di elogio più alto che puoi dare a qualcosa di così intenso. Casper Kelly e Dave Willis continuano a dimostrare perché sono nomi formidabili nell'industria televisiva. Molti possono considerare Troppi cuochi come il loro più grande successo, ma ci sono diversi pezzi in questa stagione, come uno spot per una tavola Ouija ultramoderna, che contengono la stessa energia del loro 'infomercial' virale.

In termini di performance dello spettacolo, Henry Zebrowski porta un tale gioioso ed entusiasmo all'idiozia ben intenzionata di Gary. Anche quando la posta in gioco è piccola con questo spettacolo, è comunque incredibilmente delizioso vedere Gary armeggiare attraverso compiti semplici e cercare di non annegare in un mare di confusione. La stagione capisce anche quando avere Gary da solo e quando è meglio farlo lavorare sui problemi dell'Inferno come parte di un gruppo. Inoltre, tutte le valorose guest star della stagione vengono utilizzate in modi ispirati. Jon Glaser è tornato come allenatore della tortura dell'Inferno, George Wendt come Cavaliere dell'Apocalisse, non Barack Obama, e Joey Fatone come se stesso, in quella che onestamente potrebbe essere la migliore prestazione della stagione.

Piuttosto che pensare che questa commedia abbia fatto il suo corso, Il tuo bel faccino sta andando all'inferno trova nuova vita quest'anno con i morti. È una stagione oltraggiosa, fiduciosa e macabra che offre ai fan più di ciò che hanno amato nelle ultime tre stagioni, oltre a spingere davvero in avanti la formula. Si spera che Gary e il resto dell'Inferno affliggeranno l'umanità per molte altre stagioni a venire.

Abbiamo molta più copertura per Adult Swim proprio qui!

Daniel Kurland è uno scrittore, comico e critico pubblicato il cui lavoro può essere letto su Den of Geek, Vulture, Bloody Disgusting e ScreenRant. Daniel sa che i gufi non sono quello che sembrano, che Psycho II è migliore dell'originale, ed è sempre pronto a discutere di Space Dandy. Il suo il processo di pensiero perma-nevrotico può essere seguito a @Daniel Kurlansky .